Giornalista molestata in diretta tv da un passante: l’uomo è stato arrestato

di Redazione


Sei su Telegram? Ti piacciono le nostre notizie? Segui il canale di DonnaClick! Iscriviti, cliccando qui!
UNISCITI

La giornalista Isa Balado è stata molestata mentre stava seguendo in diretta tv un caso di furto nel quartiere madrileno di Lavapiés. A un certo punto, un uomo di passaggio le ha messo una mano sul fondoschiena. I responsabili dell’emittente hanno subito chiamato la polizia.

La vicenda

Le forze dell’ordine spagnole hanno arrestato a Madrid un uomo con l’accusa di “aggressione sessuale” ai danni di una reporter. A dare notizia dell’arresto, le stesse forze dell’ordine, attraverso i loro canali social. Isa Balado era in diretta e stava seguendo un caso di furto per il canale tv Cuatro e il programma “En boca de todos“.

Giornalista molestata in diretta tv da un passante: l'uomo è stato arrestato
Isa Balado

Stando a quanto mostrato nelle immagini tv, l’individuo le si è avvicinato e le ha toccato il sedere, mentre le chiedeva: “Di che canale siete?“. Di fronte questa scena, il presentatore del programma Nacho Abad ha sospeso il collegamento, mentre i responsabili di Cuatro hanno chiamato la polizia.

Il conduttore ha chiesto a Balado se l’uomo le avesse “toccato il culo“. Lei ha risposto di sì, visibilmente in imbarazzo, quindi ha affrontato l’uomo: “Per quanto tu possa volermi chiedere per chi lavoro, devi veramente farlo toccandomi il culo? Sono in diretta e sto lavorando”. L’uomo ha negato di averla palpata e la scena è stata commentata in studio: “Stai facendo il tuo lavoro come hai sempre fatto e arriva uno scemo che ti tocca il sedere senza alcun diritto. Onestamente la cosa mi fa infuriare”.

Come mostrato da immagini successive, l’uomo accusato dell’aggressione era rimasto nei pressi anche nei minuti successivi. “Continua a importunare tutte le persone che si trova davanti”, ha raccontato Balado in un successivo collegamento. Solidarietà è arrivata dalla ministra per le Pari Opportunità, Irene Montero, che ha chiesto “stop impunità“: “Ciò che fino ad ora era ‘normale’ non lo è più. Basta è il grido del nostro Paese per garantire il diritto alla libertà sessuale di tutte le donne“.

Dalla stessa categoria

Correlati Categoria