“Sono stato operato al cuore” | La rivelazione a sorpresa di Mirko Brunetti

di Ilaria Macchi


Sei su Telegram? Ti piacciono le nostre notizie? Segui il canale di DonnaClick! Iscriviti, cliccando qui!
UNISCITI

È ormai trascorso quasi un anno dalla prima apparizione Tv di Mirko Brunetti, che si era presentato insieme alla fidanzata Perla Vatiero per provare a capire se la loro relazione avesse davvero un futuro grazie a “Temptation Island“. Al termine di quell’esperienza i due avevano deciso di prendere strade diverse, lui con la “tentatrice” Greta Rossetti, lei con il tentatore Igor Zeetti, anche se era soprattutto il rapporto tra i primi due quello che sembrava essere più solido.

Alla fine il “Grande Fratello” ha permesso a Mirko e Perla di riunirsi, oltre a festeggiare la vittoria di lei, con grande gioia da parte dei “Perletti”, così come li chiamano i loro fan.

Ora a sorpresa la coppia ha deciso di cambiare modo di agire e di evitare di bruciare le tappe, come avevano fatto in passato, per questo almeno in questa fase non sembrano essere intenzionati a convivere, anche se fanno il possibile per trascorrere del tempo insieme, nonostante la lontananza.

Ospite di RDS nel programma condotto da Le Donatella, l’imprenditore ha scelto di raccontare un aspetto che finora conoscevano in pochi, ovvero la motivazione che lo ha spinto anni fa a dare l’addio al calcio, sport che desiderava potesse essere per lui un lavoro. Tutto è stato provocato da un grave problema di salute al cuore.

Lasciare il calcio è stata una scelta in quel momento obbligata perché nel 2012 ho perso un anno perché mi hanno operato al cuore – ha raccontato -. Ho avuto due operazioni, una a ottobre e una a gennaio quindi è stato l’anno della separazione dei miei genitori, li è cambiato anche il mio modo di vedere le cose, mi sono chiuso molto in me stesso e vedevo il calcio come qualcosa di negativo.Quando sono tornato in campo dopo le operazioni al cuore, quel momento in cui amici, allenatore erano tutti là, è stato indimenticabile perché c’era un affetto pazzesco, perché ho rischiato di non poter tornare a giocare, quello è stato un anno tosto, ho rischiato tantissimo”.

Da allora inevitabilmente la sua vita è cambiata, anche se fortunatamente non ha più avuto gravi segni di malessere: “Soffrivo di aritmie, c’è stato un momento in cui sono svenuto mentre giocavo, solo che soffrivo d’asma, quindi in quel momento si pensava che fosse quello il problema, invece poi fortunatamente durante una visita è uscito fuori questo problema che per fortuna si è risolto”.

Pochi si aspettavano di dover ascoltare una storia simile, ma anche in questo lui ha saputo rialzarsi ed essere più forte di prima, come è accaduto alla sua storia con Perla.

Dalla stessa categoria

Correlati Categoria