I peggiori difetti delle suocere, ecco quelli che proprio non sopportiamo

di Elisa Malizia


Sei su Telegram? Ti piacciono le nostre notizie? Segui il canale di DonnaClick! Iscriviti, cliccando qui!
UNISCITI

Le suocere, croce e delizia delle nuore, che siano presenti o defilate, la loro immagine aleggia sulle coppie di tutto il mondo, sia formate da poco che ben rodate. La mamma, per un uomo, è una sorta di totem intoccabile che fa tutto in maniera perfetta, non sbaglia mai, ha sempre ragione, anche a scapito della moglie o compagna. Queste sono generalizzazioni, certo, ma la maggioranza delle nuore sa quanto sia difficile avere a che fare con una suocera che, agli occhi di un figlio, appare inarrivabile e perfetta. Sono davvero pochi gli uomini che invitano le mamme a fare un passo indietro e a lasciare alla sua compagna lo spazio di agire nel modo che ritiene corretto, specialmente se ci sono nipotini. Le coppie di oggi, poi, sono investite da rivoluzioni e tentazioni un tempo inesistenti, come i social network, cose che complicano non poco i rapporti a due. Non si sente la necessità, quindi, di una suocera ingombrante e mal disposta! Alcuni atteggiamenti, poi, sono più fastidiosi e gravi, tanto che esiste una vera e propria classifica di ciò che le nuore davvero non sopportano delle suocere: scopriamoli insieme.

Suocere contro nuore: la sfida infinita!

La cura della casa

Non importa quante ore una nuora dedichi alla cura della casa e alle pulizie: è sempre poco! Poi, la suocera contestano anche i modi, non solo l’impegno, perché la sua tecnica di pulizia dell’argenteria è migliore, la sua tecnica per stirare le camicie dovrebbe essere insegnata nelle migliori università, perché sui suoi pavimenti potreste mangiare a occhi chiusi… e vostro marito annuisce! Nessuno ama sentirsi sminuire, specialmente se ha dedicato tempo e attenzione ad una determinata attività: la sua tecnica non è migliore, è solo diversa, non sentitevi disprezzate. Solo voi sapete davvero quanto siete state brave e capaci!

L’educazione dei figli

Questo campo crea dei veri e propri scontri, un bravo marito dovrebbe, in questo caso, invitare la mamma a dare consigli senza invadere una sfera che non le compete. Il metodo educativo va scelto dai genitori, possibilmente in totale accordo; è già complicato, infatti, trovare un punto d’intesa tra due persone, figuriamoci se anche la suocera ci mette lo zampino. Se vostro marito ha dei difetti innegabili, è disordinato, caotico, a volte anche un po’ maleducato a tavola, usate l’ironia e dite alla suocera: “un figlio educato da te ce l’ho in casa e fa più disordine di quelli educati da me!”. A prescindere dalle battute, comunque, l’aiuto dei nonni nel crescere i bambini resta fondamentale, ma senza imporre visioni e metodi non condivisi da entrambi i genitori.

La suocera chef

Le sua lasagne sono migliori, voi potete anche avere un ristorante a 5 stelle, la cosa è del tutto superflua. Cucina tutto allo stesso modo da anni e il figlio (il vostro compagno, quindi) apprezzerà sempre ciò che prepara la mamma perché lo riporta all’infanzia, ai bei ricordi, “ai sapori di una volta”. Inutile iniziare una competizione, quando la inviterete a pranzo si presenterà sempre con qualcosa preparato da lei e sarà con quello che riempirà il piatto del suo bambino.

Invadono la privacy

Molte suocere hanno le chiavi di casa dei figli perché magari sono loro che vanno a prendere i bambini a scuola, oppure per innaffiare le piante o, peggio, perché quella casa è stata un loro regalo e quindi si sentono in diritto di poter entrare come meglio credono. Anche in questo caso, è vostro marito che deve mettere dei paletti ben precisi ed invitare la mamma ad usare le chiavi solo in caso di reale necessità. Avere le chiavi, poi, non l’autorizza a cambiare disposizione dei mobili o dei vasi, oppure ad occuparsi di faccende domestiche non richieste. Per una donna che lavora una mano in casa è di certo gradita, ma ricordate che prima di suocera e mamma avete un marito: può imparare a rifare un letto e non avrà dei cali di pressione per aver steso della biancheria.

Criticano e sparlano

Hanno una parola cattiva per chiunque, nuora compresa, minimizzano gli sforzi altrui, non apprezzano i gesti sinceri, lei all’età di Tizio e Caia aveva già quattro figli, una casa di proprietà, un lavoro e due cani, iniziano filippiche sui “giovani d’oggi”, parlano in modo molto leggero della moralità delle donne moderne. Non raccogliete le provocazioni e sorridete: le generazioni di oggi sono lo specchio dell’educazione ricevuta dalle generazioni precedenti!

Suocere competitive e iperprotettive

Hai preparato una torta? Il giorno seguente si presenterà con una a tre piani, decorata con fondant colorato e pepite d’oro. Controlla come sono vestiti i nipoti e il figlio, è gelosa se lo abbracciate o baciate in sua presenza adducendo scuse poco credibili come “le sconcezze in pubblico”, chiama più volte al giorno per sapere se suo figlio è tornato dal lavoro e se i nipotini hanno mangiato (e soprattutto cosa): ricordatele che siete voi le regine della casa, quelle che curano la quotidianità dei vostri figli e, ora, anche del suo.

Dalla stessa categoria

Lascia un commento

Correlati Categoria

Spesso quando si parla di violenza si tende immaginare subito un’aggressione e una violenza di natura fisica, ma esistono delle forme di abuso invisibile che però possono creare enormi danni psicologici. Ecco perché è importante imparare a riconoscere i segnali della manipolazione emotiva e psicologica che può essere ugualmente pericolosa e impattante sulla nostra salute […]

Innamorarsi è un’esperienza affascinante che spesso ci coglie di sorpresa, come un incantesimo improvviso che ci avvolge in un turbine di emozioni. Tuttavia, se per alcuni di noi serve un po’ di tempo per conoscersi e accertarsi di amare realmente un’altra persona, per molti altri questa magia si dissipa altrettanto rapidamente di come è apparsa, […]