06 Luglio 2022 |

In Florida ci sono lumache grandi come topi e sono pericolose per l’uomo

di Manuela Zanni

Iscriviti alla Newsletter di Donnaclick

Non perderti le ultime novità
lumache giganti

Il sud della Florida è alle prese con un’invasione di lumache giganti. Originarie dell’Africa, le lumache giganti sono lunghe oltre 20 centimetri, le dimensioni di un topo medio, hanno una vita media superiore ai nove anni e si riproducono in maniera estremamente rapida.

In Florida invasione di lumache giganti

Secondo gli esperti, ciascun esemplare contiene infatti organi riproduttivi sia femminili che maschili ed è quindi in grado di produrre dalle 100 alle 500 uova all’anno anche in assenza di un partner naturale.  Come se non bastasse, questi molluschi si nutrono sia di piante che di cemento e plastica, caratteristica che le rende estremamente dannose tanto per i terreni coltivati quanto per le infrastrutture. A renderle davvero pericolose è però la capacità di trasmettere all’uomo un parassita pericoloso che colpisce le vie polmonari e può portare alla meningite. 

lumache giganti

lumache giganti

Una cittadina in quarantena

A riportare la notizia è il quotidiano Usa Today, secondo cui i gasteropodi si sono diffusi nello Stato americano in maniera ormai incontrollata e ora minacciano non solo la stabilità dell’ecosistema locale ma anche la salute dei cittadini. Un fenomeno già osservato, che ora ha però raggiunto dimensioni tali da costringere le autorità a mettere in quarantena un’intera cittadina.  Il Dipartimento dell’agricoltura e dei servizi ai consumatori della Florida ha confermato che l’animale si è stabilito nella città di Port Richey, appena a nord di Tampa, il 23 giugno e dal giorno successivo ha quindi messo in quarantena l’intera area. L’isolamento durerà due anni ma a differenza del blocco imposto per il Coronavirus, imporrà ai residenti solo il divieto di spostare piante, suolo, rifiuti di cortile, detriti, compost e materiali da costruzione al di fuori della zona delimitata.

lumache giganti

lumache giganti

 

Il Dipartimento dell’Agricoltura della Florida è alle prese con il problema delle lumache giganti da anni. I gasteropodi comparvero per la prima volta nel Sud della Florida negli anni ‘60 e già allora ci vollero quasi 10 anni e 1 milione di dollari per eliminarle dall’area. Sono infatti animali difficili da eradicare in quanto in loco non hanno predatori naturali. Per arginare l’emergenza attuale, le autorità hanno adottato l’uso di un pesticida chiamato metaldeide che è sicuro per piante e frutta.

 

Il rischio per l’uomo

Queste lumache sono un rischio per piante e campi coltivati ma anche per l’Uomo in quanto portano un parassita che è la causa più comune di meningite eosinofila. Per una contea della Florida è scattata la quarantena dopo la scoperta di una massiccia popolazione di lumache di terra africane giganti, pericolose per l’ambiente ma anche per l’uomo. L’allarme è scattato a metà giugno con la scoperta dei primi esemplari, poi il 23 giugno il Dipartimento dell’agricoltura e dei servizi ai consumatori della Florida (FDACS) ha confermato che la popolazione di questi animali era in rapida crescita e ha disposto la quarantena in tutta l’area di New Port Richey, e nella contea di Pasco.

lumache giganti

lumache giganti

Il provvedimento di quarantena dispone per  i residenti il divieto di spostare la lumaca ma anche oggetti correlati come piante, terreno ma anche detriti, compost e materiali da costruzione, sia verso l’intero dell’area di quarantena designata sia verso l’esterno. Una misura che secondo le autorità locali si è resa necessaria perché queste lumache sono un rischio per piante e campi coltivati ma anche per l’Uomo in quanto portano un parassita, l’Angiostrongylus cantonensis, chiamato anche verme polmonare dei topi, che è la causa più comune di meningite eosinofila. Il verme infatti è presente in forma di uova nei topi ma anche nelle larve delle lumache.

Secondo l’FDACS, queste lumache originarie dell’Africa orientale e possono crescere fino a circa 20 cm di lunghezza e diventare come un topo di medie dimensioni ma soprattutto possono produrre fino a 2.500 uova all’anno, che di fatto rendono incontrollabile la loro proliferazione. Per questo le lumache di terra africane giganti sono illegali da possedere come animali domestici negli Stati Uniti ma alcuni le posseggono illegalmente Quando i proprietari se ne disfano o le perdono accidentalmente, possono creare un disastro visto che la specie devasta campi e piante e consuma persino la pittura e lo stucco delle case come fonte di calcio. Le autorità della Florida hanno già avviato un processo di eliminazione utilizzando pesticidi ma prevedono che per arrivare a sradicare completamente  la popolazione di lumache giganti ci vorranno almeno tre anni.