16enne va in arresto cardiaco e viene dichiarato morto, poi torna in vita: la storia di Sammy

di Redazione


Sei su Telegram? Ti piacciono le nostre notizie? Segui il canale di DonnaClick! Iscriviti, cliccando qui!
UNISCITI

L’incredibile storia di Sammy, 16enne texano tornato in vita dopo un arresto cardiaco. I medici lo avevano dichiarato morto, dopo aver eseguito i tentativi di rianimazione per due ore. Poi è successo l’inaspettato e, oggi, la sua mamma sostiene gli screening cardiaci dei bambini.

Sammy si trovava in una palestra, quando all’improvviso si è sentito male. Era andato in arresto cardiaco e, dopo due ore di tentativi e di rianimazione cardiopolmonare, i medici non hanno potuto fare altro che dichiararlo morto. Cinque minuti dopo, però, è tornato in vita. A riportare la vicenda è il magazine People, che spiega che al giovane fu presto diagnosticata una condizione cardiaca genetica chiamata “tachicardia ventricolare polimorfica catecolaminergica” (CPVT).

Questa condizione genera aritmie improvvise in bambini altrimenti sani: è una malattia rara che, colpisce circa una persona su 10mila e che, non viene trattata, può causare arresto cardiaco. Il fratello di Sammy, Frankie, era morto improvvisamente nel settembre del 2019. I successivi test del DNA hanno rivelato che i due fratelli e anche la mamma, Jennifer Berko, hanno tutti la CPVT.

È una diagnosi davvero scioccante“, afferma Jennifer. “Ciò che ci è stato detto sulla CPVT è che di solito il primo arresto cardiaco è l’ultimo”. Adesso la donna sostiene gli screening per la salute cardiaca dei bambini e condivide il più possibile la sua storia. “Nessun’altra famiglia dovrebbe mai dover affrontare ciò che abbiamo passato noi“, afferma. “Ci sono troppi bambini che vanno in giro con problemi cardiaci e non ne hanno idea. E in qualsiasi momento la vita potrebbe essere loro strappata via”.

Sammy Berko (foto People)
Sammy Berko (foto People)

Tutta la storia

Lo scorso 7 gennaio i genitori di Sammy lo avevano portato in palestra per arrampicarsi con gli amici. All’improvviso si è sentito male. Alle 18:35, i medici hanno dichiarato Sammy morto ma poi, all’improvviso, la mamma ha visto suo figlio muoversi.

Il padre, Craig, ha chiamato un medico, che inizialmente ha detto che probabilmente era solo un riflesso. Ma poi hanno visto il collo di Sammy diventare viola e il suo battito cardiaco si è ripreso. La mattina dopo, i medici hanno detto che i principali organi di Sammy stavano collassando e che forse non sarebbe sopravvissuto alla giornata.

“È stato devastante“, ha ricordato Jennifer, che nonostante ciò è rimasta fiduciosa. “Dopo aver visto mio figlio morto e riportato in vita, non ci credevo… non pensavo che sarebbe morto”.

Così la donna è andata al capezzale di suo figlio e gli ha detto: “Sammy, ci stanno dicendo che non ce la farai a superare le prossime 24 ore. Voglio che tu sappia che non credo a una parola di ciò. Ti ho visto ritornare in vita. E se riesci a farlo, allora credo davvero che ce la farai. So che tornerai da noi. So che ti sveglierai”. Più tardi, quel giorno, il ragazzo si è svegliato. “È stato un miracolo”, ha detto Jennifer.

I medici hanno scoperto che Sammy aveva subito una serie di piccoli ictus e una grave lesione alla spina dorsale. Ma inspiegabilmente, dicono i suoi genitori, il suo corpo ha inviato ossigeno al cervello e non alla colonna vertebrale.

Sammy è per lo più paralizzato dalla vita in giù, anche se ha “un po’ di sensibilità” e “alcuni muscoli che si attivano” – ma non abbastanza per sostenere tutto il peso corporeo. Ma usando l’apparecchio ortodontico e un deambulatore, è riuscito a uscire da solo dalla struttura di riabilitazione.

Dalla stessa categoria

Correlati Categoria

Il 3 giugno 1946 è una data storica per il mondo della moda. A Parigi, il designer di moda Louis Réard presentava per la prima volta il bikini, un indumento destinato a rivoluzionare per sempre non solo l’abbigliamento da spiaggia, ma anche il concetto di femminilità e libertà. Secondo la professoressa Valeria Magistro, docente di […]

Chi vive in città costiere è abituato alla presenza dei gabbiani, ma negli ultimi anni questi uccelli si sono adattati anche agli ambienti urbani, diventando una presenza costante anche in città. Attirati dai rifiuti alimentari e dai luoghi di nidificazione sicuri, i gabbiani possono arrecare fastidio, disturbando con i loro richiami, danneggiando proprietà e lasciando […]

Foto di Thibault Penin su Unsplash Giugno 2024 si preannuncia un mese emozionante per gli abbonati di Netflix. Con una ricca selezione di nuovi film e serie TV, c’è qualcosa per tutti i gusti. Da commedie esilaranti a thriller mozzafiato, da documentari storici a serie animate, le novità del prossimo mese promettono di intrattenere e […]