16 Ottobre 2013 |

Come combattere l’alitosi con l’alimentazione: i consigli della dietologa

Iscriviti alla Newsletter di Donnaclick

Non perderti le ultime novità

L’alitosi è un fenomeno imbarazzante che può colpire sia gli uomini che le donne in qualsiasi età. Una corretta alimentazione, abbinata ad uno stile di vita sano sono il metodo più efficace contro questo problema.


Come il cibo determina l’odore del nostro alito?

La qualità del cibo ingerito ed elaborato dal nostro corpo determina l’odore del nostro alito che continua ad essere presente fino quando l’alimento non viene completamente eliminato dal nostro corpo. Quindi non basta semplicemente cambiare spazzolino e dentifricio ma dobbiamo controllare, e nel caso cambiare, la qualità degli alimenti.

Cosa dobbiamo evitare:

La prima cosa a cui dobbiamo prestare attenzione sono i cibi ricchi di proteine (per esempio la carne) ed evitare diete iperproteiche. La mancanza di carboidrati favorisce la formazione di corpi chetonici, famosi per il loro cattivo odore e per il sapore metallico che lasciano in bocca. Inoltre occorre evitare spezie come aglio e cipolla cruda che possono aumentare il problema dell’alitosi.

Cosa dobbiamo scegliere:

Ci sono tanti alimenti che possono agire come rimedi naturali contro l’alitosi, ad esempio il sedano, lo yogurt e il thè verde.

  1. Il sedano è un alimento rinfrescante con un odore piacevole e particolare e viene utilizzato per eliminare l’alito cattivo. Grazie al suo alto contenuto di fibre riesce a rimuovere le piccole particelle di cibo rimaste tra i denti.
  2. Lo Yogurt di soia fermentato e il kefir sono due alimenti che aiutano a migliorare il cattivo odore. Grazie ai probiotici che contengono riequilibrano la flora batterica intestinale eliminando tossine e residui di alimenti, inibendo la crescita dei batteri responsabili dell’alitosi.
  3. Il Thè verde inibisce sia la diffusione dei batteri responsabili dell’alito cattivo che la formazione di sostanze maleodoranti.

Infine, dobbiamo evitare formaggi troppo grassi come il gorgonzola, il grana ma anche il burro ed inserire nella nostra alimentazione più verdure, cereali e tisane aromatiche.

Dott.ssa Maria Papavasileiou
Dietista– Nutrizionista
Skype: dieta.milano
Linkedin: ch.linkedin.com/pub/maria-papavasileiou/33/88a/a55
Facebook: www.facebook.com/dietapersonalizzata
Web: www.dieta-personalizzata.it
Mail: info@dieta-personalizzata.it

Leggi anche

Potrebbe interessarti anche