Effetto Sinner, la tennista azzurra Jasmine Paolini in finale al Roland Garros

di Redazione


Sei su Telegram? Ti piacciono le nostre notizie? Segui il canale di DonnaClick! Iscriviti, cliccando qui!
UNISCITI

Dopo avere trionfato al WTA 1000 di Dubai lo scorso febbraio e dopo la conquista del 1000 di Roma, la tennista italiana Jasmine Paolini è arrivata in finale a Parigi al Roland Garros contro la polacca Iga Świątek, attuale numero 1 al mondo nel ranking.

Una sfida particolare per l’atleta azzurra, visto che la madre Jacqueline è polacca. L’atleta toscana ha sconfitto per 6-3 6-1 la russa Mirra Andreeva e ora si appresta a giocare l’importante match.

Ma chi è Jasmine Paolini? Conosciamola più da vicino.

Jasmine Paolini: biografia, carriera, vita privata e Instagram

La tennista azzurra Jasmine Paolini è nata a Castelnuovo di Garfagnana, in Toscana, il 4 gennaio 1996, ha 28 anni, è del segno zodiacale del Capricorno. Figlia di Ugo, il padre originario di Lucca e gestore di un bar e Jacqualine, madre di origini ghanesi e polacche, Jasmine ha coltivato fin da piccola la passione per il tennis.

Ha ereditato la passione del tennis dal papà e dallo zio Adriano, che l’ha portata a giocare nel piccolo circolo del Tennis Mirafiume a Bagni di Lucca.

La sua infanzia è stata caratterizzata da frequenti visite in Polonia, la terra d’origine della madre, in particolare Łódź, il che le ha permesso di apprendere anche il polacco.

A 15 anni, Jasmine è entrata a far parte del college federale di Tirrenia, dove ha iniziato a ricevere una formazione più completa e a considerare una carriera professionistica.

L’incontro con l’allenatore ed ex tennista Renzo Furlan, arrivato ai quarti di finale al Roland Garros nel 1995, con la capitana di Billie Jean King, Tathiana Garbin e con il Tc Italia di Forte dei Marmi, Sergio Marrai è stato per lei decisivo.

Nonostante all’inizio fosse considerata bassa per gareggiare, Jasmine non si è lasciata scoraggiare, puntando sull’agilità e sulle abilità tecniche diventando una vera campionessa.

In una passata intervista ha così dichiarato: “L’altezza non è un deficit enorme e nei tornei ci sono anche alcune giocatrici non troppo alte. Come ogni cosa ha i suoi pro e i suoi contro. L’unica domanda che mi faccio è come servirei se fossi più alta. Forse servirei un po’ meglio… ma magari sarei meno agile”.

Jasmine Paolini ha vinto due tornei del circuito maggiore in singolare, tra cui il prestigioso WTA 1000 di Dubai, diventando la terza italiana ad aggiudicarsi il titolo dopo Flavia Pennetta e Camila Giorgi.

Nei tornei del Grande Slam, Jasmine ha raggiunto gli ottavi di finale agli Australian Open nel 2024, e nel maggio dello stesso anno, ha conquistato la dodicesima posizione nella classifica mondiale. Con l’approdo in semifinale Roland Garros Jasmine Paolini sarà di certo nella top 10.

Jasmine Paolini è molto riservata e non si hanno molte informazioni a riguardo. È possibile seguirla sul suo profilo Instagram @jasmine_paolini che conta oggi 106 mila followers, dove condivide scatti dei suoi match e delle sue competizioni sportive.

Foto da Instagram

Dalla stessa categoria

Correlati Categoria

Il mitico “Gimbo”, all’anagrafe Gianmarco Tamberi, 32 anni, altista italiano originario di Civitanove Marche, campione olimpico, ai mondiali di Budapest 2023, che in questi giorni ha vinto l’oro agli europei di Roma, è sposato con Chiara Bontempi. Chiara Bontempi e Gianmarco Tamberi sono sposati da meno di due anni, il 1° settembre 2022, ma sono […]