5 consigli per gestire i soldi in coppia

di Romina Ferrante

La vita in due dal punto di vista finanziario può essere molto complessa. Gestire un budget di coppia per molti può essere fonte di disaccordo e liti continue. Altri preferiscono proprio non parlarne. Un errore che può però costare caro.

Ecco perché è importante definire alcune semplici regole ed effettuare da subito una corretta pianificazione finanziaria.

Quali e quante sono le entrate nette?

Uno dei primi passi da compiere quando si parla di gestire i soldi in coppia è quello di fare una stima delle entrate nette che si hanno a disposizione. Dalla cifra cumulativa andranno tolte eventuali bollette, rate di mutuo o prestiti o altre spese fisse.

Se non avete uno stipendio regolare è preferibile fare una media delle ultime tre retribuzioni.

In questo modo avrete un’idea chiara di quanto sta guadagnando la vostra famiglia in questo momento.

Quanto spendi davvero?

Una delle domande che ci facciamo più spesso a fine mese è “Come ho fatto a spendere così tanto?”. Capita a volte di non avere una reale contezza dei soldi che stiamo spendendo. Per iniziare a risparmiare e gestire il proprio budget di coppia oculatamente dobbiamo sapere quanti soldi stiamo spendendo in ogni ambito, dalla spesa alle bollette, dai medici allo shopping.

Alcune spese saranno essenziali, altre invece no. In circolazione ci sono diverse applicazioni web che aiutano a gestire le spese familiari (Splitwise, Mint Personal Finance, Monefy, Tricount, Settle up ecc.) e monitorarle nel tempo.

Avrete così un’idea chiara e precisa dei soldi spesi ogni mese per qualsiasi categoria e saprete all’occorrenza dove poter agire.

Uno dei metodi di risparmio più utilizzati è la regola del 50/30/20, che consiste nel suddividere le tue entrate mensili in tre categorie: 50% per le necessità, 30% per lo svago e 20% per gli obiettivi di risparmio o per ripagare eventuali debiti.

Quali sono i vostri obiettivi di medio e lungo periodo?

È importante definire sempre quali sono i vostri obiettivi a medio-lungo termine. Che sia acquistare una casa, pianificare una vacanza, comprare dei mobili, l’importante è concordare insieme gli obiettivi tenendo conto del budget a disposizione. Questo vi aiuterà a risparmiare, ad avere sotto controllo le spese, ma anche a crescere come coppia.

Aprite un conto cointestato

Entrambi avrete già sicuramente un conto personale. Uno dei modi per riuscire a gestire il proprio budget con più attenzione è quello di aprire un conto cointestato, nel quale versare mensilmente una quota equa. Il consiglio è quello di dividere le spese comuni a metà. Il contributo da versare dovrà comunque essere stabilito insieme, in base alle specifiche esigenze familiari.

Dal conto cointestato potranno essere effettuate tutte le spese di coppia, che potranno essere monitorate da entrambi nel tempo, mentre i rispettivi conti individuali serviranno per le spese personali.

Create un fondo di emergenza per gli imprevisti

Gli eventi della vita sono imprevedibili. La perdita di un lavoro, una malattia possono cambiare radicalmente la vostra vita. Ecco perché bisogna creare un fondo di emergenza da cui attingere in caso di imprevisti. In questo modo riuscirete ad affrontare le incertezze della vita quotidiana con più serenità.

LEGGI ANCHE: Gas, luce e acqua: il decalogo Enea per risparmiare energia

Dalla stessa categoria

Lascia un commento

Correlati Categoria

2 min

Tra le ricette di Natale non può mancare la parmigiana di patate! Facilissima da realizzare e metterà d’accordo anche i palati più difficili ed esigenti. Perfetta come antipasto o secondo. Simile ad un tortino di patate, si prepara senza besciamella. Ma se la si vuole arricchire con quest’ultima, si possono aggiungere altri ingredienti come i […]