Michela Murgia, la vita, l’amore e la battaglia contro il cancro: “Non temo la morte ma il dolore”

di Gaetano Ferraro


Sei su Telegram? Ti piacciono le nostre notizie? Segui il canale di DonnaClick! Iscriviti, cliccando qui!
UNISCITI

Michela Murgia ha vissuto un’esperienza traumatica durante il secondo lockdown, quando è arrivata in ospedale in fin di vita, convinta di morire. Ma dopo aver superato quella terribile prova, la diagnosi di tumore è diventata una buona notizia, perché significa che ha ancora tempo per vivere.

Il passato difficile e il rapporto con il padre

In un’intervista a Vanity Fair, Michela Murgia si apre su vari aspetti della sua vita, come il suo passato, il difficile rapporto con il padre, la sua famiglia queer e i suoi pensieri sulla morte, che non le fa paura. “Non ho provato rifiuto – racconta l’autrice di ‘Accabadora‘- quella notizia non voleva dire cancro, voleva dire tempo. Non ho paura della morte. Ho paura del dolore.” Murgia spiega che la sua vita è in equilibrio tra l’amore che prova per la sua famiglia e le sue paure, ma è grata per tutto ciò che ha ottenuto e sperimentato fino ad ora.

La vita di Michela Murgia: fonte di esperienza e crescita

Parlando del suo passato e del rapporto con il padre violento, Murgia afferma che è stata molto fortunata ad aver incontrato un altro padre, suo zio, che le ha permesso di capire che esistono diversi tipi di legami tra genitori e figli. Il perdono nei confronti del padre biologico, però, non è mai arrivato, poiché lui non ha mai ammesso di averle fatto del male. Nonostante le difficoltà e le sfide affrontate, Michela Murgia non ha mai smesso di lottare e di cercare la felicità. Ha lavorato in molti mestieri diversi prima di diventare scrittrice, ma non ha mai considerato quei momenti bui, bensì fonte di esperienza e crescita.

L’amore, la famiglia e il desiderio di vivere: elementi fondamentali per affrontare le difficoltà

Oggi, Murgia è una donna che ha imparato a vivere e ad amare intensamente, e che affronta la sua battaglia contro il cancro con coraggio e determinazione. L’ultimo desiderio che vorrebbe realizzare è quello di andare in Corea del Sud per incontrare i BTS, ma sa che probabilmente non sarà possibile. Tuttavia, si rallegra delle altre cose che ha fatto nella sua vita, come scrivere i libri che ha voluto e amare le persone che ha scelto. Michela Murgia è un esempio di forza e resilienza, una donna che ha superato numerose difficoltà e che continua a lottare per la sua vita e per il suo futuro. Le sue parole in questa intervista sono una testimonianza di come l’amore, la famiglia e il desiderio di vivere possano aiutare a superare anche le prove più dure.

Dalla stessa categoria

Correlati Categoria

Resta ricoverato al reparto solventi dell’ospedale Fatebenefratelli Fedez, nel reparto di Chirurgia d’urgenza e oncologica diretta da Marco Antonio Zappa, perché ieri, domenica 1 ottobre, avrebbe accusato un nuovo sanguinamento. Stando a quanto si è appreso, infatti, sarebbe stato necessario suturare in sala operatoria il tessuto ma senza la necessità di una nuova trasfusione di […]