Morte di Matthew Perry, perché la polizia sta indagando?

di Redazione


Sei su Telegram? Ti piacciono le nostre notizie? Segui il canale di DonnaClick! Iscriviti, cliccando qui!
UNISCITI

La polizia di Los Angeles ha aperto un’indagine sulla morte di Matthew Perry, celebre attore della sitcom “Friends“. Il corpo dell’attore è stato ritrovato il 28 ottobre 2023 nella vasca da bagno della sua casa a Pacific Palisades, e la causa del decesso è stata attribuita agli “effetti acuti della ketamina” assunta in dosi massicce. L’indagine si concentrerà su come Perry abbia ottenuto la ketamina.

Cause del Decesso

Oltre alla ketamina, l’annegamento è stato indicato come fattore contribuente alla morte di Perry, dichiarata un incidente. Il Dipartimento di Polizia di Los Angeles ha confermato la collaborazione con la DEA e il Servizio di Ispezione Postale degli Stati Uniti per chiarire le circostanze del decesso. Non sono noti i dettagli dell’indagine né le persone interrogate finora.

Esame Tossicologico e Fattori Contribuenti

L’ufficio del medico legale della contea di Los Angeles ha riportato che il campione di sangue post-mortem di Perry conteneva alti livelli di ketamina. Il vice medico legale Raffi Djabourian ha aggiunto che la malattia coronarica e gli effetti della buprenorfina, usata per trattare il disturbo da uso di oppioidi, hanno contribuito alla morte. La combinazione di questi fattori e l’annegamento hanno portato al tragico decesso dell’attore.

Matthew Perry
Matthew Perry

Trattamenti e Dipendenze

Al momento della morte, Matthew Perry era sottoposto a trattamenti con ketamina per depressione e ansia, benché l’ultimo trattamento risalisse a una settimana e mezza prima della sua morte. Perry aveva una storia di lotta contro la dipendenza da antidolorifici e alcol, frequentando più volte cliniche di riabilitazione. Nel 2016, aveva dichiarato di non ricordare tre anni di riprese di “Friends” a causa delle sue dipendenze.

Sobrietà e Memorie

Nonostante i numerosi tentativi di recupero, Perry ha scritto nel suo libro di memorie di essere rimasto per lo più sobrio dal 2001, con alcune ricadute. La sua battaglia contro le dipendenze è stata lunga e difficile, influenzando profondamente la sua vita e carriera.

Dalla stessa categoria

Correlati Categoria

Alzi la mano chi non ripensa con una certa ansia ai giorni dell’esame di maturità. Oggi, 526.317 ragazzi italiani hanno affrontato questa sfida, che ha lasciato ricordi indelebili anche tra i personaggi famosi. Alcuni di loro si sono distinti con voti eccezionali, mentre altri hanno ottenuto risultati più modesti. Scopriamoli insieme. I voti dei politici […]