23 maggio 2018 |

Anniversario della strage di Capaci, le più belle frasi per chi lotta per la legalità

Iscriviti alla Newsletter di Donnaclick

Non perderti le ultime novità

Con queste, tra le più belle frasi per chi lotta per la legalità si commemora l’anniversario della strage di Capaci che ogni 23 maggio, da 26 anni, ci ricorda i morti nella strage, ma anche di ridare centralità al tema della legalità nel nostro Paese.

Il 23 maggio si celebra il l’anniversario della strage di Capaci (questo il 26mo), strage in cui per mano mafiosa furono uccisi il giudice Giovanni Falcone, la moglie Francesca Morvillo e gli uomini della scorta. Durante questi 26 anni tanto si è detto su quest’uomo straordinario, non solo per commemorare il suo coraggio e quello di chi, come lui, ha lottato contro la mafia, ma anche e soprattutto per rimarcare l’importanza e il valore della legalità affinché certi errori non si ripetano mai più nella storia.

Abbiamo raccolto le più belle frasi per chi lotta per la legalità, da quelle pronunciate dallo stesso Falcone a quelle di Papa Francesco, da Camilleri a Roberto Saviano. Eccole.

  • “La libertà è condizione ineliminabile della legalità; dove non vi è libertà non può esservi legalità” (Piero Calamandrei)
  • “Chi tace e chi piega la testa muore ogni volta che lo fa, chi parla e chi cammina a testa alta muore una volta sola” (Giovanni Falcone)
  • “Democrazia e legalità sono come marito e moglie: senza l’uno, non può esistere l’altra” (Dal web)
  • “Avete chiuso 5 bocche ma ne avete aperte 50 milioni” (Giovanni Falcone)
  • “Bisogna essere matti come Falcone, Borsellino, e tanti altri eroi civili, per sacrificare la propria vita in nome della legalità” (Andrea Camilleri)
  • “Parlate della mafia. Parlatene alla radio, in televisione, sui giornali. Però parlatene” (Paolo Borsellino)
  • “L’importante non è stabilire se uno ha paura o meno, è saper convivere con la propria paura e non farsi condizionare dalla stessa. Ecco, il coraggio è questo, altrimenti non è più coraggio ma incoscienza” (Giovanni Falcone)
  • “Non ho paura delle parole dei violenti, ma del silenzio degli onesti” (Martin Luther King)
  • “La vita di ogni comunità esige che si combattano fino in fondo il cancro della corruzione, il cancro dello sfruttamento umano e lavorativo e il veleno dell’illegalità. Dentro di noi e insieme agli altri, non stanchiamoci mai di lottare per la verità e la giustizia” (Papa Francesco)
  • “A questa città vorrei dire: gli uomini passano, le idee restano. Restano le loro tensioni morali e continueranno a camminare sulle gambe di altri uomini” (Giovanni Falcone)
  • “La legalità e il diritto sono le pietre fondanti della pace internazionale e della stabilità” (Giorgio Napolitano)
  • “Porgi aiuto alla legge, fa’ guerra alla illegalità” (Pitagora)
  • “Non siamo il Paese di Riina, ma quello di Falcone e Borsellino” (Roberto Saviano)

Per commemorare questo tragico evento, inoltre, oggi ci sarà la manifestazione nazionale #PalermoChiamaItalia, promossa dal Ministero dell’Istruzione e dalla Fondazione Falcone, e che vedrà coinvolti circa 70.000 studenti e studentesse di tutta Italia.

Fonte immagine di copertina: Cinzia Rampino

Potrebbe interessarti anche