09 Gennaio 2019 |

Guida all’acquisto: i migliori passeggini gemellari per i vostri bambini

Iscriviti alla Newsletter di Donnaclick

Non perderti le ultime novità

Comprare un passeggino, soprattutto quando si parla di passeggini gemellari, è sempre un’operazione complessa. Esiste un giusto compromesso tra prezzo, qualità e comodità dei bambini?

Seguire un bambino non è semplice, seguirne due può diventare impossibile se non si ha la giusta carrozzina ad aiutarci! Prima di approcciarsi ad un acquisto così importante ogni genitore deve perciò interrogarsi su quale siano le sue reali necessità. Il passeggino sarà usato quotidianamente oppure solo di rado? Meglio un ombrellino che ripari dal sole o una cappotta che protegga dal freddo? Non è facile trovare il giusto passeggino al prezzo più conveniente; è per questo motivo che è importante fare diverse ricerche prima di scegliere quello giusto. Ecco quindi una mini guida che vi svela i pro e i contro delle principali categorie di passeggino doppio.

Passeggini gemellari affiancati

Questa tipologia di carrozzina gemellare può essere scomoda quando viene usata in città, soprattutto durante le commissioni quotidiane. Scendere e salire da autobus e marciapiedi, entrare nei supermercati o alla posta può non essere facile con un passeggino gemellare di queste dimensioni. Il consiglio è quindi di misurare prima di tutto le porte di casa e il bagagliaio dell’auto. Può sembrare banale, ma sono elementi da considerare prima di ogni altra cosa! Il peso distribuito lateralmente richiederà infine un maggiore sforzo da parte del genitore nello spostamento della carrozzina, quindi a meno che non lo usiate poco o lo spinga una persona sportiva, meglio optare per altro. Tra i pro, invece, troviamo la parità dei due fratelli sia in termine di pozione e che di visuale, ma soprattutto la classica chiusura ad ombrello che permette di piegarlo e inserirlo in auto comodamente.

Passeggini gemellari tandem

La carrozzina tandem è tra le più apprezzate e comprate e, a differenza del gemellare affiancato, ne esistono diverse tipologie. Prima di tutto è essenziale distinguere tra quelle con le sedute rivolte entrambe nella stessa direzione e quelle con i seggiolini posti uno di fronte all’altro. Nel primo caso è necessario analizzare il livello di reclinabilità per permettere ad entrambi i bambini di dormire comodamente, mentre nel secondo è utile considerare se privarli della visuale intorno a loro. In versione tandem ci sono inoltre i trio gemellari: passeggino, navicella e seggiolino. Un comodo aiuto, soprattutto a lungo termine, che accompagnerà i vostri figli dai primi mesi fino ai tre anni di età. Scegliere un passeggino gemellare tandem può quindi essere la scelta migliore ma non la più economica, quindi è consigliato soprattutto quando si vuole fare una spesa a lungo termine.

Passeggini gemellari sportivi

Se si cerca invece un passeggino gemellare leggero e comodo da spostare si può optare per quelli sportivi. Dalle ruote molto grandi e dalla facile chiusura, sono perfetti non solo per essere usati quotidianamente, ma anche per situazioni come una passeggiata al parco oppure un weekend in montagna. Solitamente con le sedute poste in posizione affiancata, questo modello elimina molti accessori per dare spazio alla facilità di movimento e alla leggerezza. Il prezzo non è dei più contenuti ma la grandezza (spesso meno di 80 cm) e l’impugnatura continuata, perfetta per spingere anche con una sola mano, rendono questo passeggino tra le migliori scelte in commercio.

Potrebbe interessarti anche