12 marzo 2012 |

Rughe dei fumatori. Che fare?

Iscriviti alla Newsletter di Donnaclick

Non perderti le ultime novità

Sono chiamate rughe dei fumatori perchè sono molto più frequenti nelle persone che fumano. Non solo le sostanze chimiche contenute nelle sigarette (la nicotina impedisce la circolazione del sangue e, a causa di ciò, la pelle mal nutrita e poco irrorata diventa fragile e sottile), ma anche i movimenti ripetitivi dell’aspirazione del fumo creano pieghe della pelle che, nel tempo, provocano rughe permanenti. Questo movimento ripetitivo della muscolatura facciale, con il passare del tempo, trasforma queste rughe da linee dinamiche a linee statiche.

A ciò si aggiunge il fatto che il fumo ha un effetto di essiccazione della pelle ed è conosciuto per accelerare la perdita di volume. Invecchiando, infatti, il viso perde collagene ed elastina, le componenti di pelle che le conferiscono un aspetto pieno e morbido.

Cosa fare per evitare queste antiestetiche rughe sopra la bocca?

Smettere di fumare è la prima cosa! Ma anche evitare anche l’eccessiva esposizione ai raggi UV.

Nutrire e idratare la pelle per contrastare le increspature dovute all’aridità e stimolare la produzione di elastina e collagene. Applicare i trattamenti scelti con regolarità, mattina e sera, o almeno una volta al giorno (preferibilmente la sera prima di coricarsi). E’ importante che la pelle sia bene detersa da trucco e impurità prima di applicare qualsiasi crema. Dopo aver eliminato il trucco, è preferibile tamponare la pelle con un asciugamano e applicare il prodotto picchiettando leggermente sul contorno delle labbra fino a completo assorbimento.

Un consiglio importante per coloro che invece non intendono rinunciare alla sigaretta è quello di assumere regolarmente antiossidanti.

Il fumo è una delle principali cause di sviluppo di radicali liberi all’interno del nostro organismo. Il livello di stress ossidativo (ovvero la quantità di radicali liberi presenti nell’organismo) di un fumatore rispetto a un non fumatore a parità di età e stile di vita, è sicuramente più elevato. Più radicali liberi, significa maggiori rischi per la salute. I Radicai liberi che il nostro organismo non riesce ad eliminare infatti, causano degenerazione cellulare e rischio d’insorgenza di patologie gravi (cancro, malattie dell’apparato cardiovascolare, diabete, sclerosi multipla, artrite reumatoide, enfisema polmonare, ecc.)

Proprio per contrastare la maggior quantità di radicali liberi causati dal fumo, è importante per i fumatori assumere antiossidanti in grado di contrastare l’effetto dei radicali liberi prodotti, evitando che questi possano danneggiare le cellule dell’organismo. L’assunzione quotidiana e regolare di antiossidanti per cicli di qualche mese contribuisce a limitare l’effetto nocivo dei radicali liberi prodotti dal fumo.

Fonte

Antiaging Club

www.antiagingclub.it

Potrebbe interessarti anche