Non perdere le ultime novità di Donnaclick! Iscriviti alla newsletter

Pulire i tappeti: consigli e trucchi

Hobby e Casa - 9 settembre 2010

La bella stagione se na va piano piano, per lasciare il posto all'autunno. Con il suo arrivo, non solo il guardaroba cambia, ma anche la casa.

E tornano anche i tappeti, con i loro colori, a riempire gli spazi della nostra casa.

E’ quindi il momento di provvedere a una pulizia accurata che andrà a rivitalizzare questo indispensabile accessorio.

Innanzitutto, sarebbe buona norma occuparsi quasi quotidianamente dei nostri tappeti, evitando metodi troppo aggressivi. Lo sbattitappeto è utile, ma un’uso troppo frequente rischierebbe di rovinarlo: meglio optare per l’aspirapolvere o una scopa di saggina e non insistere troppo sulle frange, che potrebbero sfilacciarsi.

Il tappeto è in lana?
Aiutati con un panno pulito, inumidito in un po’ di acqua tiepida mista ad aceto di vino bianco e un po’ di shampoo. Attenzione: il panno non deve essere troppo bagnato.

Un metodo fai da te per ravvivare i colori dei tuoi tappeti?
Utilizza un panno con all’interno delle foglie di thè, passandolo con delicatezza nella direzione del vello.

Cosa fare per eliminare le macchie?
Ovviamente, per garantire una perfetta pulizia del tappeto, bisogna valutare il tipo di macchia e quanto può essere aggressiva. Nello specifico, ecco come eliminare alcune delle macchie che più frequentemente possono sporcare i nostri tappeti.

  • Macchie di caffè, thè, dolci e gelato: con la macchia fresca, passare un panno bagnato in una soluzione di mezzo litro d’acqua e un cucchiaio di detersivo alcalino con ph tra l’8 e il 14. Con l’aiuto di una spugna morbida si può provvedere a sciacquare la superficie.
  • Macchie di salsa o cioccolato: anche in questo caso è bene agire subito. La macchia ancora fresca può essere eliminata passandovi sopra un panno bagnato in acqua e detergente delicato per tappeti.
  • Macchie di smalto: così come per le unghie, anche in questo caso sarà sufficiente un po’ di acetone.

Articolo scritto da: Giovanna Gallo

MOSTRA COMMENTI

COMMENTA