Patrizia Pellegrino: il dramma della droga del fratello e la morte del figlio dopo la nascita

di Redazione


Sei su Telegram? Ti piacciono le nostre notizie? Segui il canale di DonnaClick! Iscriviti, cliccando qui!
UNISCITI

Ospite di Silvia Toffanin nel salotto di Verissimo, Patrizia Pellegrino ha raccontato alcuni dolorosi capitoli della sua vita, come la tragica morte del fratello Aldo per overdose e quella del figlio Riccardo, scomparso quando aveva solo 6 giorni.

Il racconto straziante della morte del fratello Aldo, iniziato con il tunnel della droga

La showgirl ha ricordato il fratello Aldo, dj di successo a Napoli fino a quando non è stato “corrotto” da qualcuno che lo ha fatto entrare nel tunnel della droga. “Era un bravo ragazzo, tutte le mamme volevano far andare i figli dove metteva la musica perché era un bravo ragazzo”, ha detto Patrizia. Poi improvvisamente, con l’apertura di una nuova discoteca, Aldo ha iniziato a bucarsi diventando tossicodipendente nel giro di pochi anni.

È iniziato così un lungo e straziante calvario, tra ricoveri in comunità dai quali usciva rasserenato e periodi bui in cui ricadeva nel baratro della droga. Una spirale autodistruttiva che lo ha portato perfino a rubare in casa della sorella e a finire in carcere. “Sembra assurdo, è stata quasi una benedizione quando se ne è andato”, ha ammesso con dolore Patrizia Pellegrino. Dopo anni vissuti sotto una “cappa di dolore”, i suoi genitori hanno potuto ricominciare a vivere, pur con la consapevolezza di non essere riusciti a salvare il figlio dalla dipendenza.

La tragica dipartita del figlio Riccardo dopo solo 6 giorni di vita

Altrettanto straziante il racconto della morte di Riccardo, il suo secondogenito venuto a mancare quando aveva solo 6 giorni di vita. “Quando mio marito è entrato per dirmi che non c’era più mi sono sentita morire”, ha confessato in lacrime la showgirl. Poi ha raccontato di un episodio accaduto prima di lasciare l’ospedale: un bonsai regalatole da un’amica, che fiorisce ogni 10 anni, aveva prodotto all’improvviso un fiore grande come una margherita. Un segno divino, secondo Pellegrino, che le ha dato la forza per reagire al lutto e non lasciarsi morire: “Dopo la morte di Riccardo, non avevo più voglia di vivere, mi svegliavo e mi chiedevo ‘cosa vivo a fare?'”.

Il tumore al rene sconfitto e la voglia di rinascita per reagire al dolore

Oggi Patrizia Pellegrino sta meglio, dopo aver affrontato e sconfitto anche un tumore al rene. Nel salotto di Verissimo ha voluto condividere la sua dolorosa esperienza, dando un messaggio di coraggio e speranza a tutti coloro che attraversano prove difficili. La vita può tornare a sorridere, nonostante le ferite più profonde.

Dalla stessa categoria

Correlati Categoria

Carmine Recano è uno dei volti più noti della serie TV Mare Fuori, il comandante della fiction più amata del momento. Un uomo tutto d’un pezzo che crede nella giustizia e nella riabilitazione dei giovani detenuti dell’IPM. In pochi sanno che il pluripremiato attore partenopeo, apprezzato per la sua versatilità – ha lavorato nel mondo […]

Nei mesi scorsi si è fatto un gran parlare della vita sentimentale di Massimo Giletti. I giornali hanno avanzato diverse ipotesi sulla possibile fidanzata del popolare giornalista e conduttore TV, da sempre scapolo incallito. Ma chi è l’attuale compagna di Massimo Giletti? A lui sono stati attribuiti nel tempo diversi flirt, ultimo quello con la […]