05 Novembre 2014 |

Donne che lavorano, 10 consigli per conciliare carriera e famiglia

Iscriviti alla Newsletter di Donnaclick

Non perderti le ultime novità
Donne che lavorano

Donne che lavorano e fanno anche le mamme, ecco i consigli e gli escamotage per conciliare, carriera, casa e famiglia, tenendo sotto controllo lo stress e cercando di non impazzire difronte ad ogni minimo imprevisto.

Chi l’ha detto che una donna non possa lavorare e fare la mamma contemporaneamente? Un cliché ancora molto diffuso in Italia, soprattutto al Sud, dove le donne spesso, dopo formazione, laurea e specializzazione, appendono gli attestati al chiodo per dedicare tempo ed energie solo ed esclusivamente alla famiglia. Non è raro, soprattutto al sud che alla domanda “di cosa ti occupi nella vita” una donna risponda con frasi tipo “sono madre di tre figli”, ma poi ci sono anche le cosiddette donne in carriera con prole a seguito sempre in preda a stress e con una routine frenetica che a fine anno richiede almeno un weekend di isolamento in un centro benessere.  Ecco allora qualche piccolo consiglio per sopravvivere e far quadrare conti, impegni e anche piaceri.

In famiglia si collabora

Gli uomini che la mattina escono per andare in ufficio e rientrano nel tardo pomeriggio pronto a sprofondare tra i cuscini del divano. Ogni tanto ci può anche stare, ma la genitorialità è una cosa che riguarda tanto le donne quanto gli uomini, dunque un buon punto di partenza, assodata la parità tra uomini e donne, è la collaborazione in casa e in famiglia. Una donna non chiederà mai al proprio uomo di passare l’aspirapolvere, ma mentre lo fa lei lui potrebbe ad esempio intrattenere i bambini con qualche gioco o preparare la cena.

Organizzazione prima di tutto

Riuscire a incastrare impegni lavorativi e doveri familiare spesso si rivela un’impresa. Cosa occorre? Un po’ di organizzazione, a patto però che l’imprevisto non ci mandi nel panico: organizzazione e flessibilità sono i termini chiave che vi consentiranno di governare la casa e di dare il meglio anche sul lavoro. Organizzate i vostri impegni, e ricavate anche un po’ di tempo libero per voi, ma imparate anche a improvvisare, perché non sempre progetti e programmi vanno lisci come l’olio.

Santi nonni

Mamma e papà sono sempre pronti a darci una mano, specialmente quando ci vedono così stressate, e con l’occasione i bambini possono anche passare del tempo con i nonni, anche se poi rischiamo di ritrovarceli un po’ viziati.

Babysitter e scuole pomeridiana

Non tutti possono certo permettersi una babysitter o una scuola pomeridiana, ma questo eviterebbe alle mamme di dover lasciare il lavoro. Certo gran parte dei soldi guadagnati andrebbero distribuiti tra nido e baby sitter, ma viceversa le probabilità che riprendiate a lavorare sono molto scarse. E poi ogni donna ha bisogno di sentirsi gratificata e non soltanto nel ruolo di mamma.

Telelavoro

Quando arrivano i primi raffreddori le mamme fanno una fatica estrema poiché devono organizzarsi tra nonni, zii e babysitter per compensare la propria assenza. Il telelavoro potrebbe essere un’alternativa, e tra l’altro sono ormai tantissime le professione che si possono svolgere almeno in parte in autonomia e rimanendo a casa.  Per saperne di più date un’occhiata al nostro approfondimento -> Lavorare da casa, idee per le neomamme.

Genitori alla pari

Rispetto al passato gli uomini oggi sono molto più presenti nel loro ruolo genitoriale, ma essere presenti non basta, bisogna essere bravi affinché entrambi i genitori possano essere tra loro interscambiabili. Entrambi devono poter fare le veci dell’altro.

Imparare a saper gestire le catastrofi

La babysitter che vi dà buca, il pc che smette di funzionare, la relazione che finisce dentro il lavandino pieno d’acqua. Tirate un respiro e non perdete la calma, e imparate a delegare, solo così uscirete vive dalle crisi pseudo-familiari.

Ricalcolare i ritmi della routine

Fin quando si è in due il coniuge di solito viene sempre dopo il lavoro, la priorità di questi tempi è guadagnarsi la pagnotta. Ma quando arrivano dei figli le cose cambiano, non potete prendere di metterli dopo il lavoro, e se possibile, dovreste ricominciare a pensare alla vostra routine dando priorità proprio a loro, anche se questo vi costerà un periodo di stallo in termini di carriera o di guadagno.

Incastrare gli impegni dei bambini con i vostri

Non è sempre facile, ma con la giusta organizzazione tutto è possibile. Per l’esempio l’ora di palestra dei vostri figli potrebbe trasformarsi in un’ora libera per fare la spesa o andare dal parrucchiere, o magari incontrare un nuovo potenziale cliente.

Creare dei legami con le altre mamme

Va bene che siate invidiose delle mamme casalinghe che riescono sicuramente meglio nell’organizzazione della casa e della famiglia, ma non dovreste mai inimicarvele, anche perché sono proprio loro che in situazioni estreme possono offrirvi un aiuto. Un cliente vi ha trattenuto più del previsto e non riuscite ad arrivare in tempo a scuola al suono della campanella? Chiamate la mamma di un compagnetto di scuola e chiedete la cortesia di aspettarvi qualche minuto davanti scuola.

 

Potrebbe interessarti anche