23 agosto 2018 |

Cane o gatto: chi è davvero il più amico dell’uomo? [FOTO]

Iscriviti alla Newsletter di Donnaclick

Non perderti le ultime novità

Se il vostro dubbio è cane o gatto, ecco chi è davvero amico dell’uomo secondo la scienza e gli studi più recenti.

Quando si decide di prendere un animale domestico la scelta è spesso: “cane o gatto“? Di chi ci si può fidare di più?Con chi andremo d’accordo? Cosa aspettarsi dall’uno e dall’altro?

In realtà, sembrerebbe che la popolazione mondiale si divida naturalmente tra chi sceglierebbe solo i cani e chi solo i gatti. Tuttavia, la scienza si è chiesta chi, se cane o gatto, sia davvero più amico dell’uomo. Ecco che cosa ha scoperto!

Cane o gatto? … Cane!

Perchè il cane, si sa, è il più fedele amico dell’uomo. Perchè il cane è sornione, coccolone, tenerone e tante “altre cose” che fanno stare bene noi umani quando siamo a contatto con i nostri amici cani.

Secondo lo scienziato Bradshaw, “per i cani, i legami familiari sono fortissimi, basati sul rispetto e l’altruismo. Ecco spiegato perchè i cani si affezionano così tanto ai padroni e alle persone con cui vivono: li considerano membri onorari della loro famiglia“.

Altri studi, condotti sul cervello dei cani con risonanza magnetica, hanno dimostrato che quando i cani annusano gli odori degli umani a loro vicini le loro aree cerebrali risultano felici. Il cane, insomma, è programmato per essere felice in nostra presenza e ci considera il membro più importante del suo nucleo familiare. Infatti, se la domanda è “cane o gatto, chi è davvero amico dell’uomo?”, si può rispondere senza dubbio che il cane è davvero amico dell’uomo e lo vede come il pater familias del suo branco “virtuale” cui resta legato per natura.

E il gatto?

E’ davvero quell’animale che amiamo tanto ma che sembra non essere mai un amico fidato quanto il cane? Sì, ma non perchè per sua natura non sia amico dell’uomo, lo è eccome!

Il gatto, sempre secondo lo studio di Bradshaw, a differenza del cane cerca di sentirsi al sicuro e solo una volta raggiunto questo obiettivo è in grado di sviluppare con noi relazioni altrettanto affettuose dei cani.

La scienza, in realtà, è riuscita anche a sfatare il mito secondo cui i gatti cercherebbero l’uomo solo per essere sfamati e per avere una casa. In realtà, in uno studio sui comportamenti dei gatti nei confronti degli umani, si è visto che il 50% del campione di gatti preso in esame ha preferito il contatto con un essere umano al cibo stesso.

In pratica, i gatti dimostrano il loro affetto in maniera differente dagli umani: tutto qua. Inoltre, i gatti hanno meno bisogno dei cani della compagnia degli esseri umani per stare bene. Quando però decidono di concedergli la loro fiducia non si risparmiano e, in particolare, i gatti d’appartamento vedono il padrone anche come una fonte di gioco, ovvero come un suo simile con cui giocare e divertirsi.

Tornando alla domanda “cane o gatto“, la risposta è ovvia: entrambi!

Potrebbe interessarti anche