Modella russa e la figlia uccise e avvolte nelle lenzuola

di Redazione


Sei su Telegram? Ti piacciono le nostre notizie? Segui il canale di DonnaClick! Iscriviti, cliccando qui!
UNISCITI

Una modella russa e la figlia adolescente sono state trovate brutalmente assassinate e avvolte nelle lenzuola in Turchia. Il principale sospetto è l’ex marito e padre, attualmente ricercato. Irina Dvizova, 42 anni, e sua figlia Dayana, 15 anni, sono state ritrovate legate con una corda su un pendio ripido nella zona turistica di Bodrum. Anche il figlio minore della modella, il piccolo Makar, di appena 5 anni, è scomparso nel nulla.

La scoperta macabra e i dettagli agghiaccianti

Le vittime, Irina e Dayana, presentavano ferite da arma da fuoco, secondo il sito russo Pravda. Le due donne erano irreperibili da giorni, finché i familiari, preoccupati, si sono recati nella loro villa in affitto e hanno trovato tracce di sangue sul divano.

La fuga e la caccia all’assassino

Come anticipato, il principale sospettato per gli omicidi è l’ex marito di Dvizova, Andrey Kuslevich, descritto dai parenti come una figura problematica che in passato è stato guardia del corpo per un oligarca ucraino. Il figlio di Irina, David, ha raccontato di abusi subiti dalla famiglia, incluso il presunto maltrattamento da parte di Kuslevich.

Inoltre, si è appreso che lo scorso giugno, la modella aveva aperto una causa per togliere all’ex marito l’affido congiunto del bambino ora scomparso.

Fuga da un passato oscuro e ricerche europee

In precedenza, Kuslevich è stato detenuto a Mosca nel 2017, con un mandato di cattura emesso dall’Interpol. Le circostanze di quel periodo sono oscure ma sembra che Kuslevich sia fuggito dal centro di detenzione durante il processo e sia attualmente ricercato per fuga dall’arresto.

Appello internazionale per la cattura

Le autorità stanno setacciando l’Europa per rintracciare Kuslevich, cittadino lituano, sospettato di aver già lasciato la Turchia.

Dalla stessa categoria

Correlati Categoria