29 dicembre 2017 |

Ikigai, il metodo giapponese per trovare la propria ragione di vita

Iscriviti alla Newsletter di Donnaclick

Non perderti le ultime novità

Si chiama Ikigai il metodo giapponese per trovare la propria ragione di vita. Dal lontano Oriente un’altra pratica spirituale che consente di migliorare la propria esistenza. Ecco come!

La cultura giapponese, si sa, è intrisa di spiritualità, ricerca della crescita personale e del benessere interiore dell’essere umano. Oltre al sushi e il karaoke, infatti, questo piccolo grande Paese ci tramanda interessanti filosofie di vita, pratiche ed esercizi spirituali che ognuno di noi potrebbe usare nella propria esistenza per raggiungere determinati risultati oppure semplicemente per stare meglio con se stessi e con l’ambiente che ci circonda. Avviene così anche per il metodo Ikigai, la pratica giapponese per trovare la propria ragione di vita.

Cosa significa questa parola, Ikigai?

Letteralmente gli ideogrammi della parola Ikigai, 生き甲斐, possono essere tradotti con “ragione di vita” (Iki= vita; Gai= Scopo, qualcosa su cui valga la pena investire). Un motivo per cui svegliarsi la mattina, quindi.

Come possiamo trovare e seguire il nostro Ikigai?

Capita a tutti, in certi momenti della vita, di sentirsi insoddisfatti, invidiosi delle altrui felicità o addirittura depressi. Ma se facciamo ciò che ci piace fare, e magari lo facciamo con le persone giuste, attraiamo sentimenti di forza, gioia e soddisfazione personale. Ci sono, infatti, delle attività che facciamo con maggiore naturalezza e piacere, dimenticandoci del tempo che passa, magari persino di mangiare e di bere, perchè quello che stiamo facendo ci fa stare bene.

Ognuno di noi conosce questa sensazione e c’è chi la segue naturalmente e con più disinvolura e chi invece fa più fatica a trovarla. Spesso, per pigrizia, convenzioni sociali, sensi di colpa o semplicemente perchè ci si sente costretti, si finisce con il fare attività e lavori e che non sono propriamente adatti a noi e che non ci soddisfano pienamente. Addirittura si può arrivare al caso limite di rinunciare a fare qualsiasi cosa, perchè si crede di non essere utili a nessuno.

Secondo la filosofia orientale, in effetti, se stiamo attraversando una crisi non è a caso, ma è perchè, forse, stiamo semplicemente cercando il nostro Ikigai! 

Liberando la nostra mente da tante sovrastrutture, attingendo a un pizzico di coraggio, anticonformismo, e desiderio di mettersi in gioco, ognuno di noi può guardare in faccia il suo Ikigai, fare quello che davvero gli piace e trovare la sua ragione di vita!

Trovare l’Ikigai non è sempre facile e automatico. Si tratta di fare la cosa che ci piace di più? O di fare quello che sappiamo fare meglio? Individuare la nostra vocazione o il nostro lavoro preferito? Ikigai, in realtà è tutto questo ma anche molto di più. Se consideriamo, infatti, la nostra esistenza come un diagramma a insiemi contenenti fattori quali il lavoro, le passioni personali e ciò che l’ambiente circostante ci chiede dall’esterno, l’Ikigai è dato dall’intersezione di tali insiemi.

Per trovare la propria ragione di vite e il proprio Ikigai, perciò, è importante prendere in considerazione questi aspetti di noi stessi, iniziando a dargli un grande valore.

Ikigai-EN.svg

In particolare dobbiamo seriamente considerare:

  • Ciò che amiamo
  • Ciò che gli altri amano di noi
  • Ciò che sappiamo fare
  • Ciò che possiamo fare per il mondo.

Inoltre, cercare l’Ikigai è per tutte le età e per tutti gli esseri umani, dal momento che si tratta di un atto introspettivo. Proprio perchè oggi ci sono categorie di persone che, in una società veloce e a volte indifferente, si sentono fragili, come ad esempio gli anziani o le persone con disabilità, che possono finire col pensare di non servire a nessuno, cercare il proprio Ikigai risulta essere sempre più importante.

In Giappone, ad esempio, gli anziani di Okinawa, dove vi è un altissimo tasso di longevità, possono e devono svolgere attività che li facciano stare bene e sentirsi parte attiva della società. Può trattarsi di un lavoro, magari svolto solo qualche ora al giorno, attività di volontariato, aggregazione sociale e così via.

Ikigai è seguire il proprio istinto, lanciarci nella creatività, nelle proprie passioni, fare le cose che ci piacciono a prescindere dall’età e dalle tante circostanze della vita. E, anche se a qualcuno questo potrà non piacere, capire davvero chi siamo, come siamo fatti veramente e vivere a pieno la nostra vita è fondamentale!

Allora che aspettiamo? Guardiamoci dentro e troviamo il nostro Ikigai, la nostra ragione di vita, consapevoli del fatto che essa possa cambiare nel corso della nostra esistenza, a seconda delle circostanze. L’importante è interiorizzare che Ikigai è “trovare il senso profondo della propria vita”… e quello c’è sempre: parola di giapponese!

Potrebbe interessarti anche