03 Marzo 2010 |

Lavorare a maglia: la maglia tubolare

Iscriviti alla Newsletter di Donnaclick

Non perderti le ultime novità
Tubolare chiusa

span.c1 {line-height: normal; margin-top: 10px; color: #6f472d;} La maglia tubulare è detta così perché presenta un piccolo passaggio all’interno, dove poter mettere un nastrino o un elastico. Bene, armatevi di pazienza e diamo inizio alla spiegazione del lavoro a maglia tubolare.

L’avvio della maglia tubolare si usa principalmente per i punti a coste 1/1 e 2/2. Iniziamo con il nostro lavoro a maglia tubolare e buon lavoro!!!

  • Con un filo di un colore diverso rispetto a quello che utilizzerete per il lavoro avviate, ma con un uguale spessore, nel modo più semplice, la metà più 1 delle maglie che vi occorrono.
  • Dopo aver avviato le maglie, dovrete iniziare il primo ferro usando il filo che avete scelto per il lavoro, eseguendo una maglia dritta, riportate poi il filo sul davanti del lavoro e fate un gettato (portando il filo sul ferro destro verso l’esterno).

Lavorare la maglia successiva a dritto, fare di nuovo un gettato e così via per tutto il ferro. Si avrà alla fine un numero di maglie raddoppiato

  • Nel secondo ferro, quello di ritorno, passerete le maglie a rovescio senza lavorarle, portando il filo sul dietro del lavoro.
  • Dopo avere passato la maglia rovescia, riportare il filo sul dietro del lavoro e lavorare a dritto i gettati del giro precedente.
  • Ripetere per alcuni ferri, poi proseguire lavorando a coste. Ultimato il lavoro sfilate il filo di colore diverso.

Chiusura maglia tubolare

Il lavoro a maglia tubolare necessita di una chiusura un po’ particolare. chiudere con due ferri è il modo più semplice.

  • Innanzitutto vi servirà un grosso ago da lana con la punta arrotondata. Dopo che avrete terminato l’ultimo ferro a maglia tubolare, dovrete tagliare il filo per una lunghezza adatta per chiudere tutte le maglie. Sfilate dal ferro la maglia, che si dividerà automaticamente in due parti: inserite ognuna
  • delle due parti su di un ferro.
  • Da una parte avrai tutte le maglie al diritto e dall’altra parte quelle a rovescio. Adesso dovrete infilare il filo di lana e lasciare cadere la maglia dal ferro, com’è illustrato nella quarta figura.
  • Dopodiché bisognerà infilare l’ago nelle prime due maglie del ferro dietro, entrando nella maglia da dove è entrato il filo dall’esterno ed uscendo nella maglia accanto dall’interno, lasciandole cadere dal ferro tutte e due. Seguite lo schema della quinta figura.
  • Successivamente, ritornate sul ferro davanti: entra con l’ago dall’esterno nella prima maglia (quella caduta dal ferro) e dall’interno nella maglia accanto, lasciandola poi cadere dal ferro, com’è chiaramente illustrato nella sesta immagine.
  • Infine, ritornate nel ferro dietro, entrate dall’esterno nella maglia appena caduta dal ferro precedente ed uscite dall’interno nella maglia sul ferro, lasciandola cadere a sua volta.

Ripetere l’operazione fino alla fine del ferro.

Immagini tratte da:
ilfilo.noiblogger.com

Potrebbe interessarti anche