24 Luglio 2019 |

Vacanze sostenibili, le mete più eco e green premiate da Legambiente

Iscriviti alla Newsletter di Donnaclick

Non perderti le ultime novità
Viaggi e vacanze sostenibili per entrare in contatto con la Natura, le mete e le location ce le consiglia Legambiente

Legambiente ci svela quali sono le strutture più green e perché

Fare vacanze green, infatti, significa anche affidarsi a stili di vita sostenibili ma non per questo meno comode o in certi casi lussuose. Allo scegliere autonomamente le proprie mete, viaggiare in libertà, abbandonare l’auto o l’aereo scegliendo bicicletta, treno, trekking o bus. Spesso per vacanze sostenibili si intendono semplicemente slow tourism.

La necessità di fare scelte ecosostenibili anche in vacanza, la sicurezza di non imbottigliarsi nel turismo di massa, la ricerca di luoghi incontaminati e lontani dallo stress, la ricerca di ecoarchitettura, di cibo a Km0 e di agricoltura biologica sono uno stile di vita sempre più diffuso tra i viaggiatori e i vacanzieri moderni.

Ecobnb ha calcolato quanta C02 si risparmia scegliendo di fare vacanze ecosostenibili:

«Se prenoti una stanza in una delle ospitalità di ecobnb più green, quelle che possiedono tutti i 10 requisiti di sostenibilità principali, risparmi così sino a 8085 g di CO2 302 litri di acqua per persona al giorno. Un gesto che equivale al piantare 295 alberi!».

E Legambiente tenendo conto di questo nuovo modo di fare vacanza ha istituito gli Oscar Ecoturismo che quest’anno sono stati assegnati durante la manifestazione Fà la Cosa giusta a Milano.

Dove andare per fare una vacanze green

Dagli agriturismi ai bio-villaggi fino alla gita tra i borghi italiani, must have delle vacanze sostenibili alla scoperta di laghi, valli e cascate.

E poi, le vacanze green e sostenibili sono una scelta etica tant’è che spesso in luoghi per vacanze bio e green è anche bandito il fumo, il wifi, sono graditissimi gli animali domestici, si mangia vegetariano o vegano, si usano creme e saponi bio, e si gode il più possibile dello spettacolo della natura.

Vediamo in dettaglio e categoria per categoria quali sono le migliori strutture turistiche, tra hotel diffusi, alberghi, B&B, lidi, spiagge, parchi naturali  che hanno conquistato gli Oscar Ecoturismo di Legambiente assegnati l’8 marzo 2019.

 

Categoria: Ottima gestione ambientale

Hotel Daniel Emilia
Romagna/Bellaria
La ristrutturazione è iniziata nel 2015 quando sono stati installati i pannelli fotovoltaici e solari;  lampadine a basso consumo; i dispenser per il sapone che hanno sostituito le bustine monodose; gli infissi ad alta efficienza;spegnimento automatico dell’aria condizionata e frutta e verdura a Km0 e biologici con particolare attenzione a menù vegetariani e vegani.

Contea dei Ciliegi
Marche/Pedas
In pratica è un vero villaggio turistico rurale collocato all’interno di un parco naturale di 8 ettari dove è possibile fare fitness opendoor, idromassaggio e sono disponibili giochi per bambini in mezzo a 2000 piante da frutto.

 

B&B Fonte di Zeno
Elba /Marciana
La presenza di macchia mediterranea ad alto fusto, olivi secolari e vigneti rendono questo luogo unico grazie anche alla presenza dell’antica Fonte di Zeno. In cucina solo prodotti stagionali e a Km0 e la presenza di pipistrelli grazie ai nidi artificiali che tengono lontani insetti nocivi in maniera naturale.

 

Bagno Arizona
Toscana/Viareggio
Energia e attenzione per i disabili, alimentazione e attività sul territorio sono i punti di forza dello stabilimento balneare assieme all’Orto in Spiaggia.

Agriturismo La Petrosa
Campania/Cilento
Attenzione alla sostenibilità e ai prodotti enogastronomici locali.

Categoria: Amici del Clima

Politian Apartments
Toscana/Montepulciano
In questa struttura composta da sei appartamenti indipendenti in un palazzo familiare nel cuore di Montepulciano, sono stati installati pannelli isolanti con lana raccolta dalle pecore da latte, prodotto che viene solitamente scartato.

Categoria: Riuso e riciclo dei materiali

Osteria Arcadia
Veneto/Porto Tolle
Da queste parti è la plastica sotto forma di bottiglie, posate e piatti è stata eliminata e durante le escursioni in barca l’invito e a raccogliere la plastica che trovano in giro con lo slogan: porta a casa una conchiglia ma anche una bottiglia. Il ristorante ha adottato la doggy-bag per consentire ai clienti di portare a casa il cibo avanzato e evitare così lo spreco alimentare.

