Superenalotto, il vincitore si rivela: “Me ne vado in Costa Rica”

di Manuela Zanni


Sei su Telegram? Ti piacciono le nostre notizie? Segui il canale di DonnaClick! Iscriviti, cliccando qui!
UNISCITI

Quando capita un avvenimento che ti cambia la vita come una vincita milionaria al Superenalotto è facile commettere passi falsi. Per quanto sia chiaro a chiunque che la cosa più sensata da fare (per infiniti motivi) sia nascondere il fatto (persino e soprattutto) ad amici e parenti, l’entusiasmo incontenibile per questo risultato rischia di fare commettere qualche errore che rivela l’accaduto come in questo caso. Scopriamo, di seguito, cosa è accaduto.

Svelato (forse) il vincitore del Superenalotto: chi è?

Con un messaggio un operaio di Camino al Tagliamento mandato al suo gruppo WhatsApp di amici ha commesso un passo falso rivelando di essere il vincitore del Superenalotto milionario. L’entusiasmo per la sua incredibile vincita lo ha tradito al punto da fargli rivelare con un messaggio quello che sarebbe dovuto essere un segreto inconfessabile.

Cosa ha scritto il (potenziale) vincitore del Superenalotto?

Con queste parole scritte sulla chat WhatsApp sul calcio un operaio di Camino al Tagliamento potrebbe aver rivelato incautamente la notizia che avrebbe dato una svolta alla sua vita: “Saluto tutti! Vado in Costa Rica”, ha scritto a tre giorni dal “sei” al Superenalotto centrato al bar Alla Terrazza di Codroipo con cinque quote da 4,2 milioni ciascuna. L’autore del messaggio poi si è tirato indietro, parlando di uno scherzo di Carnevale anche se ormai la voce ha cominciato a girare e sono piovute in ugual misura conferme, smentite, ipotesi.

Chi è il vincitore?

Tra i potenziali fortunati sono stati individuati i dirigenti della società di calcio del Camino, poi è circolata l’ipotesi che i vincitori siano due operai della Rhoss di Codroipo. “Pare che non vada più a lavorare”, fa sapere una fonte basandosi sempre sui «si dice» in paese. Ma alla Rhoss non sarebbero arrivate lettere di licenziamento nell’ultima settimana. Anche se tra i 350 dipendenti qualcosa si mormora. “Per ora sono soltanto chiacchiere – fanno sapere al telefono – Non si possono fare nomi certi. Quello che possiamo dire con sicurezza è che qui non c’è stato nessun brindisi. Si parla e basta”. Intanto, al bar Alla terrazza ancora nessuno si è fatto vivo e il ‘mistero’ sembra ancora ben lontano dalla soluzione.

Superenalotto

Superenalotto

La vincita in Sicilia da 371 milioni di euro

Anche in Sicilia dopo più di un anno e mezzo di assenza è stato centrato il Jackpot milionario ma il vincitore non è unico. Il jackpot da record da 371 milioni di euro è stato vinto lo scorso giovedì 16 febbraio.  Il super premio  euro è stato centrato ancora una volta con la Bacheca dei Sistemi di Sisal. Ben 90 giocatori si sono divisi il jackpot, spendendo ciascuno una quota di appena 5 euro e portandosi a casa oltre 4,1 milioni di euro. Per la precisione 4.123.704,71 euro. In un bar di Termini Imerese, il Bar Bevuto di Carmelino Catalano di via Bevuto, 16, sono state vendute ben tre quote da oltre 4 milioni ciascuna, del jackpot milionario. Altre tre vittorie tra Palermo e provincia sono avvenute  al tabacchi di via Gaetano La Loggia 186 di Palermo, al tabacchi di corso Vittorio Emanuele 256 di Villabate e infine al tabacchi Randazzo di via Falcone e Borsellino 39 a Marineo.

Come si riscuote la vincita

Il vincitore ha 90 giorni di tempo per presentare la ricevuta vincente di gioco presso gli  Uffici Premi Sisal:

Ufficio Premi di Sisal S.p.A – Roma

Viale Sacco e Vanzetti, 89 – 00155 – Roma

Da lunedì a venerdì dalle 9.00 alle 13.00

Ufficio Premi di Sisal S.p.A – Milano

Via Ugo Bassi, 6 – 20159 – Milano

Da lunedì a venerdì dalle 9.00 alle 13.00

Dalla stessa categoria

Lascia un commento

Correlati Categoria