26 Febbraio 2021 |

Si fa presto a dire “frittata”! I nostri consigli perchè sia perfetta

di Manuela Zanni

Iscriviti alla Newsletter di Donnaclick

Non perderti le ultime novità
  • La frittata è un passepartout che salva tanti pasti ma non sempre riesce bene perchè, come tutte le cose apparentemente semplici, ha bisogno di molta attenzione.
  • Eccovi i 4 consigli per fare una frittata perfetta che non dovete mai dimenticare.
  • In questo modo potete fare  delle ottime omelette, frittate di pasta, riso, con le verdure e tutte quelle che la vostra immaginazione vi suggerirà.

Fare la frittata è un’arte, una magia che richiede esperienza e maestria. Eccovi alcuni  consigli utili per fare una frittata perfetta anche se siete alle prime armi.

 

Le uova 

Il primo segreto per una frittata perfetta sono le uova
( preferibilmente di galline allevate all’aria aperta). Come devono essere? Fresche e a temperatura ambiente! Per fare una frittata perfetta, infatti, è bene tirare le uova fuori dal frigorifero già un’oretta prima di sbatterle. Naturalmente, più fresche sono le uova e migliore sarà la loro resa durante la sbattitura e anche il gusto fragrante della nostra frittata.

La padella 

La frittata non si cuoce bene a prescindere dalla pentola. Per fare una frittata perfetta servono una ottima pentola antiaderente e un coperchio di acciaio. Accertatevi che la pentola sia unta uniformemente e non abbia graffi o tagli che inficino la buona cottura della frittata. Per 4 uova usate una pentola antiaderente di 22 cm di diametro. Non sempre però questa cottura è ideale. Ad esempio, per fare i rotoli di frittata farciti è meglio cuocere la frittata in forno, in una pirofila rivestita con carta forno dove si cuocerà uniformemente.

 

Sbattitura delle uova

 

Per quanto riguarda la sbattitura delle uova, ci sono molte correnti di pensiero. L’ideale è sbattere le uova in una coppa di ceramica o acciaio, con un pizzico di sale e, per avere una bella frittata gonfia, non lasciare smontare le uova prima di friggerle. Fate così: mettete sulla fiamma a fuoco medio una la pentola antiaderente con l’olio o il burro/margarina (ognuno di questi grassi conferisce alla frittata un sapore e una consistenza diverse (noi vi consigliamo l’olio d’oliva) e aspettate che “sfrigoli”. Sbattete le uova energicamente ma non troppo a lungo e versatele nell’olio che fa le bollicine in modo da coprire tutto il fondo di uova. Abbassate la fiamma e non appena le uova si sono rapprese, chiudete la pentola antiaderente con il suo coperchio. Controllate la cottura in modo che non si attacchi sul fondo. In altre parti del mondo le uova si sbattono direttamente in padella ma non in Italia!

Come girare la frittata

Ora, se non siete uno chef famoso o un campione di arti marziali, non girate la frittata al volo: muovetela con la spatola in silicone per controllare che sia completamente cotta sul fondo. Prendete il coperchio e fatevi scivolare la frittata senza spegnere la fiamma e stando attenti a non bruciarvi. Una volta che avrete trasferito completamente la frittata dalla parte del fondo cotto sul coperchio, rituffatela dalla parte non cotta nel tegame. Fatela cuocere da questo lato, spegnete e servite la frittata subito dopo.

Leggi anche: Frittate arrotolate: tante ricette