Gianluigi clochard fortunato, vince a Superenalotto, Gratta e Vinci e Lotto: “Ora una casa”

di Redazione


Sei su Telegram? Ti piacciono le nostre notizie? Segui il canale di DonnaClick! Iscriviti, cliccando qui!
UNISCITI

La fortuna continua a baciare Gianluigi, detto Cassano, il clochard 47enne di Bari che lo scorso ottobre si era aggiudicato una vincita da 37mila euro con una schedina del Superenalotto. Come racconta il Corriere Adriatico, l’uomo ha recentemente vinto nuovamente, stavolta con biglietti del Gratta e Vinci e giocate al Lotto, per una somma complessiva di circa 200 euro.

La storia

“Ho continuato a giocare, sempre con parsimonia e piccole somme, ma siccome mi sento fortunato in questo periodo ho proseguito e ho fatto bene” ha dichiarato Cassano al giornale. Dopo la prima incredibile vincita, che gli permetterà di incassare circa 30mila euro al netto delle tasse, l’uomo non ha perso l’abitudine di tentare la sorte, limitandosi però a minime puntate. La dea bendata sembra però continuare a prediligerlo.

Ora il sogno di una casa e poi a scuola

Dopo tanti anni trascorsi per strada come clochard, adesso Cassano può finalmente concedersi piccoli sfizi e comfort a lungo desiderati. Venerdì scorso ha trascorso la notte in un hotel di Pesaro, pagando di tasca propria la tassa di soggiorno nonostante non fosse un turista. “Ho dormito al caldo e in un letto. Ho preso una camera non troppo costosa perché, anche se ora ho dei soldi, devo gestirli con parsimonia” ha spiegato. L’uomo ha le idee chiare su come investire al meglio l’inaspettata vincita per ricostruirsi una vita dignitosa. Innanzitutto cercherà casa in affitto a Senigallia, città dove è stato accolto e aiutato da molti amici negli anni passati. Prenderà lì la residenza, condizione necessaria per poter fare richiesta di una casa popolare.

“Voglia riabbracciare mia madre”

Si iscriverà anche a scuola guida per ottenere la patente e acquisterà una bicicletta per spostarsi agevolmente. “Come prima cosa devo avere un tetto, poi potrò ricevere posta e diventare più autonomo negli spostamenti” spiega Cassano, che non vede l’ora di poter riabbracciare anche la madre. Sa bene che quei soldi non gli cambieranno la vita per sempre e che dovrà cercarsi un lavoro per mantenersi quando la vincita sarà finita. Ma dopo tanti anni per strada si sente finalmente libero e ricco di opportunità. “Per me, che non avevo nulla, sono tantissimi soldi. Mi sento ricco” confessa con gioia.

Dalla stessa categoria

Correlati Categoria