Cartomanzia: come leggere i Tarocchi

di brandmade1

é possibile empatizzare totalmente e liberarsi da tensioni, condizionamenti e pregiudizi che potrebbero portare a responsi non corrispondenti alla realtà.

Dovunque si puà leggere un mazzo di Tarocchi, tuttavia quando ci si appresta a mettere a disposizione degli altri il proprio bagaglio di conoscenza, trascorrendo magari ogni giorno ore e ore a effettuare consulti, occorre anche creare tutte le condizioni necessarie per ottenere il meglio per il consultante.

Fra i diversi metodi di disporre le carte, il più efficace é dato da quelli che corrispondono i quattro punti cardinali, i quali coincidono con i quattro elementi.

Indipendentemente che il consulto venga fatto telefonicamente o di persona il cartomante é sempre bene sieda con la schiena rivolta a nord e il viso rivolto a sud, ossia verso il Sole.

Il Sud rappresenta il fuoco, principio di vita e di morte e quindi l’esistenza.

Da Nord giunge il decreto Divino, la fortuna o la cattiva stella, la realtà, il mondo, la terra con tutti i suoi misteri.

A Oriente, ovvero a destra corrisponde la primavera, mentre l’Occidente la sera, l’autunno.
Sul tavolo é sempre bene avere tre candele accese il cui significato simbolico é il Pentacolo, uno dei più antichi segni del mondo.

Gli Arcani sul tavolo vanno disposti con la mano sinistra procedendo da sinistra a destra. Se non si desidera disporre le carte in fila, si potrà procedere creando un Cerchio con la prima carta posta a sud, procedendo verso ovest.

A un buon cartomante non occorre altro perchè anche solo questi piccoli semplicissimi rituali, sono sufficienti per individuare la giusta energia che porterà al responso.


Dalla stessa categoria

Lascia un commento

Correlati Categoria