Maglia di vivagno ai ferri: vari schemi di lavorazione

Hobby e Casa - 29 agosto 2012 Vedi anche: Schemi per lavori a maglia

Il vivagno o cimosa è quel tipo di maglia che permette ai bordi dei nostri filati di non arrotolarsi o per fare delle specifiche cuciture tra i bordi. Ecco un tutorial per fare una serie di schemi a vivagno utili per ogni occasione.

Indicazioni:

Ricordatevi prima di tutto che a seconda del tipo di vivagno che volete eseguire, si dovranno avviare delle maglie in più secondo quanto richiesto dal vivagno.

  1. Come primo metodo vedremo il vivagno che occorre fare per poi cucire insieme delle parti: bisognerà semplicemente lavorare a dritto la prima e l’ultima maglia nel ferro di andata a dritto, mentre nel ferro a rovescio si lavoreranno a rovescio la prima e l’ultima. Servirannoquindi 2 maglie in più ai punti necessari per il vostro lavoro.
  2. Il secondo tipo di vivagno, che sarà utile se poi vorrete riprendere le maglie per il bordo, prevede semplicemente di passare la prima maglia a dritto nei ferri a dritto, a rovescio nei ferri a rovescio, lavorandol’ultima invece di passarla, rispettivamente a dritto e rovescio. Serviranno quindi 2 maglie in più ai punti necessari per il vostro lavoro
  3. Come ultimo un tipo di vivagno per lavorazioni con punti che tendono ad arrotolarsi e quindi fa sì che rimangano piatti, bisognerà lavorare la prima maglia a dritto ritorto, lavorarela magliasuccessiva a dritto così come le ultime due maglie.
  4. Serviranno quindi 4 maglie in più ai punti

Riassumendo:

  • 1° metodo – per cuciture – 2 m. in più – 1°f.: 1° e ultima m. dir. – 2° f.: 1° e ultima m. rov.
  • 2° metodo – per riprendere il bordo – 2 m. in più – F.dir.: pass. la 1° m. dir, lav. l’ultima a dir. – F. rov.: pass. la 1° m. a rov., lav. l’ultima a rov.
  • 3° metodo -  per non far arrotolare certi motivi – 4 m. in più – Ripetere lo stesso motivo in tutti i ferri: 1° m. a dir. rit., lav. m. succes. dir., ultime 2 m. dir.

Possono interessarti anche:

La maglia tubolare

Poncho a maglia per l’autunno

Articolo scritto da: Beatrice

CONDIVIDI

Facebook Twitter Google Digg Reddit LinkedIn Pinterest StumbleUpon Email

COMMENTA