Lido Idelmery
Liguria/Taggia
Al Lido Idelmery sanno bene come divertirsi e per questo sono stati premiati. Grazie all’evento Pic-Nic sulla spiaggia, dove a tutti i partecipanti è stato fornito un kit di stoviglie compostabili. Altro evento di comunicazione ambientale è stata la partecipazione al  Carnevale estivo con costumi realizzati con plastica di riciclo e lo slogan: Lido Idelmery-Noi non vogliamo un mare di plastica.

B&B Al Bastione Normanno
Sicilia/Palermo
Souvenir con materiali di riciclo e noleggio gratuito di biciclette per i soci Legambiente.

 

Categoria: Offerta Alimentare e Gastronomia Tipica

Fattoria L’Alpenice
Emilia Romagna
Si definiscono Bioagriturismo e i loro alloggi sono pet-friendly, ossia gli animali domestici sono ben accetti. In effetti l’Alpenice  tra Modena e Bologna è un’azienda agricola biologica. E’ presente anche una saletta SPA con mini piscina, idromassaggio e bagno turco. Ma il vero punto di forza che è valso il riconoscimento di Legambiente sono i corsi per preparare la pasta fatta in casa tenuti da Novella la sfoglina (così si chiamano le signore bravissime a tirare la pasta con il mattarello). La cucina è in comune e le biciclette sono gratuite.

Bagno Teresa
Toscana/Viareggio
Molte iniziative sostenibili tra cui la continua ricerca di fornitori locali, l’ orto in spiaggia, le colture idroponiche. In realtà il lido è davvero ben organizzato con aree destinate al pranzo al sacco, tenute sempre pulite e ordinate; la sera è possibile usare il barbecue per grigliate notturne. Ma il vero punto di forza sono i 4 metri di distanza tra un ombrellone e l’altro e la piscina con acqua di mare che si affaccia su un prato e circondata come tutto il lido da un freschissimo bochetto.

Domus De Janas
Sardegna/Barisardo
Qui il menù è scritto in sardo e le spiagge di Bari Sardo e dell’Ogliastra completano lo scenario mozzafiato.

Categoria: Comunicazione e Promozione del Territorio

AreVod Associazione Rete Vesuviana di Ospitalità Diffusa tra gestori di bed and breakfast, case vacanze, affittacamere e case religiose.
Campania/Area Vesuviana
Oltre 20 operatori turistici impegnati attivamente nella promozione dei beni culturali e naturali dell’area vesuviana tra i comuni di Boscoreale, Boscotrecase, Poggiomarino, Torre Annuziata, Trecase.

Categoria: Mobilità Sostenibile

Hotel San Salvador
Emilia Romagna/Bellaria

La collaborazione con Legambiente inizia con l’adozione del decalogo per il turismo sostenibile e consapevole. Peraltro la struttura ha ottenuto il riconoscimento TripAdvisor Premio Ecoleader livello Platinum. Spiegano Federico e Stefano i gestori dell’Hotel:
«Eco Green Chic significa mantenere una gestione Ecologica di tutta la tua vacanza: dall’Ospitalità che ti offriamo a ciò che puoi mangiare al Ristorante, dal come facciamo la Spesa (prodotti a Km 0 e di stagione), al modo in cui coordiniamo i rapporti con il Personale e tutte le altre Risorse».

Il premio di Legambiente giunge però:
«Per l’installazione di due colonnine per la ricarica auto elettriche usabili anche da esterni». 

Blu Suite Hotel
Igea/Bellaria
La cucina è il vero punto di forza del Blu suite Hotel con un ampia proposta vegetale che incluse fiori, germogli, radici,  e legumi a cui si aggiunge il pescato. Molto interessante è l’uso dei grani antichi e non raffinati, spezie, erbe aromatiche, pasta e cereali speciali che fanno parte del progetto #sprecozero volto a evitare ogni forma di spreco in cucina.

Legambiente li ha premiati per:
«l’installazione di due colonnine per la ricarica auto elettriche usabili anche da esterni». 

 

Parchi e aree marine protette

Parco Nazionale della Valgrande
Piemonte /Verbania
Massima sicurezza e innumerevoli attività, questa è l’area wilderness più grande d’Europa. I sentieri si possono percorrere solo accompagnati da Guide Ufficiali del Parco, Guide Alpine e Accompagnatori naturalistici abilitati. I bivacchi nel Parco sono organizzati all’interno delle baite recuperate per l’uso ricettivo, non custodite e sempre aperte, dotate di stufa a legna.

A agosto si tiene I sentieri del gusto un viaggio goloso in Val Grande per conoscere e scoprire la tradizione gastronomica e le antiche ricette della cucina alpigiana raccolte dal gruppo culturale Le donne del Parco.

Parco Naturale Regionale Paneveggio
Pale di San Martino Trentino
La foresta di Paneveggio, nota anche come la foresta dei violini per l’uso del suo legno per la costruzione delle casse armoniche include il progetto Parco accessibile. Di fatto la possibilità per disabili accompagnati di partecipare alle escursioni grazie a Joelette una carrozzella monoruota da fuoristrada.

