Natale sostenibile con Secret Santa: di cosa si tratta

di Manuela Zanni

Il termine  “Natale sostenibile” indica  quello in cui si riducono al minimo gli sprechi, pur volendo preservare la tradizione di scambiarsi regali. Se adotterete il Secret Santa, la vostra casa e quella dei vostri amici non si riempiranno di ulteriori oggetti superflui, risparmierete soldi e avrete fatto una cosa divertente. Scopriamo, di seguito, di cosa si tratta.

Cosa significa Secret Santa

Secret Santa significa letteralmente Babbo Natale segreto. Santa Claus è infatti il modo in cui viene chiamato Babbo Natale nei paesi anglofoni. Il Secret Santa è praticato in molti paesi del mondo diversi. In Italia è conosciuto più come Secret Santa che come Babbo Natale segreto, probabilmente a causa del fatto che da noi è arrivato dopo che si era già consolidato in paesi come gli Stati Uniti e il Regno Unito.

Chi era Santa Claus

Per la cronaca, Santa Claus si chiama così perché deriva da una variazione lessicale di Saint Nicholas, San Nicola. Quest’ultimo era un vescovo greco vissuto nel IV secolo d.C. e venerato come santo dalla Chiesa cattolica. Si narra che Nicola fosse venuto a conoscenza di un ricco uomo decaduto, che voleva avviare le sue tre figlie alla prostituzione perché non poteva farle maritare decorosamente. Prese dunque una buona quantità di denaro, lo avvolse in un panno e lo gettò nella casa dell’uomo nel corso di tre notti consecutive, in modo che le tre figlie avessero la dote per il matrimonio. Perciò è venerato come santo benefattore.
È frequente trovare la raffigurazione di tale episodio in affreschi e dipinti all’interno delle chiese. Altre leggende raccontano che San Nicola ritrovò e riportò in vita tre bambini, rapiti ed uccisi da un oste.

Secret Santa

Secret Santa

 

Come si fa il Secret Santa

  • Nel Secret Santa ciascuno riceve un solo regalo, da una persona di cui non conosce l’identità. Al tempo stesso, ciascuno deve fare un regalo a un’altra persona scelta a caso. Ecco le istruzioni:
  • Definisci prima chi sono i partecipanti, perché il Secret Santa (o Babbo Natale Segreto), funziona solo con una lista ben definita a priori di partecipanti.
  • Se si svolge nel luogo di lavoro, chiedi prima chi vuole partecipare su base volontaria.
  • Stabilisci un budget massimo di spesa per l’acquisto dei regali, a cui tutti si dovranno attenere.
  • In alcune varianti, che però complicano un po’ l’attività, si stabilisce anche un tema a cui attenersi, oppure la regola che i regali non devono essere acquistati ma realizzati a mano, oppure che devono essere oggetti propri che si decide di regalare. Un’altra variante è quella di stabilire regole per l’incarto dei regali.
  • Decidi e comunica la data, l’ora e il posto in cui avverrà lo scambio dei regali.
  • Comunica il luogo dove devono essere depositati i regali, affinché tutti i donatori rimangano anonimi.
  • Organizza l’estrazione dei nomi.
  • Se riesci a riunire insieme tutti i partecipanti, ciascuno deve scrivere il proprio nome su un biglietto.
  • I biglietti, piegati, vanno messi in un cappello o altro contenitore.
  • Poi ciascuno estrae un biglietto per sapere a chi dovrà fare il regalo.
  • Se pesca il proprio nome, lo deve rimettere nel cappello ed estrarne un altro.
  • Se invece le persone si trovano distanti, puoi organizzare tutto online. (Più avanti nell’articolo ci sono dei suggerimenti pratici per farlo)
  • Ciascuno può rendere nota a tutti gli altri una lista di propri desideri.
  • Questa variante del Babbo Natale segreto facilita l’appropriatezza dei regali, che non guasta, specie se i partecipanti non si conoscono tutti bene tra loro.
  • Altrimenti, puoi evitare le liste dei desideri e lasciare che ciascuno si industri come meglio può per trovare il regalo giusto.
  • Nel giorno stabilito, i regali vengono scartati.
  • Se il gruppo coincide con le persone con cui si passa il Natale, tale giorno sarà presumibilmente la Vigilia o il giorno di Natale stesso.
  • I regali possono essere depositati in una stanza defilata che faciliti l’anonimato.
  • Sarebbe ideale se il “deposito” fosse disponibile già da giorni prima.
  • Se il Secret Santa (o Babbo Natale segreto) si svolge al lavoro, si dovrà scegliere una data a ridosso del Natale e un luogo nel quale depositare i regali sin dall’inizio.

