26 febbraio 2014 |

Pulp Fiction 20 anni dopo [FOTO]

Iscriviti alla Newsletter di Donnaclick

Non perderti le ultime novità

Pulp Fiction compie 20 anni e torna nelle sale. Il film che nel 1994 vinse la Palma d’oro a Cannes, e l’Oscar per la sceneggiatura, costato appena 8 milioni di dollari ma incassandone soltanto 108 negli Usa e 213 nel resto del mondo, e l’equivalente di quasi 5 milioni di euro in Italia, torna al cinema per farci rivivere il capolavoro di Quentin Tarantino, allora poco più che trentenne.

Sicari, rapinatori di tavole calde, pupe strafatte, cadaveri trivellati, spacciatori e misteriose valigette, e ovviamente violenza, dialoghi fulminanti, gag esilaranti e un cast di attori d’eccezione: ecco quali sono gli ingredienti del successo di pellicole come Pulp Fiction e Le Iene, il cui ventennale, invece, è stato celebrato appena due anni fa.

Inserito dall’American Film Institute nella lista dei 100 migliori titoli della storia, senza dubbio il film ha fatto la fortuna di alcuni dei protagonisti, in primis di John Travolta e di Uma Thurman, la musa di Tarantino, seguiti a ruota da Samuel L. Jackson, Bruce Willis e Tim Roth, coinvolti in quattro diverse storie di violenza che si intersecano tra loro secondo una struttura narrativa circolare ma che va avanti e indietro nel tempo. Un film, accusato di violenza eccessiva e compiaciuta che Tarantino giustifica spiegando che Pulp Fiction era nato dal suo amore per il genere criminale ma soprattutto dall’esperienza personale: “Sono cresciuto a South Bay, quartiere poco raccomandabile di Los Angeles, e ne ho viste di tutti i colori. Nel film ho mescolato i miei ricordi con l’immaginazione”.

Ma come erano i protagonisti di Pulp Fiction e come sono cambiati a distanza di 20 anni? Uma Thurman, ad esempio, che in Pulp Fiction interpreta Mia Wallace, scusa di capelli per esigenze di copione, a distanza di un ventennio, sembra non aver mai perso quel fascino audace con cui ci ha conquistato nelle pellicole di Tarantino. Stessa cosa per John Travolta, alias Vincent Vega, che probabilmente se non fosse stato rilanciato con questo film ce ne saremmo ricordati solo come “Tony Manero”.

LEGGI ANCHE:

Potrebbe interessarti anche