Ricette d’autunno: le pietanze prelibate con il tartufo bianco o nero

di Manuela Zanni

Il tartufo è un ingrediente molto utilizzato per preparare ed insaporire i primi piatti ma, in alcune pietanze, è possibile utilizzarlo anche da protagonista dei piatti d’autunno. Per valorizzare al massimo il gusto inconfondibile del tartufo, occorre però usare qualche accortezza: si tratta, infatti, di un ingrediente piuttosto delicato sia da cucinare che da conservare.

 

Come pulire il tartufo

 

Una cosa importante da fare prima di utilizzarlo, è  pulirlo bene, eliminando accuratamente tutto il terriccio che lo ricopre, cercando sempre di affettarlo molto sottilmente con l’apposito taglia tartufi, appena pochi minuti prima di servire il piatto. Ma vediamo quali sono i piatti con il tartufo bianco o nero da provare assolutamente!

Uova all’occhio di bue con tartufo nero

 

Secondo alcuni chef, l’abbinamento che meglio esalta l’aroma e il profumo del tartufo è quello con l’uovo all’occhio di bue. Preparare questa ricetta è davvero molto semplice, poiché vi basterà procurarvi delle uova fresche di buona qualità e il tartufo nero (come ad esempio quello di Norcia). Scaldate una padella antiaderente con un filo d’olio, rompete le uova in padella, abbassate il fuoco e cuocetele per pochi minuti. Mettete le uova nel piatto, aggiustate di sale e pepe e grattugiate sopra il tartufo fresco a lamelle sottili.

Tagliolini al tartufo

 

Il tartufo è molto utilizzato per preparare dei primi piatti di pasta: tortelli, spaghetti, pappardelle, tagliatelle e fettuccine al tartufo!  Ottimi da preparare sono anche i tagliolini al tartufo con la pasta fresca all’uovo. Per fare questa ricetta, cuocete la pasta e conditela con burro fuso (o olio aromatizzato al tartufo) e lamelle di tartufo bianco.

Patate al tartufo

 

Questo piatto con le patate è contorno semplice ma pregiato, ideale per esaltare tutto il profumo del tartufo. Cuocete le patate in una pentola piena d’acqua fredda salata, scolatele e sbucciatele e poi tagliatele in fette non troppo spesse. Mettete il burro o l’olio in un tegame piuttosto capiente sul fuoco e unitevi le patate, facendole cuocere fino a quando non saranno ben dorate. Togliete le patate dal fuoco, aggiungete sale e pepe e poi guarnitele con tartufo bianco grattugiato con l’apposito strumento.

Fonduta al tartufo bianco

 

Il tartufo è in grado anche di esaltare piatti con formaggi regionali. Tipica è ad esempio la fonduta Valdostana al tartufo, preparata con la fontina Dop e il tartufo bianco d’Alba. Questa fonduta è servita in ciotoline e si accompagna a fettine di pane casereccio fatte tostare un po’ in forno. Per prepararla, basterà tagliare il formaggio a dadini e metterlo a cuocere a bagnomaria con del latte, fino a fondere tutto il formaggio. Si aggiungono poi al composto anche dei tuorli d’uovo, uno per volta, mescolando sempre e facendo cuocere finché il composto di formaggio non smetterà di filare. Infine, la fonduta si guarnisce con qualche lamella di tartufo bianco.

Crostini al tartufo

 

Questi crostini sono un antipasto davvero delizioso e sono preparati semplicemente con una crema di tartufo spalmata su fette di pane tostate. Per prepararli, affettate il tartufo a fettine sottili con l’apposito attrezzo tagliatartufi e tenete alcune fettine da parte per la decorazione. Ponete le restanti fettine di tartufo in un mortaio e pestatele insieme all’aglio, aggiungendo l’olio a filo e mettendo anche po’ di succo di limone, sale e pepe, fino ad ottenere una cremina densa. Tagliate a metà le fette di pane tostate e spalmatevi sopra la crema di tartufo, decorando con le lamelle di tartufo rimaste.

Risotto al tartufo

 

Il tartufo bianco o nero si sposa anche con i risotti, rendendoli unici e ricchi di un sapore inimitabile. Il risotto al tartufo è una ricetta molto semplice e farete un’ottima figura a servirlo ai vostri ospiti. Per preparalo, fate un classico risotto: tostate il riso, sfumatelo col vino bianco e cuocetelo fino a cottura con il brodo vegetale ben caldo. A fine cottura, mantecate il risotto una noce di burro, aggiungendo anche il tartufo nero tagliato in sottili scaglie.

Cremoso al cioccolato con tartufo bianco

Per  la mousse al cioccolato 
Aggiungere i tuorli montati al cioccolato fondente e il cognac, caffè, aggiungere la panna montata e per ultimo gli albumi.
Per il crumble 
Sciogliere il burro e aggiungerlo agli altri ingredienti.
Cuocere in forno su di una teglia a 180C fino a quando risulta colorito
Per  la ganache
Far bollire la panna aggiungere il cioccolato ,versare in una teglia e lasciare raffreddare.
Aggiungere dopo aver composto il piatto il tartufo bianco fresco in scaglie.

 

LEGGI ANCHE:

Antipasti autunnali veloci, le ricette da preparare

Andare a tartufi è una questione di educazione – andare a tartufi

Andare a tartufi: ci sono alcune tecniche da seguire per iniziare

 


Dalla stessa categoria

Lascia un commento

Correlati Categoria

2 min

Dicembre è sempre più vicino e una delle domande che più ci si chiede è quali antipasti di Natale si devono preparare per le feste. Non è così difficile come può sembrare: basta scegliere tra carne, pesce o verdure e il gioco è fatto! Scopriamo qualche ricetta. Antipasti di Natale: cocktail di gamberi Un must […]

3 min

Durante questo periodo dell’anno l’ideale è prepararsi delle perfette zuppe autunnali. Si possono preparare anche in anticipo e da riscaldare in un secondo momento. Ecco quali sono le migliori zuppe autunnali! Zuppe autunnali: lenticchie e patate 400 g di lenticchie piccole 2 patate medie 2 carote medie 1 spicchio d’aglio 4 cucchiai di olio extravergine […]

5 min

Dopo averla tanto attesa, Antonino Cannavacciuolo ha conquistato la terza stella Michelin nella Guida 2023 con il suo ristorante Villa Crespi. Scopriamo,  di seguito, la motivazione e cosa ne pensa lo chef patron campano. La motivazione Antonino Cannavacciuolo “ha convinto il team della guida Michelin per la capacità di creare una esperienza, di viaggio, in […]