Dà uno schiaffo alla moglie al supermercato, 18enne finge di andare in bagno e lo fa arrestare

di Redazione


Sei su Telegram? Ti piacciono le nostre notizie? Segui il canale di DonnaClick! Iscriviti, cliccando qui!
UNISCITI

In un supermercato di via Lorenteggio a Milano, una scena sconcertante di violenza contro una donna ha attirato l’attenzione della Polizia locale. La vittima, una giovane di nazionalità marocchina, di appena 18 anni, ha subito maltrattamenti continui da parte del marito, un connazionale di 23 anni.

La fuga e la chiamata ai soccorsi

Dopo uno schiaffo nel supermercato, il personale ha avvertito la Polizia ma, al loro arrivo, la coppia si era già allontanata. Nel frattempo, la vittima aveva chiamato la centrale, simulando di recarsi in bagno in un bar di via Forze Armate. Questa mossa ha portato gli agenti sul posto.

I maltrattamenti

La giovane donna ha raccontato agli agenti di aver subito ripetuti atti di violenza fisica da parte del marito, con episodi di aggressione il 4 e il 15 dicembre. Le ferite sul volto e il collo graffiato documentano la brutalità delle aggressioni.

L’arresto

Il marito, oltre agli episodi di maltrattamenti, è stato arrestato anche per rapina, avendo sottratto uno zainetto con 200 euro alla moglie. La vittima, portata in ospedale, dovrebbe guarire in 30 giorni. È emerso che la donna non aveva mai denunciato prima a causa delle minacce continue del marito.

Foto da DepositPhotos.

Dalla stessa categoria

Correlati Categoria

L’eurodeputata maltese Roberta Metsola è stata rieletta oggi, martedì 16 luglio, alla presidenza del Parlamento europeo. La votazione, avvenuta a scrutinio segreto a Strasburgo, ha visto Metsola ottenere un’ampia maggioranza con 562 voti a favore su un totale di 699 votanti, un risultato ampiamente previsto, grazie al sostegno dei popolari, dei socialisti e dei liberali. […]