Mamma 40enne in fin di vita dopo aver mangiato pesce poco cotto: amputate gambe e braccia

di Redazione


Sei su Telegram? Ti piacciono le nostre notizie? Segui il canale di DonnaClick! Iscriviti, cliccando qui!
UNISCITI

Una donna di 40 anni ha subito l’amputazione di tutti e quattro gli arti, dopo aver contratto un’infezione batterica dal pesce tilapia poco cotto. È stata sottoposta lo scorso giovedì a un intervento chirurgico salvavita, dopo essere stata ricoverata in ospedale per un paio di mesi.

La vicenda arriva dalla California. Laura Barajas, mamma di un bimbo di 6 anni, si è ammalata alla fine di luglio. Aveva acquistato del pesce tilapia (uno dei più consumati al mondo) in un mercato locale e San José e l’aveva cucinato a casa: “È stato davvero pensante per tutti noi. Ha quasi perso la vita. Era attaccata a un respiratore”, ha rivelato un’amica a News19.

“L’hanno messa in coma farmacologico. Le sue dita erano nere, i suoi piedi erano neri, il suo labbro inferiore era nero. I suoi reni stavano collassando”, ha aggiunto l’amica.

Laura Barajas e la sua famiglia
Laura Barajas e la sua famiglia

“La famiglia ha un disperato bisogno di aiuto”

A quanto pare, l’infezione sarebbe stata causata dal vibrio vulnificus, un batterio potenzialmente letale. “I modi in cui si può essere infettati da questo batterio sono due: si può mangiare qualcosa di contaminato o avere un taglio o un tatuaggio esposto all’acqua in cui vive questo batterio”, ha spiegato la dottoressa Natasha Spottiswoode, esperta di malattie infettive dell’UCSF. Ogni anno vengono segnalati tra i 150 e i 200 casi di infezione e quasi 1 persona su 5 muore.

Gli amici di Laura Barajas hanno avviato una raccolta fondi su GoFundMe, per aiutarla a coprire le spese mediche e le cure continue. “Questa famiglia ha un disperato bisogno di aiuto. Non è chiaro se l’assicurazione sanitaria del compagno Josè coprirà i costi. Le crescenti spese ospedaliere sono schiaccianti e le condizioni fisiche di Laura richiederanno cambiamenti significativi nelle loro vite mentre si adattano alle sue nuove circostanze”, si legge nella pagina del crowdfunding.

Dalla stessa categoria

Correlati Categoria

Alzi la mano chi non ha mai avvistato in casa un pesciolino d’argento. Questi insettini di colore argento, dal corpo sottile e allungato, noti anche con il nome scientifico di “Lepisma saccharina“, si nascondono in qualsiasi ambiente della casa. Abilissimi nello sgusciare via, i pesciolini d’argento sono ospiti non graditi in casa, nonostante siano in […]

La stagione primavera-estate 2024 si preannuncia ricca di stile e innovazione, con tendenze che abbracciano la tradizione, il minimalismo e l’avanguardia. Se vuoi essere al passo con le ultime novità della moda, ecco i 20 trend da seguire per un look impeccabile. Trasparenze e tessuti leggeri Questa primavera l’effetto vedo-non vedo la fa ancora da […]

Tra i servizi più cresciuti rispetto a febbraio 2024 l’allontanamento di insetti: +143% per la disinfestazione di zanzare e +83% per quella delle vespe  Problema muffa: rispetto a marzo 2023, crescono del 65% le richieste di intervento  Spring cleanings: sgombero di appartamenti, pulizie domestiche e cura del giardino tra i servizi più cercati nel solo […]

L’inverno è ormai terminato ed è arrivato finalmente il momento di mettere in cantiere una vacanza, magari approfittando dei tanti “ponti” messi a disposizione dal 2024: con pochi giorni di ferie è possibile fare vacanze piuttosto lunghe. Ovviamente le mete non mancano, né in Italia, né nei Paesi di confine, ma se avete intenzione di […]