11 Ottobre 2016 |

Le più belle frasi d’amore di Haruki Murakami

Iscriviti alla Newsletter di Donnaclick

Non perderti le ultime novità

Scopriamo le più belle frasi d’amore di Haruki Murakami, uno degli autori contemporanei più apprezzati della letteratura internazionale. Ecco a voi una selezione delle citazioni più belle sull’amore e sui sentimenti da non perdere!

Haruki Murakami è uno scrittore, saggista e traduttore giapponese, nato a Kyoto nel 1949, e tradotto in tutto il mondo. Infatti, i suoi best-seller sono stati tradotti in circa cinquanta lingue e hanno venduto milioni di copie. Norwegian Wood, L’uccello che girava le viti del mondo, Kafka sulla spiaggia, La fine del mondo e il paese delle meraviglie e 1Q84 sono solo alcuni dei testi dell’autore acclamati da critica e pubblico.

Kafka sulla spiaggia

15.00 € 12.75 €
Sconto del 15%

La fine del mondo e il paese delle meraviglie

15.00 € 12.75 €
Sconto del 15%

Norwegian Wood

14.00 € 11.90 €
Sconto del 15%

Timido e riservato, Haruki Murakami è stato più volte candidato al Nobel per la Letteratura ed è uno degli scrittori più amati del mondo occidentale e orientale, in grado di emozionare e far sognare moltissimi lettori grazie alle sue storie ricche di riflessioni sull’esistenza umana. Ecco che abbiamo raccolto per voi una serie di frasi e aforismi sull’amore di Haruki Murakami che vi riempiranno il cuore.

Le frasi d’amore più belle di Haruki Murakami

“Se non c’è l’amore, il mondo è come il vento che soffia fuori dalla finestra. Non lo si può sentire sulle mani, non se ne percepisce l’odore.”
da La fine del mondo e il paese delle meraviglie

“Amare è così, caro Tamura Kafka. Sei solo tu a provare quelle sensazioni così belle da togliere il fiato, e solo tu a vagare nelle tenebre più fitte. Tocca a te sostenere questo peso col tuo corpo e la tua anima.”
da Kafka sulla spiaggia

“Così funziona il cuore. Non è qualcosa di uniforme. E’ come il corso di un fiume. Si adatta alla forma delle cose.”
da La fine del mondo e il paese delle meraviglie

“Non capisco come sia possibile che amare profondamente qualcuno voglia dire ferire quella persona in modo tanto crudele. Perché se così fosse, che significato avrebbe amare?”
da Kafka sulla spiaggia

“Forse attorno al mio cuore c’è una specie di guscio duro e sono veramente poche le cose che possono romperlo e entrarci dentro. Forse non sono capace di amare.”
da Norwegian Wood

“Mi bastava abbandonare al vento il mio cuore, come gli uccelli. Perché non potevo buttarlo via, mi dissi. A volte era pesante e cupo, era vero, ma succedeva anche che portato in volo dal vento riuscisse a vedere attraverso l’eternità.”
da La fine del mondo e il paese delle meraviglie

“Il tuo cuore assomiglia a un grande fiume ingrossato da lunghe piogge. Tutti i segnali stradali stati sono sommersi dalla corrente e trascinati in qualche luogo oscuro. Mentre la pioggia continua a cadere violenta sul fiume. Ogni volta che vedi ai notiziari immagini di inondazioni come questa, pensi: Ecco, dentro di me è esattamente così.”
da Kafka sulla spiaggia

“Amare qualcuno dal profondo del cuore è comunque una grande consolazione. Anche se si è soli e non si riesce a stare con quella persona.”
da 1Q84

“Forse noi due ci cercavamo molto più di quanto noi stessi pensassimo.
E così abbiamo finito per prendere la strada più lunga e più contorta.
Forse io non avrei dovuto fare quello che ho fatto. Ma non ho potuto farne a meno.
E volevo dirti che la sensazione di intimità e tenerezza che ho provato per te,
è stata un’emozione che non avevo mai sentito prima nella mia vita”.
da Norwegian Wood

“Non era un’emozione simile all’innamoramento o al desiderio sessuale. Era come se qualcosa si fosse insinuato attraverso una piccola fessura e tentasse di riempire un vuoto che c’era dentro di lui. Ecco cosa provava. Non si trattava di un vuoto provocato da lei. Esisteva dentro di lui da un tempo incalcolabile. Lei vi aveva proiettato sopra una luce speciale, illuminandolo”.
da 1Q84

“Se tu ti ricordassi di me, non mi importerebbe nulla neanche se tutti gli altri mi dimenticassero”.
da Kafka sulla spiaggia

Claudia S.

Potrebbe interessarti anche