Lando Buzzanca è “scheletrico e sfinito”, l’allarme del suo medico

di Redazione

“Vorrei farvi vedere le immagini di Lando Buzzanca, ricoverato d’urgenza (?) al Policlinico Gemelli dall’otto novembre. Non mi ferma la privacy ma il rispetto per una icona italiana famosa nel mondo”.

Comincia così, su Facebook, il post di Fulvio Tomaselli, medico di fiducia di Lando Buzzanca, l’attore siciliano 87enne che è ricoverato da oltre una settimana al Policlinico Gemelli di Roma dopo essere caduto da una carrozzina dalla RSA dov’è ospite da vari mesi.

“Le ‘amorevoli cure’ dichiarate, nel ricovero in RSA dal 27 dicembre, hanno travolto un Uomo, che un anno fa camminava e parlava, nella tragica ombra di se stesso, rannicchiato in un letto, scheletrico, sfinito… drammaticamente lucido”, ha proseguito il medico.

E ancora: “Questo stato l’ho denunciato il 5 agosto, come suo medico di fiducia… Ora sta peggio… E le stelle… guardano… sotto lo stesso tetto… Grazie per l’ottimo Sostegno… Amministrativo”.

Lando Buzzanca ricoverato in ospedale a Roma.

Lando Buzzanca ricoverato in ospedale a Roma.

Sei su Telegram? Segui il canale di DonnaClick! Iscriviti, cliccando qui!

In un post successivo, dopo che le sue dichiarazioni sono state riprese dalla stampa, il dr. Tomaselli ha precisato: “Buzzanca non soffre di demenza senile ma solo afasia e pessimo stato fisico. Non ha un tutore ma solo un amministratore di sostegno che è per legge ruolo diverso. È ricoverato in una struttura egregia dove lo stanno curando per il suo stato fisico. Capisco che quelle notizie inesatte siano più ghiotte e pruriginose ma la mente di Lando Buzzanca è integra, contrariamente al suo corpo”.

LEGGI ANCHE: “Lando Buzzanca è un fantasma, si sveglia quando mi vede”


Dalla stessa categoria

Lascia un commento

Correlati Categoria

2 min

Una dei maltrattamenti che ha preso piede negli ultimi anni è la violenza online.  Si tratta di abusi che si verificano principalmente sui social e sulle applicazioni di messaggistica. Ma non solo: si manifesta anche nel controllo ossessivo dei computer, cellulari del proprio partner. Ci sono dei segnali chiarissimi e assolutamente da non sottovalutare. Leggi […]

3 min

Alla vigilia della Giornata Mondiale contro la violenza sulle donne (25 novembre), i carabinieri del Comando Provinciale di Napoli hanno stilato un bilancio dei risultati conseguiti nel contrasto alla più odiosa forma di reato. Con i numeri, anche un video per entrare “virtualmente” nelle case dei Napoletani e, perché no, anche negli smartphone. I numeri terrificanti […]