Cosa regalare ad un Secret Santa

Il cosa regalare è un grande tema, che ci accompagna tutta la vita, in occasione di compleanni, Natali, matrimoni, eccetera. Alcune persone riescono a capire cosa regalare con più facilità di altre. Per altre il regalo è una specie di tortura. È una questione di attitudini personali. Non bisogna sentirsi in colpa se non si sa cosa regalare. Il Secret Santa quanto meno facilita il compito, perché bisogna concentrarsi su una sola persona. Ecco alcuni  semplici criteri che è possibile seguire:

  • Comprare i regali in anticipo.
  • Lasciate uno spazio in mente in modo che ti possano venire idee in qualsiasi momento.
  • Entrate nei negozi (fisici o online) cercando di guardare gli oggetti dal punto di vista di un’altra persona.
  • Se siete abili con le mani considerate la possibilità di realizzare  qualcosa di utile, con il legno, la maglia, il cucito, ma anche regali gastronomici ( confetture, biscotti etc).
  • Escludete regali superflui o solo divertenti.
  • Scegliete solo qualcosa che ti immagini la persona utilizzerà realmente.
  • Può anche non essere una cosa “utile”, magari anche un’attività, comunque qualcosa che porti un pizzico di valore in più a quella persona.
  • Attieniti rigorosamente al budget che è stato stabilito.
  • Non puntate a fare  bella figura perché nessuno deve sapere  chi ha fatto i regali .
  • Considerate il regalo unicamente dal punto di vista della persona che lo riceverà.
  • Non rivelate mai a nessuno il regalo che avete  fatto in modo da rendere questo dono più autentico.

la storia di babbo natale
Come organizzare un Secret Santa online

Nel  caso in cui i partecipanti non siano in grado di riunirsi in tempo per fare l’estrazione del biglietto,  si rende necessario organizzare online il Secret Santa (o Babbo Natale segreto). Se l’organizzatore intende mantenersi fuori dal gioco, può organizzare da solo l’estrazione e comunicare a ciascuno il destinatario del proprio regalo, via email o Whatsapp. Ma chi vuole rimanere escluso da una cosa bella come il Secret Santa? Volendo partecipare, l’unica opzione è un software che scelga per noi gli abbinamenti, mantenendo per sé il segreto. Eccone di seguito una lista. Considerate che quando si usa un servizio online c’è sempre un prezzo da pagare. Per le app che vi elenco qui bisogna pagare pochi euro. Per il servizio web, che è gratuito, il prezzo da pagare è cedere gli indirizzi email o i numeri di telefono a qualcuno che non si sa cosa ci farà. Può darsi che li rivenda a qualcun altro.

Secret Santa: scambio regali – App per iPhone, che costa 4,99 euro.
Babbo Natale segreto – App per Android.
Generatore di Secret Santa – Applicazione online gratuita per il web.
Secret Santa Generator – Applicazione web gratuita e open source.
L’ultima soluzione, quella open source, a mio parere è la migliore. Non ha prezzi da pagare, se non quello di essere in inglese. Se lo capite appena (ma potete usare anche il traduttore del browser) è molto facile da usare ed efficace.

Babbo Natale

Secret Santa

LEGGI ANCHE: Babbo Natale esiste? Come rispondere ai bambini

Secret Santa sul posto di lavoro

Sul luogo di lavoro, l’organizzazione del Secret Santa è un po’ più delicata. Salvo alcuni casi particolari, i luoghi di lavoro sono aggregazioni di persone non sempre accomunate d valori comuni o da legami d’affetto. Se il clima nel luogo di lavoro è buono o ottimo, è probabile che il Babbo Natale segreto funzioni alla grande. Ma se non lo è tanto, bisogna avere alcune cautele, come ad esempio:

  • Attenersi rigorosamente alla partecipazione volontaria. Nessuno deve partecipare se non è più che convinto di volerlo fare.
  • Evitare abbinamenti tra persone che per varie ragioni possano essere incompatibili.
  • Preferire ambiti ristretti – come i singoli dipartimenti – rispetto all’azienda nel suo complesso.
  • Includere solo persone che possano realmente recapitare il proprio regalo ed essere presenti di persona nel giorno stabilito.
  • Rinunciare al Secret Santa nel caso in cui il clima nel luogo di lavoro non sia adatto. In certi casi, il Babbo Natale potrebbe approfittare dell’anonimato per fare dei dispetti.

LEGGI ANCHE: Regali di Natale gourmet per fare felici i golosi 

Dalla stessa categoria

Lascia un commento

Correlati Categoria

2 min

Wedding Tourism, tutti pazzi per le nozze in Italia Sempre più stranieri, quindi, si rivolgono al wedding tourism per organizzare le proprie nozze in Italia. I dati provengono dall’Osservatorio Destination Weddings in Italy, condotto da Centro Studi Turistici e finanziato dal ministero del Turismo. Secondo Businesswire, il mercato globale del destination wedding ha raggiunto un […]

3 min

Bianca Balti ha raccontato in lacrime lo spavento dopo il messaggio in cui la scuola le comunicava di aver preso precauzioni a seguito di attività della polizia nel quartiere. Scopriamo, di seguito, cosa è successo. Cosa è successo a Bianca Balti (e alla figlia) Bianca Balti con  le lacrime agli occhi e la voce rotta […]

2 min

“Un’azione mirante a umiliare e a uccidere una comunità attraverso singolari e talvolta sistematici atti perpetrati in questo o quel villaggio”. Così un rapporto inviato all’Agenzia Fides, firmato da don Justin Nkunzi, Direttore della Commissione “Giustizia e Pace” dell’Arcidiocesi di Bukavu, capoluogo del Sud Kivu, descriveva fin dal 2007  l’uso strumentale delle violenze sessuali come […]