18 giugno 2014 |

Bombe caloriche che sembrano cibi sani

Iscriviti alla Newsletter di Donnaclick

Non perderti le ultime novità
dieta errori da evitare

Bombe caloriche che sembrano cibi sani: quali cibi ritenuti poco calorici possono, invece, apportare calorie in eccesso?

Quando si segue un regime alimentare mirato alla perdita di peso, bisogna prestare attenzione ad ogni ingrediente presente nel piatto. Sappiamo già che i condimenti, come olio, zucchero e sale, vanno utilizzati con parsimonia, ma ci sono alcuni cibi, usati  per dare più sapore ad un piatto cucinato in modo semplice, che sono delle vere e proprio bombe caloriche. Vediamo quali sono gli insospettabili nemici del pesoforma nonché infingardi dispensatori di calorie extra!

La cipolla

Incredibile ma vero, una cipolla può arrivare a rendere un piatto 10 volte più calorico. Se poi avete imbiondito (e dunque, in qualche modo, fritto) la cipolla in padella, la calorie crescono ulteriormente.

I frullati

I frullati di frutta e verdura sono degli ottimi sostituiti del pranzo e degli spuntini molto sani, ma solo se preparati da voi e senza l’aggiunta di altri ingredienti. I frullati già pronti contengono un’alta percentuale di zucchero, oltre al latte, dunque non sono molto adatti ad un regime alimentare ipocalorico. Il frullato di latte fresco e frutta di stagione è ottimo al mattino, come colazione alternativa, o come alimento sostitutivo del pranzo, ma è bene non aggiungere zucchero o prediligere quello di canna.

Le melanzane

Le melanzane non sono ortaggi calorici, ma tendono ad assorbire molto i condimenti. Quindi, occhio alla quantità di olio che usate, evitate di aggiungere formaggi e salse troppo elaborate.

La pizza

Durante la dieta, i carboidrati vengono sempre un po’ limitati, ma a volte rinunciare alla pizza è davvero difficile! La dieta, però, non dev’essere un supplizio, quindi è giusto togliersi la soddisfazione di mangiare una bella pizza con gli amici. Preferite pizze sottili e prediligete condimenti semplici (una margherita, ad esempio). Evitate quelle troppo ricche, specialmente se contengono salumi.

I crostacei

Gamberetti, scampi e aragoste sono ricchi di grassi “buoni” per l’organismo, ma andrebbero consumati solo una volta a settimana e senza l’aggiunta di salse elaborate (come la salsa rosa). Il condimento migliore per i crostacei resta un’emulsione di succo di limone e un cucchiaino di olio extravergine d’oliva, un pizzico di sale e prezzemolo tritato.

Potrebbe interessarti anche