27 Giugno 2022 |

Nasce in Salento la pizza Briatora e il costo è altissimo (VIDEO)

di Manuela Zanni

Iscriviti alla Newsletter di Donnaclick

Non perderti le ultime novità
pizza Briatora

Da Dubai al Salento, arriva la salatissima (solo come prezzo si spera) pizza “Briatora che sta già conquistando i palati più esigenti. Cos’è che la rende così speciale? Il suo costo, ben 49 euro, che per chi volesse spendere di più può lievitare fino alla bellezza di 99 euro!

La pizza “Briatora”

Ad ideare questa esclusiva prelibatezza, Umberto Del Prete, titolare del ristorante “l’Angolo di Beppe” a Torre Lapillo, che insieme al noto showman Gianni Ippoliti si è reso protagonista di un comico sketch che sta impazzando sul web.

pizza Briatora

pizza Briatora

 

La parodia, diventata virale, è nata in seguito alla polemica scoppiata dalle affermazioni di Flavio Briatore, dal quale la pizza prende appunto il nome, che aveva messo in dubbio la qualità delle margherite vendute a soli 5 euro.

Il video virale

Dopo la piccata risposta dei pizzaioli napoletani all’imprenditore piemontese, nel Salento ecco servita la pizza cult dell’estate 2022, così salata da essere stata impastata con l’acqua di mare. Nell’attesa di ulteriori sviluppi di quello che è già stato ribattezzato come “pizza-gate”, non resta che assaggiare uno spicchio di questa gustosa novità. Sempre per chi se lo può permettere, ovviamente.

Briatore a Zona Bianca

A Zona Bianca, il talk show di rete 4 condotto da Giuseppe Brindisi, c’è ospite Flavio Briatore. L’imprenditore in questi giorni è stato al centro delle polemiche per il duello con i piazzaioli napoletani per il costo degli ingredienti delle pizze. Come abbiamo raccontato in questi giorni, Briatore ha aperto una catena di pizzerie, “Crazy pizza”, in cui una margherita viene venduta a doppia cifra e dove di fatto si trova nel menu anche la pizza col pata negra che costa 65 euro. Da questi prezzi è nata una polemica durissima contro i pizzaioli di Napoli che vendono le pizze a 4-5 euro.

Flavio Briatore e la sua pizza.

Flavio Briatore e la sua pizza.

Dopo il botta e risposta con i maestri pizzaioli del capoluogo campano, Briatore ha voluto rispondere per le rime proprio da Zona Bianca: “Io non ho messo dei prezzi folli sul mio menù”, ha iniziato Briatore. “Quando il pizzaiolo di Napoli va a Roma la pizza non la vende più a 4-5 euro ma di fatto la vende a 12 o a 13 euro, questo però nessuno lo dice“, afferma l’imprenditore. Poi l’affondo: “Io ho costi di affitto elevati per una location come quella del Crazy Pizza che si trova in via Veneto a Roma“.

 

La replica del Maestro Pizzaiolo Gino Sorbillo a Briatore

“Tutti devono aver diritto a una semplice pizza” dice Gino Sorbillo. Il famosissimo pizzaiolo napoletano replica così a Flavio Briatore. Ieri, di fronte alla polemica della pizza a quindici euro innescata dal manager, i pizzaioli hanno reagito regalando pizze. “Abbiamo fatto un’azione generosa tipica del popolo napoletano, per far capire che questa pizza è, è stata e sarà un prodotto popolare accessibile a tutti – ha affermato Sorbillo ospite questa mattina di ‘Non Stop News’ su Rtl 102,5 in diretta dal Lungomare Caracciolo – La nostra pizza è venduta a bambini, ad anziani, a giovani, a disoccupati. Tutti devono aver diritto a una semplice pizza. Poi è normale che nel menu ce ne possano essere di più costose, ma le basiche devono essere accessibili a tutti”.

Flavio Briatore e la sua pizza

Flavio Briatore e la sua pizza

Gino Sorbillo: “Tutti devono avere diritto ad una semplice pizza”

Il tutto come ben sapete è nato dal fatto che Briatore ha un po’ screditato la nostra pizza per il prezzo a cui la vendiamo”, ha ricordato il pizzaiolo che afferma di non aver sentito Briatore. “Io però mi sono invitato da lui, gli ho detto che questa è la nostra risposta, che si può fare qualità”, ha risposto Sorbillo. “Il 99,9% delle pizzerie in Italia ha prezzi medi che vanno dai 5 euro ai 12 euro, non arrivano a 70 euro a pizza. Se vuole per riappacificarci potremmo fare una serata a quattro mani da lui, veniamo io e la mia squadra di pizzaioli per offrire e far conoscere anche ai suoi clienti abituati a pizze gourmet anche la tipica pizza napoletana. Quello è un sano confronto. Gli ho lasciato il numero di telefono ma ancora non mi ha risposto”.