Tragico tuffo in mare: turista 24enne travolta e uccisa da un motoscafo

di Redazione


Sei su Telegram? Ti piacciono le nostre notizie? Segui il canale di DonnaClick! Iscriviti, cliccando qui!
UNISCITI

Una turista di 24 anni ha perso la vita mentre si trovava in vacanza ai Caraibi. È morta dopo che l’elica di una barca le ha strappato due arti, mentre stava nuotando. Yuranis Vanegas Peña si stava godendo un po’ di relax con la sua famiglia, ignara del fatto che un tuffo le sarebbe stato fatale.

La 24enne era insieme ai genitori in una baia, ma il pilota di una barca non l’ha vista. Ha travolto la giovane turista e l’elica le ha amputato un braccio e una gamba. La tragedia è avvenuta lo scorso 8 settembre a Haynes Cay, sull’isola di San Andrés, nei Caraibi. La ragazza è stata portata in un ospedale vicino, ma aveva perso molto sangue ed è giunta già senza segni vitali.

Un motoscafo (foto di repertorio)
Un motoscafo (foto di repertorio)

Un portavoce della polizia ha detto: “Il capitano del motoscafo, che si è fermato per aiutare, ha prestato i primi soccorsi e ha portato la vittima in ospedale, dove purtroppo è morta”. L’uomo alla guida della barca si è anche offerto per collaborare con le forze dell’ordine, per le indagini in corso.

Yuranis Vanegas Peña era una studentessa e viveva a Bogotà. Dopo quanto accaduto, le autorità hanno dichiarato di voler rendere l’area in cui è morta accessibile solo ai bagnanti nei prossimi mesi.

Era in vacanza ai Caraibi insieme alla sua famiglia. Non si tratta del primo incidente di questo tipo: lo scorso 5 agosto è avvenuto un incidente simile al largo delle Isole del Rosario, in Colombia, dove un turista costaricano è stato colpito dall’elica di una barca, mentre nuotava in mare. Il 21enne è ancora in terapia intensiva, dopo aver riportato gravi ferite ai glutei e alla coscia sinistra.

Dalla stessa categoria

Correlati Categoria

L’azienda ha rispettato l’impegno preso verso i propri apicoltori mantenendo le promesse fatte per il raccolto 2023. Per tutelare un settore a rischio come quello del miele, ha corrisposto ai suoi collaboratori un compenso congruo, permettendo così di garantire il futuro di questo comparto strategico per l’intero sistema agroalimentare e per la tutela degli ecosistemi […]