Berlino, via libera al topless nelle piscine pubbliche

di Romina Ferrante


Sei su Telegram? Ti piacciono le nostre notizie? Segui il canale di DonnaClick! Iscriviti, cliccando qui!
UNISCITI

Il Governo di Berlino ha autorizzato il topless libero nelle piscine pubbliche della città. Da oggi chiunque lo desideri potrà nuotare a torso nudo in piscina, sia che si tratti di un uomo o di una donna.

La decisione è arrivata dopo una denuncia per discriminazione avanzata da una donna a cui era stato negato il permesso di restare in topless in una piscina della capitale tedesca.

La donna aveva si era così rivolta all’ufficio del difensore civico del Senato per la parità di trattamento per chiedere che le donne, come gli uomini, potessero nuotare in topless.

In risposta a tale denuncia e al coinvolgimento del difensore civico nel caso, la “Berliner Baederbetriebe“, società che gestisce le piscine pubbliche della città, ha deciso di modificare le sue regole sul dress code in piscina e autorizzare il topless libero.

Una “piccola grande” rivoluzione

“L’ufficio del difensore civico accoglie con grande favore la decisione della Baederbetriebe, perché stabilisce pari diritti per tutti i berlinesi, maschi, femmine o non binari, e perché crea anche certezza giuridica per il personale della Baederbetriebe“, ha affermato Doris Liebscher, a capo dell’ufficio del difensore civico.

Prima di tale decisione le donne che si scoprivano il seno venivano invitate a coprirsi, a lasciare la piscina o addirittura a non tornare.

“Ora è importante che il regolamento venga applicato in modo coerente e che non ci ciano più divieti ed espulsioni“, ha concluso Liebscher.

La Germania è un Paese molto liberale e sono già presenti diverse aree e spiagge dedicate ed è presente un forte movimento popolare nudista noto come FKK (Frei Koerper Kultur, ovvero Cultura del Corpo Libero).

Quali regole in Italia?

Nel nostro Paese il dibattito è aperto da tempo. Le associazioni femministe hanno più volte sollevato la questione, ma ancora oggi non ci sono stati provvedimenti in tal senso.

La Corte di Cassazione, con la sentenza n. 3557 del 2000, si è espressa positivamente sul topless libero in spiaggia, poiché “ormai da vari lustri è comunemente accettato ed entrato nel costume sociale”.

Al momento il topless in Italia resta ancora un tabù e per poter nuotare a torso nudo nelle piscine pubbliche italiane si dovrà ancora attendere.

Foto da depositphotos.com

Dalla stessa categoria

Lascia un commento

Correlati Categoria