21 Luglio 2019 |

Alla scoperta delle 5 spiagge della Sardegna più esclusive

Iscriviti alla Newsletter di Donnaclick

Non perderti le ultime novità

Vieni con noi alla scoperta della Sardegna e delle sue spiagge molto esclusive e con accesso limitato per proteggere gli ecosistemi.

Tra cale e calette della Sardegna, l’estate al mare è una vacanza esclusiva

La Sardegna è una delle regioni più affascinanti d’Italia, luogo magico che riesce ad attrarre turisti da tutto il mondo.

L’isola di smeraldo è famosa per le sue spiagge meravigliose e particolari e infatti i sardi invitano a non restare legati alle solite spiagge note e turistiche, ma anche ad esplorare zone più nascoste, magari prive di grandi resort ma estremamente affascinanti e ricche di storia.

Le spiagge sarde offrono tutto: dal mare cristallino agli scogli, dalla sabbia finissima alle onde adatte a chi ama la vela e il surf.

Scopriamo dunque quali sono le più belle spiagge della Sardegna, per una vacanza da sogno!

1) Spiaggia di Cala Domestica, Buggerru, Carbonia Iglesias

La spiaggia di Cala Domestica è molto appartata, quasi un fiordo,  posta nella zona sud-ovest della regione, e si presenta come un piccolo Paradiso.

Le acque splendenti e il fondo di sabbia e  ghiaia vengono messe in risalto dalle falesie, oltre ad avere dei pittoreschi passaggi per giungere alla spiaggia.

E’ un luogo molto silenzioso, dov’è presente la Caletta, un luogo dove trovare anche la foce di un torrente.

2) Budelli, Spiaggia Rosa, Arcipelago La Maddalena

La magnifica spiaggia Rosa di Budelli La Maddalena Sardegna

La spiaggia rosa di Budelli

Contraddistinta, appunto, dalla sabbia rosa della spiaggia, sfumatura di rosa che arriva grazie ai frammenti di gusci calcarei, Budelli è visitabile solo attraverso dei percorsi stabiliti, con severi vincoli per via del delicatissimo ecosistema.

La Spiaggia Rosa si può ammirare solo a distanza essendo in atto il divieto di accesso e transito, nonché si sosta e balneazione con navigazione concessa a 70 metri dalla riva. (Fonte foto: Cagliari Capitale Facebook)

 

3) Spiaggia Molentis, Villasimius, Cagliari

Punta Molentis e Riu Trottu dall’11 luglio 2019 sono contingentate, ossia per decreto comunale sono ammesse al massimo 300 persone al giorno. E’ stato impedito anche l’accesso via mare e la strada viene chiusa alle auto dalle 20:00 alle 8:00. Sono state aumentate le tariffe per accedere alla spiaggia che prevedono un ticket di 10 euro per le automobili e di 5 euro per moto/scooter al giorno più 1 euro a persona e 3 euro per i pedoni o per chi scende in bicicletta. Esentati dalla ecotassa i bambini di età inferiore ai 6 anni.

Luca Dessì, il sindaco ha preso questa decisione per proteggere la spiaggia e la caletta appartata.

4) Spiaggia di Cala Brandichi, la Piccola Tahiti a San Teodoro, Olbia

Se amate la spiaggia ma volete anche concedervi la frescura della pineta, Cala Brandichi conosciuta come la Piccola Tahiti che fa per voi. Il mare è davvero cristallino, in un tono di turchese luminoso, contornato da sabbia bianchissima. Nell’aria, l’odore di mirto, timo e rosmarino: un vero Paradiso.

5) Cala Mariolu, Punta Ispulgi, Baunei, Ogliastra

Con il suo fondale basso e ben visibile per via dell’acqua cristallina e chiara, a tratti ricoperto di sabbia rosa, con fitta presenza di scogli, sassolini e rocce nel caso non amaste la sabbia, cala Mariolou è considerata tra le più belle del mondo, non solo tra le più belle d’Italia.

Si chiama spiaggia del ladro (mariolu) perché si riferisce all’abitudine della foca Monaca che popola questo mare di rubare il pescato dalle barche dei pescatori che arrivavano da Ponza.

Non ha nulla da invidiare alle famose spiagge caraibiche e, in più, c’è tutta la simpatia e l’ospitalità dei sardi e la delizia della cucina tipica ad accompagnare la vacanza.