03 gennaio 2014 |

Sgonfiarsi dopo le abbuffate natalizie. Ecco come fare.

Iscriviti alla Newsletter di Donnaclick

Non perderti le ultime novità

Ormai le feste sono finite e, come succede di solito, abbiamo esagerato con il cibo. In questi giorni ricevo molte e-mail dai miei lettori che chiedono come fare a tornare in forma e perdere quei 2/3 chili di troppo messi durante le vacanze. La soluzione è molto semplice. Seguite questi consigli per una settimana e vi sentirete molto più sgonfi, leggeri e con chili in meno. Questi consigli sono ottimi anche per chi desidera eliminare la ritenzione idrica e diminuire la cellulite.

La cosa più importante è distribuire tutta l’energia calorica assunta con il cibo in 5 pasti al giorno. In questo modo non appesantirete lo stomaco, non avrete fame e digerirete in modo corretto e veloce.

  • Bevete delle tisane antigonfiore ed anticellulite come quella di finocchio, ortosiphon e thè verde:

Il finocchio ha molti benefici in caso di gonfiori addominali, possiede proprietà depurative per sangue e fegato ed è un buon antinfiammatorio soprattutto per il colon.

L’ortosiphon è un eccellente depurativo naturale in grado di far sparire cellulite e gonfiori localizzati oltre ad eliminare tossine accumulate nei reni e nel fegato. In più è adatto a chi soffre di sovrappeso o ha livelli di colesterolo elevati.

Il thè verde ci aiuta a perdere peso grazie al suo alto contenuto di catechine, sostanze che aumentano  i livelli di ossidazione dei grassi e la termogenesi (il processo attraverso cui il nostro corpo consuma calorie). Le catechine sono molto importanti nella regolazione del glucosio perchè contribuiscono alla regolazione del suo livello nel sangue dopo i pasti. Per questo dovremmo includere il thè nella nostra dieta, bevendone 2 tazze al giorno, soprattutto se stiamo facendo sforzi per perdere peso.

  • Riducete il consumo delle proteine animali ed aumentate quelle vegetali:

Leggi anche: Vegetariani vs onnivori

Secondo due recenti studi condotti sia in Europa che negli Stati Uniti, i nutrienti colpevoli dell’aumento di peso sono le proteine di origini animali al contrario di quelle vegetali. I ricercatori hanno concluso che le proteine animali e vegetali esercitano effetti opposti sullo sviluppo di obesità a lungo termine; elevati consumi di proteine animali favoriscono l’obesità mentre, al contrario, elevati consumi di proteine vegetali risultano protettive e tendono a ridurre questo problema.

Gli alimenti di origine animale, inoltre, sono ricchi di purine, sostanze che rallentano il metabolismo indipendentemente dai problemi metabolici. L’uomo fatica a digerire la carne perché non ha un apparato digerente programmato per farlo; infatti dopo l’assunzione di carne si generano spesso problemi di cattiva digestione, gonfiori e mancanza di energia. Per questo andrebbero limitati piatti come affettati, salumi e bistecche.

  • Evitate il consumo di bibite sia light che normali perché entrambe provocano cellulite ed aumento di peso:

Anche se contengono “zero” calorie, i dolcificanti artificiali contenuti al loro interno potrebbero far aumentare la fame. Questo succede perché il nostro organismo non è in grado di utilizzare questi alimenti, come farebbe invece con lo zucchero vero e proprio pertanto il nostro cervello è messo nello stato di attesa di zuccheri, alimentando così la sensazione di fame. La conseguenza del consumo di queste bevande è l’introduzione, attraverso la dieta, di ancora più calorie dettate dalla fame.

  • Infine, fate 30 minuti di attività aerobica. A volte basta una semplice camminata per un metabolismo più attivo ed un corpo più sodo.

 

Dott.ssa Maria Papavasileiou
Dietista– Nutrizionista
Skype: dieta.milano
Linkedin: ch.linkedin.com/pub/maria-papavasileiou/33/88a/a55
Facebook: www.facebook.com/dietapersonalizzata
Web: www.dieta-personalizzata.it
Mail: info@dieta-personalizzata.it

 

 

Leggi anche

Potrebbe interessarti anche