17 aprile 2014 |

I trattamenti più efficaci contro la cellulite: le nuove tecnologie ci vengono incontro

Iscriviti alla Newsletter di Donnaclick

Non perderti le ultime novità

Com’è noto, il mercato della lotta alla cellulite è davvero variegato e composito. Di recente i trattamenti invasivi  come la liposuzione  vengono messi da parte a favore dei trattamenti estetici non chirurgici. Ma quali sono quelli che possono funzionare davvero? Ne esistono diversi, ma quelli che vanno per la maggiore sono:


  1. La radiofrequenza
  2. La endermologie
  3. La cavitazione estetica
  4. La mesoterapia
  5. La criolipolisi
  6. La crioelettroforesi
  7. L’elettrostimolazione
  8. La ionoforesi
  9. L’ozonoterapia
  10. La pressoterapia
  11. Il trattamento a ultrasuoni

Vediamo come orientarsi e come si utilizzano.

La radiofrequenza per la cellulite

La radiofrequenza per la cellulite è un trattamento suddiviso in sedute che variano in relazione alle zone da trattare. Si effettua con un macchinario che grazie all’emanazione di onde elettromagnetiche produce calore all’interno dei tessuti. Tale processo ha una doppia funzione: bruciare i grassi e stimolare la produzione di collagene. In questo modo non solo la cellulite viene “sgretolata”, ma anche il corpo viene rimodellato. Il costo un trattamento di radiofrequenza contro la cellulite è di circa 400-500 euro fino a 800-900 euro.

Il trattamento di endermologie LPG

Detto anche lipomassage, è una ginnastica sottocutanea profonda. Consiste nel duplice movimento della cute e dei tessuti attraverso due manipoli roll in e roll up che riattivano il metabolismo dei tessuti e la circolazione profonda. Tra i trattamenti più efficaci contro la cellulite è indubbiamente il meno invasivo e andrebbe associato a una corretta alimentazione e all’assunzione di tanta acqua. E’ utile soprattutto per chi soffre di ritenzione idrica e fa poca attività fisica. Viene svolto nei centri estetici ma anche a casa grazie a dei kit di rulli che potrete facilmente usare da sole.

La cavitazione estetica

La cavitazione estetica è anche detta liposuzione non chirurgica. Il motivo è semplice: grazie ad un sistema di ultrasuoni “martella il grasso”, sciogliendolo ed eliminandolo nelle urine. Sebbene sia un trattamento non chirurgico, la cavitazione può essere parecchio potente e la sua applicazione deve essere valutata attentamente dallo specialista poichè può dare vita a fenomeni di “eccessivo svuotamento” delle parti trattate. La cavitazione deve essere seguita da un massaggio linfodrenante per aiutare il corpo a eliminare le tossine che si disciolgono nel sangue.

La mesoterapia tra i trattamenti più efficaci contro la cellulite

La mesoterapia consiste nell’iniezione di farmaci (anche omeopatici) sotto la cute per mezzo di piccolissimi aghi, direttamente nei punti critici. L’applicazione di determinate sostanze in loco permette di curare la cellulite proprio come una malattia dermatologica. Le sostanze vengono iniettate nel corso di varie sedute ed hanno il duplice scopo di riattivare la circolazione ed eliminare l’infiammazione.

Grazie alla specificità del trattamento e alla personalizzazione dei farmaci che vengono iniettati, la mesoterapia può dare risultati davvero ottimi contro la cellulite ma ha anche degli svantaggi. Prima di tutto è un vero e proprio trattamento medico che va effettuato solo sotto la supervisione di un dottore specializzato, inoltre può causare reazioni allergiche e può essere doloroso per la paziente.

La criolipolisi

La Criolipolisi è uno dei trattamenti più efficaci contro la cellulite e sfrutta l’azione del freddo al posto del calore.

La crioelettroforesi contro la cellulite

Si tratta di una tecnica che sfrutta un blocco di ghiaccio ed una particolare macchina che invia corrente elettrica per far arrivare i farmaci contro la cellulite direttamente nei punti critici. à un trattamento efficace quanto la mesoterapia ma molto meno doloroso. L’effetto snellente é visibile fin dalle prime sedute e questo metodo funziona anche contro la cellulite più persistente. Si tratta comunque di un trattamento medico che va svolto con le dovute precauzioni.

