29 gennaio 2018 |

La dieta del 17 per dimagrire: vediamo cos’è, come funziona e il menu di esempio

Iscriviti alla Newsletter di Donnaclick

Non perderti le ultime novità

La dieta del 17 per dimagrire: ecco cos’è, come funziona e il menu di esempio! Nei giorni invernali, compresi quelli delle abbuffate natalizie, si tende ad ingrassare e a mangiare di più. Ma come fare per smaltire i chili di troppo? Tra le possibili diete da seguire troviamo quella dei 17 giorni, un programma alimentare che promette di perdere fino a diversi chili in un periodo di tempo piuttosto limitato. Ma vediamo meglio in che consiste questa particolare dieta dimagrante!

La dieta dei 17 giorni è stata ideata dal dietologo americano Mike Moreno. Questo programma dietetico consiste in  4 cicli o fasi, ovvero 17 giorni di dieta per ogni ciclo. Le fasi sono quindi quattro: fase di accelerazione, fase di attivazione, fase di raggiungimento, fase di mantenimento.

Nella prima fase si perdono i primi chili in eccesso e si depura l’organismo, mentre nell’ultima fase è essenziale seguire le regole basi di un’alimentazione sana e corretta. In questo modo i chili persi con la dieta dei 17 giorni non dovrebbero essere più riacquistati. La prima fase della dieta del 17 prevede, dunque, l’assunzione di cibi per lo più proteici e poco calorici, come ad esempio carni bianche, proteine magre, yogurt, frutta fresca, tè e condimenti leggeri.

Nella seconda fase si vanno poi ad introdurre i cereali integrali, i carboidrati e a regolare il metabolismo, fino ad arrivare ad assumere 1500 calorie al giorno. Nella  terza fase, poi, si reintroducono i carboidrati e i cibi precedentemente esclusi. Nella quarta fase, infine, è necessario mantenersi in linea con una sana alimentazione, praticando anche un po’ di esercizio fisico per rimanere in forma.

Il primo ciclo di accelerazione favorisce quindi una repentina perdita di peso, mentre i cicli di attivazione insegnano a sviluppare sane abitudini alimentari per portarvi al vostro peso forma ideale. Infine, il ciclo di mantenimento, combina i tre cicli precedenti e vi lascia liberi nel week-end di mangiare i vostri cibi preferiti.

La regola fondamentale della dieta del 17 per dimagrire, soprattutto nella prima fase, è quella di evitare cibi raffinati e spuntini calorici. Il segreto di questo programma sta, quindi, nel mutare il regime alimentare di volta in volta per abituare il fisico ad un’alimentazione equilibrata. Dopo 17 giorni, infatti, il fisico inizia ad abituarsi al nuovo regime alimentare, rallentando la risposta metabolica. Quando ciò avviene è ora di cambiare alimentazione e apporto calorico.

Menu di esempio (fase di accellerazione):
Lunedì e Giovedì:
Colazione: yogurt magro bianco o un uovo, un tè o un caffè.
Pranzo: insalata con tonno e gamberetti lessi, condita con un cucchiaino di olio extravergine d’oliva e succo di limone.
Cena: orata con pomodori, verdure lesse.

Martedì e Venerdì:
Colazione: latte parzialmente scremato.
Pranzo: petto di pollo, verdure condite con un cucchiaino di olio extravergine d’oliva.
Cena: polpo lesso condito con olio e prezzemolo, verdure alla griglia.

Mercoledì e sabato:
Colazione: yogurt magro bianco o tè con limone.
Pranzo: zuppa di legumi
Cena: pollo arrosto, pomodori conditi con olio ed origano.

Domenica:
Scegliere un giorno della settimana a piacere.

Se vi interessa seguire questa dieta, potrete anche acquistare il libro La dieta dei 17 giorni del dottor Michael Moreno, dove viene spiegato il metodo per dimagrire in soli 17 giorni.

Leggi anche:
5 cose che succedono quando si smette di mangiare zucchero
I “quit sugar”, arriva la dieta che bandisce gli zuccheri


Potrebbe interessarti anche