Realizzare i propri sogni, ecco come fare

di Cinzia Rampino

Realizzare i propri sogni non è certo cosa facile! Anzi, fino a qualche tempo fa l’argomento era quasi un tabù, tanto che chi ragionava in questi termini rischiava di essere visto come un pazzo o un visionario.

Oggi stiamo assistendo probabilmente al fenomeno contrario: quello della ricerca spasmodica di un metodo, possibilmente indolore e veloce, per realizzare sogni e obiettivi. Vuoi perchè forse abbiamo capito che è il miglior modo per essere produttivi, vuoi perchè il progresso ci ha messo nelle condizioni di guardare alla nostra vita da questo punto di vista, e forse anche perchè la crisi economica ci ha rilanciato verso nuove scoperte e nuovi progetti, oggi realizzare un sogno sembra essere una questione non proprio marginale.

Certo, è pur vero che si rischia spesso di dare panacee o improbabili pass par tout per aprire tutte le porte e placare tutti i mali. Tuttavia, se c’è una cosa che si può dire sulla realizzazione dei sogni – siano essi lavorativi, affettivi o di qualsiasi altra natura – è che stare ad aspettare e rimuginare non serve a nulla, anzi, peggiora le cose.

Il primo punto è pensare: ce la farò.

Può essere che ci si senta incapaci, che ci si sia impantanati o che non ci abbiamo nemmeno provato. Tuttavia pensare che non ce la faremo ancora prima di cominciare è il primo step per non riuscire. Nella peggiore delle ipotesi, provarci e iniziare ad agire in tal senso ci farà realizzare un’esperienza di vita, che non è poco! E questo è un principio valido che funziona per ogni sogno ed ogni impresa.

Il secondo passo per realizzare un sogno è: chiarificare

Quando i progettisti d’impresa consigliano di stilare un business plan non lo dicono a caso. Mettere nero su bianco le proprie idee aiuta a vederle e a dargli una forma, a creare uno schema, a comprenderne la portata. Sembra strano, ma comunicare con se stessi è più importante e salutare del comunicare con il mondo, specie quando si tratta di sogni personali. E’ molto probabile, infatti, che quando parliamo agli altri dei nostri sogni irrealizzabili, li vanifichiamo o li idealizziamo a tal punto da renderli automaticamente irraggiungibili. Dobbiamo diventare seri e sinceri: guardare in faccia la realtà e trasformare i sogni in progetti.

Il terzo punto è: perchè lo voglio?

Accade spesso di desiderare qualcosa solo perchè non si può avere o  perchè qualcuno ci ha fatto credere che sarebbe importante realizzarla, o ancora perchè crediamo che realizzando quel sogn, tutti ci darebbero più credito, se non addirittura amore! Per questo motivo è necessario capire qual è la vera motivazione che ci spinge verso la realizzazione di un sogno. E, se è il caso, ammettere che in fondo vorremmo che resti tale e che non saremmo pronti a fare un vero cambiamento per ottenere quello che tanto diciamo di bramare. Un esempio: quante volte abbiamo detto di voler dimagrire ma poi non ci siamo mai messi a dieta? Vogliamo davvero dimagrire? Per chi è importante? Mettiamoci dunque in discussione. Qui, il consiglio è… vedere il video sulla procrastinazione. Aiuta!

Il quarto punto è: restare flessibili e chiedere aiuto

Chiedere aiuto e ammettere che in alcuni step del processo ci sentiamo incapaci è segno del fatto che vogliamo riuscire davvero nell’impresa. Rinchiudersi in se stessi, nelle proprie difficoltà e i propri limiti quasi come fossero “colpe” è sbagliato. Un limite è per definizione qualcosa che può essere superato. Un difetto è qualcosa che può essere corretto. Un ostacolo è qualcosa che può essere vinto, perchè arrendersi dunque? E perchè non pensare di farci aiutare? Dopo averci provato, perciò, nei momenti di difficoltà prendiamo il coraggio e facciamoci dare un supporto da chi già è riuscito nell’impresa.

Asso nella manica: aiutare gli altri

Infine per realizzare i propri sogni c’è una formula magica: aiutare gli altri a fare altrettanto. Scriveva Nichiren Daishonin: “Se accendi una lanterna per qualcun altro, anche la tua strada ne sarà illuminata”. Perchè? Perchè aiutare gli altri ci fa sentire bene, allarga il cuore e la mente, ci distrae dai nostri problemi, ci ricarica e ci da un nuovo bellissimo punto di vista: quello degli esseri umani capaci di tutto, se uniti e solidali.


Dalla stessa categoria

Lascia un commento

Correlati Categoria

5 min

Federico Lauri  ha confidato  ai suoi follower di aver risolto un disagio che lo affliggeva da anni. “Mi coprivo sempre con pantaloni a vita alta e fascia contenitiva”, racconta. “Questa condizione mi creava disagio nell’espormi fisicamente. Federico Fashion Style in ospedale per un intervento chirurgico Federico Lauri conosciuto in arte come Federico Fashion Style, ha […]