“BELLA” 8 MARZO | Un progetto dedicato alla donna

di Redazione Fast News


Sei su Telegram? Ti piacciono le nostre notizie? Segui il canale di DonnaClick! Iscriviti, cliccando qui!
UNISCITI

[…] Bella, gli occhi non li contiene il tuo volto, non li contiene la terra. Ci sono paesi, fiumi nei tuoi occhi, c’è la mia patria nei tuoi occhi, io vi cammino, essi danno luce al mondo dove io cammino. Bella. […] PABLO NERUDA

PALERMO. Lo spunto è dato dalla splendida poesia di Pablo Neruda, “Bella” un inno d’amore sincero, affascinato, calato nell’ambiente che lo circonda. E proprio partendo dai versi romantici del poeta cileno, è stato costruito un evento che vuole ribaltare il comune denominatore di questi ultimi anni in cui l’8 marzo è diventato uno spunto (giustissimo) per manifestare il proprio no a violenza e femminicidi. Ma in questo caso si vuole raccontare la donna, “bella” di vita, di amore e perché no, di dolore, ma senza dimenticare temi importanti come la prevenzione e la diagnostica. Dalla collaborazione tra l’associazione culturale Geniale, Palazzo del Poeta e il centro polispecialistico Chirone, che da anni si prende cura di migliaia di donne, nasce venerdì 8 marzo, dalle 16 alle 20, BELLA, manifestazione declinata su diverse direttrici. 

“Vogliamo parlare di donne, con le donne e con gli uomini, ma ricordando quanto ognuna di noi è bella, viva, piena di aspettative, di voglia di cose da fare e da costruire. Ognuna è bella a modo suo, ma deve essere libera di esserlo” dice Rosa di Stefano che ha creato il format di Palazzo del Poeta e il magazine culturale “E’ geniale”. 

Una performance teatrale ideata e realizzata dall’attrice Francesca Vaccaro e dagli attori Tommaso Gioietta e Alessandro Cassata che leggeranno i versi di Pablo Neruda, che tracimerà in “Gracias a la vida” di Mercedes Sosa, cantante e attivista e che, attraverso la musica, ha lottato per diffondere i messaggi di cambiamento per i diritti delle donne. Si esprime la dolcezza e la gratitudine per una donna, che ha ringraziato sempre la vita per ogni cosa in sé e intorno a sé. Infine, “8 marzo 1972” percorso mediatico-sensoriale in cui si raccontano, grazie ad un collage radiofonico, quarant’anni di conquiste delle donne, dalla pillola all’aborto al divorzio. Attorno al percorso di ricostruzione storica curato da Liliana Sinagra anche due brevi monologhi.


A questo punto il testimone passerà di mano: nella performance “Ce lo raccontano gli uomini”, palco, riflettori e microfono andranno a uomini che leggeranno o interpreteranno a proprio modo, letture dedicate alle donne. Grazie alla collaborazione con Spazio Cultura di Nicola Macaione, sono stati selezionati alcuni brani tratti da titoli di saggistica, narrativa e poesia pubblicati da Spazio Cultura Editore dedicati alle donne:


Esa, il numero delle donne di Carmen Costa

Un furto incredibile, chi ha rubato i miei ovociti? di Giuseppe Valenti

La Sicilia delle Donne di Vittorio Lo Jacono e Carmen Zanda

Ali d’Angelo di Massimo Benenato

L’eco della fuga di Martino Lo Cascio

Lo Squarcio e il Velo di Paola Erbaggio 


INFO

“BELLA” si svolgerà venerdì 8 marzo, dalle 16 alle 20 a Palazzo del Poeta (via Seminario Italo Albanese, 20). Ingresso libero su prenotazione fino ad esaurimento posti, con quattro step di ingresso ogni ora (ultimo turno alle 19). 

Info: via whatsapp +39.389.1072495

Luogo: Palazzo del Poeta, Via Seminario Italo Albanese , 20, PALERMO, PALERMO, SICILIA

Dalla stessa categoria

Correlati Categoria

Il 23 giugno si celebra la Giornata Internazionale delle Vedove, un’occasione per riflettere sulla condizione spesso difficile di queste donne e per ribadire l’importanza di tutelare i loro diritti. Istituita dalle Nazioni Unite nel 2010, questa giornata mira a sensibilizzare l’opinione pubblica sulle discriminazioni e le violenze che molte vedove subiscono in diverse parti del […]