15 agosto 2018 |

7 trucchi per usare Google Maps al meglio

Iscriviti alla Newsletter di Donnaclick

Non perderti le ultime novità
Google Maps

Esistono dei trucchi per usare Google Maps in modo davvero funzionale e rendere i nostri viaggi ancora più piacevoli e semplici.

Spesso ci si chiede come usare Google Maps al meglio senza avere nulla da invidiare ad un navigatore satellitare “professionale”.


È importante sfruttare tutte le funzionalità in maniera ottimale per utilizzare questo servizio a pieno. Scopriamo insieme 7 trucchi per usare Google Maps considerando tutte le sue grandi potenzialità.

Usare Google Maps offline

Molti non sanno come usare Google Maps offline per pianificare un viaggio in anticipo e salvare le indicazione stradali per poterle consultare anche in assenza di connessione. Google Maps non memorizza la cartografia sullo smartphone perché occuperebbe troppo spazio, ma esiste un trucco per avere sempre a portata di mano la zona che interessa in modo da non perdere l’orientamento se il telefonino resta senza una connessione a Internet. Per sfruttare questa qualità bisogna aprire l’app Google Maps sullo smartphone e impostare il percorso desiderato: comparirà un box che chiede se si intende “scaricare le indicazioni stradali offline in caso di una connessione instabile lungo l’itinerario”. A questo punto è necessario toccare il riquadro per far partire il download dell’area offline. Il file sarà archiviato nella memoria del telefonino, oppure nella scheda SD, se presente. Le mappe scaricate sono accessibili dall’app Maps > Menu > Aree offline.

Cercare punti di sosta, ristoro…

Se mentre guidate desiderate sapere se ci sono nel circondario delle aree adibite al ristoro e alla sosta è davvero utile cercare su Google Maps dove fare rifornimento, mangiare o riposarsi qualche minuto. Per farlo è sufficiente toccare la lente d’ingrandimento per far comparire le opzioni “Stazioni di servizio”, “Ristoranti”, “Negozi di alimentari”, “Bar” o “Cercare lungo il percorso” quello di cui si ha bisogno.

Pianificare il viaggio da computer

Con Google Maps è possibile pianificare il viaggio da computer: basta impostare il percorso e fare un semplice clic sull’opzione “Invia al telefono”. Le mappe offline di Google Maps compariranno nell’apposita area sullo smartphone. Inoltre, è anche possibile condividere un luogo inviando l’apposito link, anche come URL breve, copiandolo in un’email o sms, oppure postandolo sui social o su un sito web.

Memorizzare i luoghi più frequentati

È possibile memorizzare i luoghi più frequentati su Google Maps per evitare di continuare a digitare i soliti indirizzi. Per farlo bisogna utilizzare la funzione “I tuoi luoghi”, eseguendo il seguente percorso: Menu > I tuoi luoghi > Etichettati. Google chiede di impostare gli indirizzi di “Casa” e “Lavoro”, toccando la scritta e digitando l’indirizzo. Per salvare luoghi diversi da quelli previsti da Google Maps sulle mappe, basterà digitare l’indirizzo o trovarlo sulle mappe, oppure selezionarne uno dalla cronologia, per far comparire il segnaposto rosso. A questo punto apparirà una finestra con una stella abbinata alla voce “Salva”.

Inserire tappe intermedie su Google Maps

Quando si cercano indicazioni stradali su Google Maps è possibile inserire tappe intermedie del percorso pianificato. Come? È sufficiente toccare i tre puntini in alto a destra e scegliere la voce “Aggiungi tappa”: comparirà un riquadro dove digitare un terzo indirizzo, oppure un quarto e così via. Inoltre, i riquadri sono spostabili con un dito in modo da modificare il viaggio a piacere in modo facile. Al termine dei passaggi bisogna confermare le scelte con un tocco sulla scritta “Fine”.

Ritrovare un posto di cui non si ricorda l’indirizzo

Anche se per la privacy non è il massimo, a qualcuno interesserà sapere che Google Maps tiene traccia degli spostamenti degli utenti. Quindi è possibile andare in Menu > Cronologia e trovare non solo l’indicazione del luogo in cui ci troviamo in quel preciso momento, ma anche un calendario per rivedere tutti i viaggi/spostamenti effettuati, dove e quando sono stati fatti. Chi teme per la propria privacy può disattivare la cronologia oppure cancellarla. Per farlo bisogna andare nell’area “Impostazioni” accedendo dal menu, che si apre cliccando sui tre pallini in alto a destra dalla pagina della “Cronologia”.

Usare i comandi vocali

Per trovare un luogo sulla mappa è possibile usare i comandi vocali con Google Maps. È necessario usare un tono di voce alto e scandire bene le parole. Per attivarlo bisogna impostare e avviare la navigazione, toccare i tre puntini a destra in basso, scegliere la sezione “Impostazioni” e quindi “Rilevamento di ‘OK Google'”. Attivare poi la funzione “Da qualsiasi schermata”, anche dalle mappe. Dopo aver cliccato tre volte “OK Google”, i comandi vocali sono a disposizione e potrete pronunciare le vostre richieste mentre guidate, senza toccare lo schermo. Se per esempio ci si perde potete chiedere a Google Maps: “dove devo girare?” e il navigatore ripete le indicazioni.

Leggi anche:

Claudia S.

Potrebbe interessarti anche