14 Ottobre 2021 |

Demi Lovato e gli extraterrestri: “Li vedo ed è offensivo chiamarli alieni”

di Manuela Zanni

Iscriviti alla Newsletter di Donnaclick

Non perderti le ultime novità
  • Demi Lovato,  ha recentemente dichiarato che la parola «alieno» è offensiva nei confronti degli extraterrestri stessi.
  • L’attrice e popstar americana, dopo aver dichiarato al mondo intero di essere non binaria ora è pronta a “stupirci” ancora una volta.
  • Adesso ha chiamato in causa gli exra terrestri dicendo di averli anche visti.

Dopo aver dichiarando al mondo intero di essere non binaria, Demi Lovato ha recentemente dichiarato che la parola «alieno» è offensiva nei confronti degli extraterrestri stessi e che il suo utilizzo andrebbe abolito.

Demi Lovato vede gli alieni

Demi Lovato ha, inoltre,  sostenuto  di avere avvistato degli Ufo e di credere nell’esistenza degli alieni, anzi, degli extraterrestri. Non a  caso ne ha dedicato una serie in streaming all’argomento dal titolo più che esplicito “Unidentified with Demi Lovato”, attualmente trasmessa in Usa sulla piattaforma Peacock.

“Non chiamateli alieni”

In una delle ultime puntate, la pop star parlando con la sorella maggiore, Dallas Lovato, e con  l’amico Matthew Montgomery ha sottolineato l’importanza di non chiamare «alieni» gli esseri venuti dallo spazio nell’eventualità che vi fosse  un incontro ravvicinato. «Credo che dovremmo smettere di chiamarli alieni perché alieno è un termine derogatorio per tutto», ha precisato. «Ecco perché a me piace chiamarli E.T.».

Perchè (secondo Demi) il termine “alieno” è offensivo

Il motivo di tale avversione per il termine “alieno” risiede probabilmente nel fatto che con alien — o, meglio, illegal alien — negli Stati Uniti si definisce lo «straniero» che soggiorna nel Paese senza il permesso del governo o che si trova nel Paese senza documenti relativi all’immigrazione legale. Un termine considerato, dunque, «denigratorio» e «negativo» perché collegato al fenomeno dell’immigrazione clandestina. Pertanto Demi Lovato non vuole che chiamiamo «alieni» gli omini verdi scesi dagli ufo perché lo ritiene un epiteto razzista.

Le dichiarazioni shock di Demi Lovato

Demi non è nuova alle dichiarazioni  a dir poco “colorate” e con questa sugli alieni ha davvero lasciato i fan a bocca aperta. In passato,  durante quello che ha definito “un lungo percorso di guarigione”, si era dichiarata prima bisessuale, poi pansessuale e infine “non binaria”, cambiando ufficialmente il pronome che la riguarda in ‘loro’. A scatenare il percorso di ricerca della propria identità sarebbe stato un episodio di violenza sessuale vissuto durante l’adolescenza  che  ha raccontato nella “docuserie” autobiografica Dancing with the Devil.

Demi Lovato sugli extraterrestri

Pensiamo erroneamente che possano farci del male o che possano prendere il controllo del pianeta. Ma se qualcosa lì fuori avesse voluto farci questo, lo avrebbe già fatto. Se ci sono delle civiltà consapevoli in altre dimensioni e se possono viaggiare attraverso lo spazio, staranno sicuramente cercando solo interazioni pacifiche– ha detto Demi in un’intervista rilasciata due settimane fa per il programma Daily Pop e ha continuato- Ho visto una sfera blu a circa 15 metri di distanza – forse meno – fluttuare sopra il terreno a 3 o 4 metri d’altezza. Come se stesse mantenendo le distanze da me. Prima di incontrarli hai un sentore, e quando quel sentore è confermato la tua realtà cambia totalmente. Sono sicura che gli alieni vivano davvero fra di noi. Sono esseri molto premurosi e intelligenti che stanno solo cercando di fare il meglio per il nostro pianeta“.

“Alieno” non è offensivo

A ben guardare, che si creda agli Ufo o meno, va precisato che la parola ‘alieno” non è offensiva dal momento che, secondo Treccani, il termine indica “qualcosa di diverso rispetto a un ambiente, a un contesto sociale e simbolico” eliminando, quindi, qualsiasi ipotesi di connotazione negativa o discriminatoria. Pertanto, se dovesse capitarci di incontrarli, non offenderemo i nostri amici “verdi” chiamandoli alieni.