Area Marina Protetta Tavolara
Punta Coda Cavallo
Sardegna/Olbia, San Teodoro e Loiri Porto San Paolo

Il Premio è stato riconosciuto per il progetto SalvaMare realizzato in collaborazione con gli operatori del Consorzio dei Balneari dell’Area Marina e gli operatori delle strutture ricettive. Il progetto promuove un modello sostenibile di fruizione degli ambienti di sabbia e di mare a partire da piccoli ma significativi gesti quotidiani.

 

Parco nazionale del Pollino
Basilicata e Calabria
Il Parco nazionale del Pollino ha subìto un impennata di visite soprattutto turismo scolastico e sociale. L’incremento del turismo fuori stagione ha favorito l’economia locale delle strutture ricettive e ristorative operanti nei comuni del Parco. Molto interessante anche l’obbligo di avvalersi solo di guide del Parco o ufficiali.

Parco naturale regionale di Tepilora
Sardegna
Per l’attenzione dimostrata al turismo escursionistico all’insegna della sostenibilità, con la pubblicazione nel sito del Parco di sentieri e itinerari, unitamente a carte topografiche dettagliate e aggiornate, insieme al regolamento per la corretta fruizione del territorio.

Riserva Naturale Orientata
Isola di Lampedusa
Per aver saputo far convivere la fruizione turistica con la tutela dell’ambiente, applicando un regolamento che ha saputo salvaguardare un
angolo di natura estremamente delicato, pur mantenendo la fruibilità diurna di parte del territorio. La gestione sostenibile della Spiaggia dei Conigli ha dimostrato come sia possibile, salvaguardare luoghi incantevoli e ricchissimi
di biodiversità, non senza difficoltà e conflitti.

Premi speciali ambientali

CamminaSila Calabria Premio speciale Turismo Attivo e Sostenibile
L’esperienza di CamminaSila, nata nel 2012 da un progetto del circolo Legambiente Sila, è servita a  dimostrare che si può fare turismo invernale anche senza l’utilizzo di infrastrutture di grande impatto. Le attività di CamminaSila offrono non solo sci ma anche visite guidate ai beni culturali, ai musei del territorio, alle aree faunistiche ed alle riserve naturali presenti in Sila.

Comune di Montesilvano (Pe)
Abruzzo Premio speciale Accessibilità e Inclusività, in collaborazione con la Fondazione Cesare Serono
Ben due spiagge libere per il progetto Spiagge Accessibili completamente prive di barriere, allestite dal
Comune di Montesilvano in due diversi punti del lungomare. Dalla stagione estiva 2018, il servizio si avvale della partecipazione di sette ragazzi del progetto SPRAR che hanno fornito la loro assistenza agli utenti della spiaggia, oltre che svolgere attività di pulizia, piccola manutenzione e vigilanza.

Centro Ferie Salvatore
Lazio/San Felice Circeo
Premio speciale Accessibilità e Inclusività, in collaborazione con la Fondazione Cesare Serono
Il riconoscimento giunge per aver reso la spiaggia luogo ideale per le vacanze di persone con disabilità

Associazione Le Rotaie
Molise Premio speciale Mobilità Dolce, in collaborazione con l’Alleanza per la Mobilità Dolce
Per aver salvato la ferrovia Sulmona-Carpinone e ripristinando la Transiberiana di Italia in collaborazione con Fondazione FS.

ASTOI –Confindustria Viaggi
Premio speciale Informazione Ambientale

ASTOI è l’associazione dei Tour Operator aderenti a Confindustria che hanno deciso di attivarsi contro la diffusione di specie aliene informando e sensibilizzando gli operatori del settore e i viaggiatori e siglando un protocollo di intesa con il progetto europeo Life ASAP (Alien Species Awareness Program).

In proposito è stato diffuso il decalogo del viaggiatore consapevole 

  1. Informati sui rischi legati alle introduzioni di specie aliene invasive
  2. Informati sulle norme che regolano il trasporto di piante e animali da un paese a un altro
  3. Informati se nei luoghi che visiti sono presenti specie aliene invasive e quali siano i principali rischi
  4. Accertati di non trasportare involontariamente specie aliene invasive: controlla attentamente calzature e vestiti prima di partire e rientrare a casa; pulisci accuratamente le tue attrezzature dopo che hai praticato attività all’aperto (es. pesca, trekking, cicloturismo, immersioni), soprattutto se dopo ti sposti in ambienti naturali protetti o vulnerabili
  5. Verifica che il tuo bagaglio non contenga animali (in particolare insetti) entrati inavvertitamente e nel caso avvisa subito le autorità competenti
  6. Non riportare a casa animali, piante, semi, legno e rocce che hai raccolto durante il viaggio
  7. Assicurati che piante, semi o bulbi acquistati durante il viaggio non siano di specie aliene invasive
  8. Non rilasciare in natura eventuali piante o animali acquistati o trasportati involontariamente
  9. Diffondi le conoscenze: rendi consapevoli altri viaggiatori su rischi e precauzioni che prendi quando viaggi per evitare di introdurre specie aliene invasive
  10. Viaggia in modo consapevole e torna a casa portando con te solo emozioni e ricordi