Pianificato il 1° trapianto di utero al mondo per transgender

di Alice Marchese

Una rivoluzione che sta prendendo piede in Nuova Delhi. Ad aver pianificato il primo trapianto di utero al mondo su una donna transgender è un chirurgo in India. Il dottor Kaushik ha osservato che circa il 20% dei suoi pazienti proviene dall’estero, con molti che volano nel suo studio, la clinica Olmec, dal Regno Unito. Ma come avviene tutto ciò?

Nuova Delhi, pianificato il primo trapianto di utero

La dottoressa Narendra Kaushik spera di donare gli organi di un donatore morto a una donna nata biologicamente maschio nella speranza che riesca a portare un bambino.

Kaushik potrebbe anche utilizzare organi donati da una donna biologica che è passata all’uomo. Il risultato sperato nel caso in cui tutto ciò sia possibile è la possibilità per una donna transgender di rimanere incinta attraverso la fecondazione in vitro.

E’ mai stata eseguita questa operazione?

La procedura risulta essere sperimentale e questa operazione ancora non è stata eseguita.
Solo un caso di una donna trans sottoposta a trapianto di utero è stato ampiamente documentato, ma la paziente è morta mesi dopo a causa di complicazioni.

Sebbene le pazienti non siano in grado di rimanere incinta naturalmente attraverso l’operazione – poiché l’utero non può essere collegato alle tube di Falloppio – gli esperti ritengono che la fecondazione in vitro potrebbe rendere teoricamente possibile una gravidanza.

“Ogni donna transgender vuole essere più femminile possibile”

Come riporta il The Mirror, la dottoressa Kaushik ha dichiarato: “Ogni donna transgender vuole essere il più femminile possibile. E questo include essere una madre. La strada verso questo è con un trapianto di utero, lo stesso di un rene o di qualsiasi altro trapianto. Questo è il futuro. Non possiamo prevedere esattamente quando ciò accadrà, ma accadrà molto presto. Abbiamo i nostri piani e siamo molto molto ottimisti su questo. Molti dei nostri pazienti ci dicono che i loro partner sessuali non si accorgono nemmeno di non essere nati con organi sessuali femminili. E questo è il nostro obiettivo, fare in modo che vivano una vita il più normale possibile da donna”.

“Non sono mai stati effettuati a un uomo”

Il professor Simon Fishel è un noto esperto di fertilità della Gran Bretagna. Ha detto a UNILAD: “I trapianti di utero sono già stati effettuati in Danimarca, anche se da una donna all’altra. Mai a un uomo. Ora supponiamo di poter trovare un posto per l’utero donato in un uomo e creare un apporto di sangue e il corretto ambiente endocrino, quindi, in teoria, è possibile”.

Tuttavia, The Mirror riporta anche che il professor Robert Winston, un altro importante esperto medico britannico, ha definito la procedura “rischiosa. I problemi sono enormi, sarebbe un’operazione estremamente difficile. Il rischio di morte per il paziente sarebbe molto alto”.


Dalla stessa categoria

Lascia un commento

Correlati Categoria