04 settembre 2018 |

Guida completa alla Spartan Race: cos’è e come allenarsi

Iscriviti alla Newsletter di Donnaclick

Non perderti le ultime novità

Spartan Race: cos’è e come allenarsi? Una guida completa è fondamentale se si vogliono evitare incidenti ed essere al massimo della forma! Qualcuno ne avrà già sentito parlare o avrà visto qualche competizione in tv: si tratta della corsa ad ostacoli più dura del mondo. Arrampicarsi su un muro, rotolarsi nel fango, attraversare il filo spinato sono solo alcune delle possibili tappe. Ma come vestirsi e come allenarsi per questa prova?

Spartan Race, cos’è?

SSi tratta di una corsa, una competizione, che sta diventando sempre più popolare. Non si tratta di un addestramento da Marine, ma di un percorso ad ostacoli alla portata di (quasi) tutti. Questo percorso su sterrato, infatti, richiede forza, resistenza e buone capacità di arrampicarsi, correre, saltare e superare ostacoli. Durante il percorso si deve attraversare il fango, scavalcare muri, saltare ostacoli più o meno alti o strisciare sotto di essi.

Ovviamente il tutto viene cronometrato e vince chi completa il percorso nel minor tempo possibile. Questo tipo di percorso può essere affrontato, magari con tempi diversi, sia dagli uomini che dalle donne. I consigli per la Spartan Race, poi, sono tanti e riguardano l’allenamento, il vestiario e le precauzioni da osservare.

Come vestirsi per la Spartan Race

Come vestirsi per la Spartan Race? In questi casi è ovviamente necessario un abbigliamento molto comodo e sportivo. Generalmente queste competizioni si svolgono all’aperto. Il consiglio è quello di attrezzarsi con una canottiera comoda ed aderente ed un pantalone sportivo elasticizzato; abiti troppo larghi, infatti, impediscono i movimenti. Le donne, poi, devono necessariamente legare i capelli. Fondamentale la scelta delle scarpe; meglio preferire calzature di media pesantezza, sportive e dalla suola a carrarmato.

Come allenarsi prima della corsa

Che vogliate solo divertirvi oppure puntiate a scalare la classifica finale, dovrete comunque inserire nel vostro allenamento per la Spartan Race almeno due sessioni di corsa alla settimana per allenare fiato e resistenza. La corsa, infatti, è alla base dell’allenamento! Alternate la corsa ad alcuni esercizi a corpo libero, proseguendo l’allenamento per circa un’ora tenendo d’occhio il cardiofrequenzimetro: dovrete infatti correre ad una frequenza e intensità cardiaca medio – facile. Ovviamente quanto più siete tonici e avvezzi alla corsa, più sarà facile sostenere questo sforzo.

Prima della competizione potete anche fare il percorso vero e proprio, per rendervi conto del grado di allenamento che vi occorre. La Spartan Race in Italia si è molto diffusa nel 2018 anche nella grandi città: spartan race a Taranto, spartan race a Orte, spartan race a Misano e spartan race a Roma, sono solo alcune delle possibili opzioni tra cui scegliere. Basta prenotarsi nelle date previste nelle singole città per partecipare al Campionato italiano.

A chi è sconsigliata la Spartan Race

Il percorso della Spartan Race può essere particolarmente ostico. Tra le prove da superare potrebbero esserci, ad esempio, il salto nel fuoco o l’attraversamento di un fiume con la fune. Insomma, non è proprio una passeggiata! Inoltre, il percorso non è mai noto ai partecipanti alla gara prima della competizione: è la regola fondamentale. Insomma, il percorso è una sorpresa vera e propria! Per questo motivo è consigliato solo a chi non ha problemi di salute o fastidi particolari. In caso di dubbi, chiedete consiglio al vostro medico.

Leggi anche:

Potrebbe interessarti anche