L’elettrostimolazione 

L’elettrostimolazione è una tecnica che, attraverso degli impulsi elettrici localizzati, fa lavorare i muscoli in modo passivo. Favorendo la contrazione muscolare, riattiva la circolazione sanguigna ed aiuta a ridurre la buccia d’arancia e a facilitare lo scioglimento dei cuscinetti adiposi nei punti critici. Questo trattamento può essere svolto anche a casa grazie alla possibilità di acquistare degli elettrostimolatori portatili, un po’ meno efficaci di quelli professionali ma sicuramente molto più comodi.

La ionoforesi contro la buccia d’arancia

Si tratta di una terapia che, attraverso leggeri flussi di corrente, agisce sulle cellule adipose, stimolando la penetrazione di farmaci specifici contro la cellulite e favorendo la fuoriuscita delle tossine. Questo metodo è particolarmente efficace nelle fasi iniziali della cellulite, ma non funziona se il tessuto è già indurito da una cellulite compatta.

L’ozonoterapia per combattere la cellulite

L’ozonoterapia è un metodo che, come la mesoterapia, utilizza dei sottilissimi aghi ma la sostanza iniettata nella zona da trattare è l’ozono, un gas che favorisce il metabolismo delle cellule adipose e la microcircolazione. E’ uno dei trattamenti più efficaci contro la cellulite ma, se eseguito in modo scorretto, può portare seri danni per la salute, quindi è importante rivolgersi sempre ad un bravo medico estetico.

La pressoterapia

La pressoterapia è un messaggio meccanico effettuato inserendo gli arti inferiori in speciali gambali che esercitano una pressione dal basso verso l’alto. Combatte la cellulite stimolando il linfodrenaggio, ovvero l’eliminazione delle tossine attraverso il circolo linfatico. Il trattamento è sicuramente più efficace di un normale massaggio estetico anticellulite ma costa di più ed è sconsigliato per chi soffre di cuore o di reni.

Il trattamento a ultrasuoni contro la cellulite

Anche il trattamento a ultrasuoni può essere una terapia efficace contro la cellulite, ovviamente a fronte della valutazione di un medico esperto.
Alla base di questo tipo di trattamento non chirurgico e non invasivo c’è l’emissione di onde sonore ad alta frequenza che provocano l’aumento del flusso sanguigno nelle zone trattate, accelerando la guarigione di alcuni tipi di tessuti molli ma anche facendo diminuire la cellulite localizzata su cosce e glutei grazie allo scioglimento dei tessuti adiposi attraverso la lipolisi. E’ indolore e offre risultati molto rapidi.

Se state pensando di fare un trattamento estetico contro la cellulite, evitate accuratamente il fai da te! Solo il medico estetico o un’estetista esperta, infatti, sarà in grado di stabilire quale tipo di cura è più adatta al caso specifico o se, addirittura, sia meglio non intervenire con nessuno di questi trattamenti.

Un consiglio che tutte possono seguire, però, è quello di contrastare le cause della cellulite con uno stile di vita sano e una moderata attività fisica. Vediamo come fare!

Le cause più comuni della cellulite e come contrastarle

Le cause della cellulite più comuni riguardano fattori ormonali, abitudini alimentari scorrette e uno stile di vita troppo sedentario. Cominciamo dalla dieta contro la cellulite: chi consuma grassi, carboidrati e sali in quantità e segue una dieta povera di fibre ha sicuramente maggiori possibilità di avere a che fare con questo tipo di inestetismo. Bisognerebbe seguire una dieta ricca di frutta, verdura e fibre per cercare di riequilibrare l’alimentazione e per prevenire la comparsa della cellulite. Inoltre, dato che gli inestetismi su cosce glutei sono causati anche dalla ritenzione idrica, dovremmo bere almeno un litro e mezzo d’acqua al giorno.

Anche lo stile di vita influenza molto la salute del nostro organismo ed è comprovato che la cellulite riguarda in misura maggiore le fumatrici e chi conduce una vita molto sedentaria, quindi chi passa la giornata dietro a una scrivania e fa poca attività fisica.  Anche lo stress influisce, dovremmo quindi cercare di ridurlo al minimo anche se non è una cosa semplice. Persino gli abiti troppo stretti possono avere un effetto negativo, visto che limitano la circolazione sanguigna.

Tutti questi fattori agiscono direttamente sullo stato di salute dell’organismo e in particolare sulla circolazione e sull’ossigenazione dei tessuti, cose che in concomitanza con altri fattori contribuiscono alla comparsa degli odiati inestetismi.

Potrebbe interessarti anche