27 febbraio 2018 |

Mostre a Milano 2018, tutti gli appuntamenti da non perdere

Iscriviti alla Newsletter di Donnaclick

Non perderti le ultime novità

Ecco tutte le mostre di Milano del 2018 da non perdere assolutamente, da Picasso a Frida Kalho, da Boldini a Paul Klee.

A Milano è stato presentato dal sindaco Sala il calendario culturale 2018-2019 che, ricco di sorprese, porterà tanta arte e cultura nella città, tante mostre a Milano per il 2018 e tanti appuntamenti da non perdere. Come lo stesso sindaco ha dichiarato: “il calendario porta in scena giovani artisti accanto a nomi di grande richiamo“.

Gli eventi in calendario saranno divisi in quattro macro-argomenti: I grandi maestri, la Milano Città mondo, I musei del mondo, La memoria storica della città. Ecco allora tutte le mostre a Milano, gli appuntamenti da non perdere e tutti i progetti espositivi previsti.

Boldini. Ritratto di signora (GAM – Galleria d’Arte Moderna)

16 marzo – 17 giugno 2018

Il GAM (Galleria d’Arte Moderna) dedica a Giovanni Boldini, uno dei pittori più interessanti della Belle Époque parigina, una mostra contenente 30 le opere selezionate e concesse straordinariamente in prestito dal Museo Giovanni Boldini di Ferrara e in dialogo con le opere della GAM di Boldini e di Paul Helleu, suo amico e come lui protagonista della Belle Époque parigina. L’obiettivo della mostra è presentare l’elaborazione di uno stile moderno e personale del ritratto femminile mondano e aristocratico attraverso opere che risalgono al primo ventennio del ‘900.

Frida Kalho – Oltre il mito (Mudec – Museo delle Culture)

1 febbraio – 3 giugno 2018

Attesissima la mostra che, al MuDeC- Museo delle Culture, si presenterà come una chiave di lettura inedita del lavoro dell’artista Frida Kahlo tramite l’esposizione di oltre 100 opere provenienti dalle due più importanti e ampie collezioni di Frida Kahlo al mondo, Olmedo e Gelman, da musei internazionali e da Casa Azul, la dimora messicana di Frida Kahlo e Diego Rivera.

Albrecht Dürer e il Rinascimento tra la Germania e l’Italia (Palazzo Reale)

21 febbraio – 24 giugno 2018

A colui che è considerato il protagonista assoluto del Rinascimento tedesco ed europeo nell’epoca della sua più alta espressione sarà dedicata una mostra che metterà in evidenza i rapporti tra la sua opera e quella di grandi maestri suoi contemporanei, quali Cranach, Giorgione, Lorenzo Lotto e altri.

Paul Klee e il Primitivismo (Mudec- Museo delle Culture)

26 settembre 2018 – 27 gennaio 2019

E’ una mostra che vuole affrontare da una prospettiva inedita l’opera di Paul Klee e inserirlo all’interno della corrente primitivista in Europa agli inizi del XX secolo. Una corrente che, come si intuisce dal nome, traeva ispirazione dalle cosiddette civiltà primitive, considerate come una leggendaria età dell’oro. In questa mostra troveremo una selezione di oli, tempere, acquarelli e disegni di Klee, posti in un rimando con oggetti dell’antichità, manufatti etnografici della collezione del Mudec, riviste e documenti d’epoca legati alla formazione di Klee.

Carlo Carrà (Palazzo Reale)

4 ottobre 2018 – 3 febbraio 2019

Questa rassegna racconta l’intero percorso artistico di Carrà attraverso le sue opere più significative e arriva a 30 anni di distanza dall’ultima che ci fu proprio in questa sede. Troverete ciò che contraddistingue il pittore metafisico: i grandi capolavori, i dipinti ascrivibili ai valori plastici, i paesaggi e le nature morte che attestano il ritorno alla realtà degli anni ’20, senza trascurare le composizioni di figura risalente agli anni ’30.

Picasso e il mito (Palazzo Reale)

18 ottobre 2018 – 17 febbraio 2019

Ecco a cosa si riferiva il sindaco parlando dei “nomi di grande richiamo”: non solo Carrà, ma anche e addirittura Picasso! L’esposizione, dal titolo Picasso e il mito, ripercorre l’uso che Picasso fa della bestialità e del repertorio mitologico. Tra i suoi riferimenti principali ci sono fauni, centauri e minotauri che incontrano la violenza della guerra, della corrida, della fantasia sfrenata e dell’erotismo. Cinque le sezioni della mostra, per un totale di 350 opere provenienti dal Museo Picasso.

Sono ancora gli interessanti progetti espositivi a Milano per tutto il 2018 e il 2019:

  • L’esposione d’arte contemporanea brasiliana al PAC;
  • Nell’ambito della sezione memoria storica della città, la mostra “Milano durante la Grande Guerra” al Palazzo Morando, dal 15 marzo al 15 luglio;
  • Nella Biblioteca Sormani (18 maggio-14 luglio 2018), un’esposizione fotografica rievocherà le fasi della contestazione studentesca del 1968, divampata a Milano tra le mura dell’Università degli Studi, e porterà alla luce dalle proprie preziose raccolte i riflessi di quel vento di cambiamento nell’industria culturale.
  • La mostra che ripercorre le vicende progettuali e costruttive della Galleria Vittorio Emanuele II avrà luogo al Castello Sforzesco (21 dicembre 2017-18 marzo 2018) nel 150° dall’inaugurazione, attraverso fotografie, disegni tecnici, planimetrie e documenti appartenenti alle raccolte civiche, alcuni dei quali del tutto inediti.
  • Al Museo del Novecento (novembre 2018-marzo 2019) si ricostruisce la storia del movimento culturale milanese “Corrente”, in occasione degli 80 anni dalla nascita della rivista “Corrente di vita giovanile” fondata da Ernesto Treccani a Milano nel 1938. E’ un progetto a più mani che coinvolge Castello Sforzesco, Museo del Novecento, Casa museo Boschi Di Stefano e Biblioteca Sormani.

Potrebbe interessarti anche