Non perdere le ultime novità di Donnaclick! Iscriviti alla newsletter

Rosso Istanbul di Ferzan Ozpetek: cosa sapere, il cast e le frasi più belle

Società - 6 marzo 2017 Vedi anche: Novità

Rosso Istanbul, il nuovo film di Ferzan Ozpetek: ecco le curiosità, il cast e le frasi più belle tratte dalla nuova opera del regista turco che ha portato al cinema il romanzo omonimo, pubblicato proprio da Ozpetek nel 2013.


  • Ferzan Ozpetek è un affermato regista turco che da anni lavora nel nostro Paese; nel 2013 ha momentaneamente messo da parte il cinema per dedicarsi alla scrittura, pubblicando il romanzo Rosso Istanbul con la casa editrice Mondadori. Da quel romanzo Ozpetek ha tratto un film uscito nelle sale il 2 marzo. Atteso da critica e pubblico, il film racconta la storia di due artisti che si incontrano: lo scrittore e editor Orhan Sahin e il regista Deniz Soysal, che ha appena terminato un’intensa autobiografia. Sahin si troverà da solo a dover leggere, correggere e comprendere la vita intima di un altro uomo, per di più celebre. Scopriamo dunque qualche curiosità e gli attori del cast della nuova fatica cinematografica di Ferzan Ozpetek!
  • cast

     

    Il cast: gli attori di Rosso Istanbul sono Halit Ergenç (interprete del personaggio Orhan Sahin) e Nejat Isler (Deniz Soysal); la protagonista femminile è Neval, interpretata dall’attrice Tuba Büyüküstün. Il cast è quasi interamente di origine turca, nonostante la produzione abbia inglobato importanti componenti italiane, soprattutto per quanto riguarda la scenografia, la sceneggiatura, le musiche e la fotografia.

  • 2

     

    Curiosità: il film è girato in gran parte in Turchia, Istanbul compresa, nonostante il delicato periodo che vive il Paese in questi mesi. Alcune zone della città sono state dichiarate troppo esposte e pericolose, dunque Ozpetek ha ripiegato su aree meno sensibili. Le riprese sono iniziate nel mese di aprile 2016 e sono andate avanti per 7 settimane. Il film è costato circa 5 milioni e mezzo di euro ma promette di sbancare i botteghini italiani e turchi. Mentre il regista era occupato nelle riprese del film, ha avuto anche tempo di girare un videoclip: quello della canzone È l’amore di Adriano Celentano e Mina.

  • 3

     

    Le frasi del romanzo: da pochi giorni al cinema, Rosso Istanbul è stato prima, come detto, un romanzo amatissimo. In attesa di scoprire le frasi più belle tratte dal film, ricordiamo le più intense presenti nel libro.

    •  ”Ho imparato che ci sono amori impossibili, amori incompiuti, amori che potevano essere e non sono stati. Ho imparato che è meglio una scia bruciante, anche se lascia una cicatrice: meglio l’incendio che un cuore d’inverno. Ho imparato che è possibile amare due persone contemporaneamente. A volte succede: ed è inutile resistere, negare, o combattere”.
    • “Gli aeroporti sono fatti per uscire in fretta, riaccendendo il cellulare, nell’attesa di una chiamata che non arriva; o per aspettare un volo in ritardo, con l’iPad acceso, senza neppure la curiosità di guardare in faccia chi ti è seduto accanto”
    • “Parti, vai a sud. Il più a sud possibile. In un posto dove il mare abbia un colore che ti accarezzi e ti faccia bene. In un posto dove ci sia solo una locanda, un ristorante con il pesce appena pescato, un vino bianco senza etichetta che magari sa un po’ di resina. Un posto dove sedersi a guardare il tramonto… O magari l’alba. Un posto dove chiudere gli occhi al sole e lasciar parlare il corpo, e ascoltarlo. E fare l’amore con chi hai voglia di fare l’amore”
    • “Perché davvero l’amore è la cosa più importante della vita”.
    • “Non dimenticate mai che la cosa più importante non è come vivete la vostra vita. La cosa che conta è come la racconterete a voi stessi, e soprattutto agli altri. Soltanto in questo modo, infatti, è possibile dare un senso agli sbagli, ai dolori, alla morte”.
    • “Lo sapevi che in Giappone, quando si riparano le ceramiche rotte, non si nasconde il danno ma lo si sottolinea, riempiendo d’oro le linee di frattura? Perché credono che quando qualcosa ha subito un danno e ha una storia, diventi più bella”.

Articolo scritto da: Elisa

MOSTRA COMMENTI

COMMENTA