03 Ottobre 2016 |

Le 8 varietà di uva da conoscere e gustare

Iscriviti alla Newsletter di Donnaclick

Non perderti le ultime novità
matrimonio tema vino

Per assaporare questo ottimo frutto e non solo in autunno

 

Esistono molte varietà di uva e l’Italia è uno dei paesi che dedica largo spazio alla coltivazione di questo meraviglioso frutto che riesce ad arrivare sulle tavole degli italiani da maggio a dicembre, proponendo una vastità di tipologie che vanno dall’uva con semi o senza all’uva rossa, bianca, e nera, a seconda della specie, del territorio di coltivazione e delle condizioni ambientali e climatiche.

Oggi, poi, troviamo anche particolari uve da coltivazioni biologiche, altre di origine controllata o protetta, andando così ad arricchire le già numerose caratteristiche di quel frutto che da sempre chiamiamo con il termine generico “uva”.

Scopriamo allora 8 varietà di uva da conoscere e gustare che sicuramente soddisferanno il vostro palato!

1. Uva Italia

L’uva Italia è la più diffusa tra tutte le uve italiane ed è nata nel 1911 grazie al Prof. Alberto Pirovano. Si tratta di un’uva bianca molto produttiva in grado di resistere bene agli agenti patogeni non solo durante la coltivazione ma anche nella fase di trasporto. È caratterizzata da grandi acini con buccia di colore giallo-verde piuttosto spessa e consistente, presenta semi all’interno e ha una polpa croccante e succosa con un aroma delicato.

2. Pizzutello Bianco

La varietà di uva Pizzutello Bianco è molto presente in Italia da tempo immemore e trova le sue origini in Siria. Possiamo trovare i più antichi vitigni coltivati in Puglia, Sicilia e Lazio, dove quest’uva è ancora prodotta in grandi quantità perché molto apprezzata. Il periodo di maturazione è intorno a fine di settembre e presenta un acino allungato con polpa consistente e croccante e semi interni. Il sapore non è molto deciso, ma dolce e gradevole.

 

3. Thompson Seedless

La Thompson Seedless è un uva molto antica, nota anche come uva Sultanina e originaria della Turchia. Diffusasi, poi, in tutto il bacino del Mediterraneo questa varietà di uva da tavola è spesso gustata come uva passa. È caratterizzata da acini piccoli e dorati, con polpa soda e sapore molto zuccherino. Gli acini maturano nella seconda parte di settembre.

 

4. Red Globe

L’uva Red Globe è una varietà di uva rossa con semi molto diffusa e apprezzata in tutto il mondo ed è il risultato di un incrocio brevettato dall’Università della California. Nonostante le sue origini straniere, è una tipologia presente in tutta Italia e presenta un acino grosso con buccia pruinosa violetto scuro, con polpa incolore e sapore dolce.

 

5. Scarlotta Seedless

La Scarlotta Seedless è un tipo di uva rossa senza semi, nota anche come Sugranineteen. Ha una maturazione tardiva ed è caratterizzata da grandi grappoli con acini dalle medie dimensioni con forma allungata. Presenta una buccia poco pruinosa di colore rosato intenso e polpa croccante, succosa ma leggermente acida.

 

6. Black Magic

La Black Magic è una varietà molto precoce, forse la più precoce tra i tipi di uva nera con semi. Si tratta di una creazione piuttosto recente, nata in Moldavia nei laboratori dell’Istituto di Viticultura di Chisinau. In Italia è molto coltivata in Sicilia e Puglia e presenta grappoli fitti di acini che, una volta maturi, risultano grandi e con buccia nero-blu piuttosto spessa, polpa incolore e molto carnosa.

 

7. Autumn Royal

Come dice il nome stesso, l’uva da tavola Autumn Royal è tardiva e disponibile da settembre fino a fine novembre. Si caratterizza per essere un’uva nera senza semi o con piccoli semi, acini con buccia nero-blu intenso, polpa carnosa e incolore con un sapore delicato. Di solito è molto apprezzata fresca.

8. Vitroblack

L’uva Vitroblack è conosciuta anche con il nome di uva Ophelia, ed è una varietà di uva senza semi molto precoce che matura nel mese di maggio. Presenta grappoli grandi e acini allungati di colore blu-nero brillante. La buccia risulta spessa e pruinosa, mentre la polpa è soda e dal sapore neutro.

Leggi anche:

 

Claudia S.